Biografia

Formazione artistica

"Sulla scia di Ulisse"

Sono nato in una splendida isola, una delle sette perle del Tirreno, Lipari nelle isole Eolie, il 1° Novembre del 1954.
Di queste porto nel sangue i colori, miscelati nella mente e nel cuore dal soffio impetuoso di Eolo.
In molti dei miei quadri l'Uomo, anche simbolizzato dai Nauti, è alla ricerca della sua Itaca attraversando terre da occidente a oriente in attesa di scorgere il mare, quello lasciato molti, tanti anni prima, quando spasimava e perdeva lo sguardo immergendolo in voli pindarici.
E così ancora, spingendo la sua barca sulla scia di Ulisse come il fardello della vita, in attesa di scivolare perdersi e naufragare in quel mare da cui è nato.

Tematiche

Nautismo, basato su elementi “Nauti”, che rappresentano le particelle razionali del pensiero umano, che associati danno vita a metaforme quali cavalieri, vascelli e navicelle spaziali, che percorrono o navigano nell’emotività di terre, mari, cieli astrali… di spazi metafisici.

Tecniche

Varie, con predilizione per olio su tela.

Bibliografia

Aldo Claudio Medorini, nasce a Lipari (isole Eolie) nel 1954 ed esordisce a soli 19 anni con la sua prima mostra personale nel marzo del 1974, a Perugia al Palazzo Comunale dei Priori, quindi incoraggiato dall’immediato riscontro di pubblico e critica, partecipa alle prime rassegne artistiche internazionali a Città della Pieve. Espone in importanti collettive con artisti umbri quali: Bacosi, Burri, Dottori, Orfei... ed è subito invitato ad esporre in permanenza alla galleria “Il Cenacolo” a Perugia.
Seguiranno diverse mostre personali in complessi museali umbri e numerose mostre collettive in svariate gallerie del centro-nord Italia, fiere di settore e festival internazionali, raccogliendo sempre ampi consensi e interesse.
Nel 2012 Medorini, cercando un linguaggio personale che lo rappresentasse in maniera univoca e originale, dà vita a un movimento pittorico, Nautismo, basato su elementi “Nauti”, che rappresentano le particelle razionali del pensiero umano, che associati danno vita a metaforme quali cavalieri, vascelli e navicelle spaziali, che percorrono o navigano nell’emotività di terre, mari, cieli astrali… di spazi metafisici.
Il Nautismo viene presentato al pubblico e alla critica in un palcoscenico internazionale quale il Festival Art Expo di Spoleto con la Direzione Artistica del Prof. Giammarco Puntelli.
Nel 2013 viene insignito del premio Internazionale Spoleto Festival Art con una prestigiosa opera del Maestro marchigiano Silvio Craia personalmente da questi consegnata.
Nel 2014 la Provincia di Perugia dedica a Medorini una mostra antologica "Perugia 1974 - 2014" nella Loggia di Ponente del Palazzo della Provincia, e sarà un'ulteriore occasione per relazionare al pubblico, ai giornalisti e ai critici intervenuti, il suo movimento artistico Nautismo, generando successivamente una serie di opere dedicate al trascendentale, esposte in una ricca mostra personale nella chiesa S. Maria della Manna d'Oro nella piazza del Duomo a Spoleto.
Nel 2015 fra gli eventi di maggiore rilievo, Aldo Claudio Medorini sarà a EXPO IN CITTÀ, in EXPO 2015, piattaforma culturale che il Comune e la Camera di Commercio di Milano hanno voluto affiancare al Padiglione Italia destinato all’alimentazione, nella mostra “L’Arte e il Tempo” l’official event ideato da Giulia Sillato e diretto da Giulia Sillato e Giammarco Puntelli, che accoglierà le sue opere dal 10 al 30 giugno 2015 presso il Palazzo dei Giureconsulti, in via dei Mercanti, angolo Piazza Duomo.
Medorini in 40 anni di attività ha portato la sua fantasia artistica in svariate gallerie, complessi museali e collezioni private in Italia e si appresta a raccogliere gli inviti a confrontarsi con il pubblico di capitali estere quali Londra, New York, Pechino.
Di lui hanno scritto il Prof Alberto D’Atanasio, Prof. Emidio di Carlo, Prof. Giammarco Puntelli...