Biografia

La formazione di Alfonso Leto si riconduce alla fine degli anni ‘Settanta, a Palermo, segnata dalle presenze di Toti Garraffa, Gaetano Testa, Francesco Carbone. Dopo aver assunto e rielaborato lo spirito della Transavanguardia, espone le sue opere, nell’antico eremo della Quisquina, presentato da Achille Bonito Oliva e da Fulvio Abbate, nel 1987. Negli anni ’Novanta le sue prime esperienze espositive personali e di gruppo, a Roma, nella galleria la Nuova Pesa, e partecipando a diversi eventi espositivi indicativi degli sviluppi artistici della sua generazione: Palazzo delle Esposizioni (Giovani Artisti IV-1992), Premio Michetti-1992 e Premio Marche 1994, entambi a cura di Renato Barilli) / Disincanti -Galleria La Nuova Pesa, Roma / Nutrimenti dell'arte, Erice -1995/ Oscar -La Nuova Pesa, Roma (con Silvio Wolf e Dario Ghibaudo)- e Castello Colonna a Genazzano- 1997. A Palermo: I Percorsi del Sublime, Albergo delle Povere, Palermo 1999 (con: Consagra, Isgrò, Accardi, Salvo, Romano, Guccione) e più recentemente: Novecento siciliano, 2004 (mostra itinerante in altre sedi europee) e L’isola che c’è, Parlamento europeo, Bruxelles, a cura di Emilia Valenza.
« La frammentarietà di Leto è il sintomo di una mentalità che non vuole opporre ad un ordine un altro ordine, e invece intende approfittare della crisi dell'ideologia per mettere in evidenza le ragioni di un io che si arricchisce mediante il conflitto permanente con la storia.(…) », scrive Achille Bonito Oliva, il quale ha più volte accompagnato il lavoro dell’artista (1995,“Opere giovanili”, Villa Trabia, Palermo/"Arte Terminale", 1998/99: Art Gallery Banchi Nuovi, Roma/ Istituto Italiano di Cultura, Madrid/ Fundacion Ludwig , L'Avana), fino alla mostra"Leto contro il metodo" tenuta nel 1997 nelle Case Di Stefano della Fondazione Orestiadi.
Nel 1999 e i suoi "Misteri gaudiosi": visioni apocrife della religione filtrate da una sensibilità telematica (Art Gallery Banchi Nuovi, Roma- 2000), segnando una rinnovata direzione iconografica che attualmente si evolve nella tensione di un percorso capace di rivitalizzarsi con le opere “Appassionate book”, 2004, al Centro culturale universitario, a Palermo, e “Sacrifashion”, 2007, Galleria Monserrato Arte ‘900, a Roma, ancora con un testo dell’amico scittore Fulvio Abbate. Edward Lucie Smith ha incluso il suo lavoro nell'edizione 2001 di Annual Development/New european artists (ediz. Imprincta, Amsterdam, 2001).


Tematiche

Nell'ultimo decennio: visioni apocrife di una religione per una iconografia anarcocristiana.

Tecniche

Prevalentemente il mezzo pittorico, integrato, ibridato e combinato con materiali e oggetti vari (monitor di computer,ricamo, innesti, sottovuoti, etc.)

Bibliografia

Selezione bibliografica (edizioni di mostre personali):

1987-Alfonso Leto, testi di Achille Bonito Oliva e Fulvio Abbate; edito da: Comune di S.Stefano Quisquina
1988 - .!; - Associazione Culturale Voltaire, Palermo; testo di Francesca Alfano Miglietti
1989- Quel che è stato è statico -Gruppo Dieci, Roma; a cura di Fulvio Abbate; edito da “Gruppo Dieci”, Roma.
1991- Alfonso Leto, a cura di Patrizia Ferri, con un testo di Fulvio Abbate; edito da: La Nuova Pesa, Roma.
1997- Leto contro il metodo- a cura di Achille Bonito Oliva; edito da: Fondazione Orestiadi, Gibellina.
2000- Misteri Gaudiosi, a cura di Claudia Colasanti; edito da Art gallery Banchi Nuovi, Roma.
2002- Meteoriti - edito in Fondazione Orestiadi-Arti Visive 2002; Fondazione Orestiadi, Gibellina.
2004- Appassionate book, a cura di Silvana Montera, con un testo di Fulvio Abbate, edito da ERSU-Palermo.
2007- Sacrifashion a cura di Fulvio Abbate, testo e bio editi da Galleria Monserrato 900, Roma.
2009- Full Months e cura di Emilia Valenza, testo e bio editi da TiQù, Palermo.

Selezione di testi critici in saggi:

Lezioni d’anatomia- Il corpo dell’arte, (pagg. 257, 336-370) autore: Achille Bonito Oliva, ediz. Kappa Roma, 1995
Gratis a bordo dell’arte, (pagg. LXXVI, 153-155), autore: autore: Achille Bonito Oliva, ediz. Skira, Milano, 2000
New European Artists- Annual Development, autore: Edward Lucie Smith; ediz. Imprincta, Amsterdam, 2001


Selezione bibliografica (edizioni di mostre di gruppo/rassegne/collettive)

1981- Continuo/Discontinuo -Roccanormanna, Paternò, a cura di Francesco Gallo, Aldo marino Edizioni d’Arte, Catania.
1985- Dominio dello Sguardo, a cura di Fulvio Abbate; edito da Museo Civico Arte Contemp. , Gibellina.
1988- Made in Palermo- a cura di Sergio Troisi (edito da: Galleria Civica d’Arte Moderna-Comune di Palermo)
-Colomba –(Di Stasio, Leto, Levini, Pagano, Rossano, Salvatori, Sordini); edito da “La Nuova Pesa”, Roma
1992- “D’ora in avanti”-XLIV° Premio Michetti a cura di Renato Barilli; Mazzotta editore
1992- Giovani Artisti IV° -Palazzo delle Esposizioni; a cura di Barbara Tosi; ediz. Carte Segrete, Roma
1992- Il Giardino e il Segno -Villa Malfitano, Palermo, a cura di Sergio Troisi; edito da: ANISA, Palermo
1993-Il Sogno del Classico -Palazzo Vaccarini, Catania, a cura di Carmelo Strano e Manos Stefanidis. edizione: “il Cortile”, Catania.
1993 - Disincanti – (Cannavacciuolo, Igort, Leto, Montesano, Zanichelli), a cura di Fulvio Abbate, edito da: la Nuova Pesa, Roma.
- Rentrèe (Premio Marche) -Fiera di Ancona, a cura di Renato Barilli; Mazzotta editore
1995- Nutrimenti dell'arte -La Salerniana, Erice; a cura di Achille Bonito Oliva; edizioni Charta
1995- cArtemonete (gli artisti battono moneta), a cura di Emma Politi e Marco Rossi Lecce; edito da: Galleria Giulia, Roma.
1997-XXV° de 'La Salerniana', a cura di Luciano Caramel; edito da “La Salerniana”, Erice.
-Oscar, Castello Colonna, Genazzano, a cura di Stefano Chiodi; edito da : La Nuova Pesa, Roma.
1997-Arte Terminale, edizione italiana, a cura di Achille Bonito Oliva; edito da: Art Gallery Banchi Nuovi, Roma.
1998- Arte Terminale, edizione spagnola, a cura di Achille Bonito Oliva; edito da: Art Gallery Banchi Nuovi, Roma.
1998- Museum (catalogo generale), edito da: Museum e Comune di Bagheria, Bagheria.
1998- I Percorsi del Sublime (Consagra, Accardi, Guccione, Isgrò, Leto, Pinelli, Romano, Salvo), a cura di Achille Bonito Oliva; Edizioni Mazzotta.
1999/99- Nuovo Pesaggio Italiano, Galleria Bramante, Fermignano (Pesaro)/ Spazio Consolo, Milano/ Sala Ex-Macello, Padova/ Orto Botanico, Palermo/ a cura di Maria Grazia Torri; edizioni Lupetti Arte.
1999- Opere della Collezione Fiocchi-Young Museum- Palazzo delle Stelline, Milano.
2000- Sei artisti a Gibellina – dal 98 al 2000- ; a cura di A. Bonito Oliva; edito da: Fondazione Orestiadi, Gibellina.
2002-Il naso e la bugia, a cura di Gianfranco Groccia e Maria Laterza; edito da: Comune di Bari
2002- Futura, Artisti siciliani: Tradizione e Nuovo Immaginario- Casa del Pittore- Mosca; a cura di Francesco Gallo, Edizioni d’arte Raffaello, Palermo.
2002- Misura unica per una collezione (la collezione Fiocchi)- a cura di Alberto Mazzacchera; edito da Comune di Cagli.
2002- Resti o te ne vai ?- a cura di Silvana Montera, edito da ERSU, Palermo
2002- Corrispondenze, mostra itinerante nelle sedi di Il Cairo/Amman/ Damasco; a cura di Enzo Fiammetta, testi di Achille Bonito Oliva; edito da: Fondazione Orestiadi, Gibellina.
2003- Artistes italiens de la Fondazione Orestiadi, a cura di Enzo Fiammetta, con testi di Achille Bonito Oliva; edito da: Istituto Italiano di Cultura, Algeri.
2003 - Inchiostro indelebile- Impronte a regola d’arte, M.A.C.RO; a cura di Domenico Giglio; ediz. Horti Lamiani- Bettivò, Roma.
2003/2004 - Novecento Siciliano, a cura di M. Antonietta Spadaro, Edizioni “Il Cigno”, Roma.
2006- Weltanschauung, Museo Regionale d’Arte Contemporanea, Palazzo Belmonte Riso, Palermo;a cura di Paul Eubel; edito da Regione Siciliana, Palermo.
2006- Meridiani Paralleli (Pittura a Palermo, anni ’80-2000), a cura di Marina Giordano; edito da: Comune di Castelbuono e Associazione Fiumara d’Arte.
2007- Libertà mancata – a cura di Marina Giordano- edito da Convento Santa Maria di Gesù, Palermo.
2008- L’Isola che c’è – a cura di Emilia Valenza. Cat. Edito da Duepunti, per mostra a Bruxelles, Parlam. Europeo
2009 – Le sei stagioni di Chandan, a cura di Marina Giordano, edito da Fondazione Orestiadi di Gibellina.