Biografia


Biografia:

Tamiano Maria Antonia, Antonella nasce a Lecce il 17 settembre del 1974. Si diploma al Liceo Artistico e successivamente si laurea in Conservazione dei Beni Culturali Artistici.
Negli anni seguenti si dedica alla pittura e alla cartapesta. Ha collaborato con diverse scuole nella realizzazione di progetti, sullo studio della scrittura creativa e figurativa. L’amore per l’arte l’hanno portata ad avvicinarsi nel mondo fantastico della letteratura. Ha Scritto diversi racconti, romanzi e poesie. Nel 2014 il suo primo romanzo EmorA da uno stivale all’atro. Nel 2015 una raccolta di poesie dal titolo Di…versi In…versi. Attualmente scrive, per una rivista mensile che parla arte e cultura ed è impegnata alla stesura del suo prossimo romanzo.

Cenni di critica:

…Il tema preferito della sua considerevole produzione sono le enigmatiche rose blu, da sole , o in compagnia vivono in un mondo profondo più vicino al sogno che alla realtà, da cui sembrano voler fuggire, alla ricerca della quiete e della limpidezza perdute. Antonella Tamiano usa i colori con estrema eleganza e delicatezza, tenui e al tempo stesso accesi, dalle pennellate decise e dalle ricche sfumature, così armoniosi dai valori poetici…
Di Lory Esposito (giornalista)

...Per chi vive in una terra lontana il passaggio del treno è ancor oggi una magica epifania che sempre si rinnova. Sui binari di questa macchina dei sogni, strada infinita proiettata verso l'ignoto, scrorrono le colorate, trepide speranze di chi parte e la felicità di chi torna, spesso col suo carico di doni, abbracciando da quel mutevole osservatorio, quasi con un solo sguardo, la multiforme varietà dei luoghi amati.
E' la magia che nel secolo scorso aveva ben colto il maggior pittore di questa regione, Giuseppe De Nittis, e che oggi la giovane e brava Antonella Tamiano ci ripropone in questo gioioso, straripante affresco, dove, intorno al trenino dei giochi e dei sogni che ci viene incontro sorgendo da un mare lontano, salutato da bambini di ogni razza, si dispiega un mondo incantato, che, come una fiaba vittoriana, coniuga l'amore per la natura indagata con la minuzia lenticolare di un antico pittore fiammingo e lo spirito dei luoghi con la candita e sospesa fantasia dell'immaginario infantile, non senza qualche più onirico e ricercato gioco illusionistico di gusto surrealista.
Ed è proprio il paesaggio, vero e magico ad un tempo, che ritrovo con immutata meraviglia ogni qual volta il treno approda in questo remoto lembo d'Italia: una terra dove ancora possono incantarci e farci sognare l'azzurro saturo del cielo e il mare che segna l'orizzonte, su cui si protendono le esotiche architetture di città fantasiose, i campi rossi, coperti fino al frangersi delle onde di un fitto tappeto stracolmo d'ogni sorta di fiori, gli olivi vetusti, che nei loro tronchi sembrano imprigionare anime dolenti, e una luce d'oriente che scherza fra gli alberi, traccia ombre profonde e ravviva il colore delle cose. Una terra confine, da sempre - e ancor più oggi - ospitale crocevia di un'umanità varia e ricca, che, proprio come in questa fiaba, vorremmo unita e felice...
...con l'augurio che la piccola fata pittrice, sfuggita da un lembo sollevato di questo dipinto, possa continuare a colorarne di gioia le mura e i bambini.
Di Giancarlo Gentilini (Docente di Storia dell’Arte).

Formazione artistica

Diploma di Liceo Artistico
Laurea in Conservazione dei Beni Culturali Artistici

Tematiche

Pittura, caricatura, illustrazione e fumetto, cartapesta e ceramica.

Tecniche

Acrilico e olio per la pittura.
Pastello, aquerello, tempera, aereografo e chine per caricature,illustrazioni e fumetti.
Creta, carta, colla di coniglio, gesso, paglia, fil di ferro per la cartapesta.
Creta, colori per ceramica e vetro per la ceramica.

Bibliografia

Ormai da diversi anni i pennelli di Antonella Tamiano, incurante delle tante mode e tendenze artistiche che caratterizzano il nostro tempo, continuano a scorrere sulle tele in una vocazione artistica che intende fermare le tante emozioni vissute in un momento. I paesaggi, le figure, le nature morte dell'artista novolese, seguendo un modulo personale, sono al di fuori delle metriche comuni.
Antonella Tamiano, pienamente concorde a quanto asserirono nella prefazione del primo numero de La Révolution Surréaliste, Jackues-Andrè Boiffard, Paul Eluard e Roger Vitrac, cioè che "...soltanto il sogno lascia all'uomo tutti i suoi diritti alla libertà... siamo tutti alla mercé del sogno ed è doveroso subire il suo potere nello stato di veglia...", riesce a vedere con gli occhi del fantastico mondo che vive nel sogno e del sogno e dipingendo sogna.
E' quella di Tamiano, una pittura personalissima che non corre il rischio di cadere nella ripetizione.
Le pennellate sono sicure, mai date a caso. Da ciò ne risultano dipinti, che esprimono tratto deciso, cura certosina dei particolari, nitidezza del colore.

Mostre di pittura:

1992- Personale dal 31/10 al 06/11 presso il centro Culturale "circolo professionisti" di Novoli Le.
1995- Collettiva dal 12/12 al 31/12 presso il centro Artistico Culturale "Galleria Maccagnani" di Lecce.
1997- Collettiva dal 03/10 al 13/10 "Il Sedile" Lecce.
2002- Collettiva dal 10/05 al 21/05 presso il centro Artistico Culturale "Galleria Anemone" Mola di Bari, Ba.
2002- Mostra in permanenza galleria "La Chimera" inaugurazione e presentazione “Spazio arte contemporanea” promossa dall’Ass. Ist. Art di La Spezia e curata dalla direttrice Anna Maria Gentile di Lecce.
2003- Collettiva 05/05 al 16/05 presso il centro Artistico Culturale"Galleria Maccagnani" Lecce.
2004- Collettiva 11/07 al 18/07 rassegna nazionale arte contemporanea "Equi-Terme" La Spezia associato alla galleria la “Chimera”.
2004- Collettiva 20/09 al 28/09 Padiglione Italia contro Biennale di Venezia "Chiesetta S.Gallo" Venezia.
2004- Collettiva Multi Box percorsi d’arte a cura della Galleria la “Chimera”.
2005- Personale 18/07 al 28/07 "Chiesetta di S.Oronzo a Novoli Le.
2005/2006- Collettiva 08/12 al 12/01 "Padiglione del comune di Bitetto" Bitetto Ba.
2006- collettiva 20/03 al 28/03 presso il "Castello" S.Nicandro Ba.
2006- collettiva 05/06 al 15/06 "Padiglione della Biblioteca" Quasano Ba.
2006- collettiva 12/07 al 19/07 presso il centro Artistico Culturale “Piazza mercantile” Bari.
2006- Personale 20/09 al 27/09 presso il centro Artistico Culturale "Galleria" Gioia del Colle Ba.
2006/2007-Collettiva 08/12 al 12/01 "Padiglione del comune di Bitetto" Bitetto Ba.
2007- Collettiva 13/02 al 23/02 presso il centro Artistico Culturale "Padiglione di Saint Hubert" Lione.
2008- collettiva 12/10 al 18/10 presso il centro Artistico Culturale "Il Sedile" Lecce.






Attestati / Premi

Attestato di "pittori di Marina" Taranto 20 maggio 2002.
Attestato di Benemerenza "Rosa dell'arte 2002" associazione culturale la "Chimera" Lecce 20 ottobre Biblioteca Caracciolo.
Attestato di "pittori di Marina" Taranto 21 maggio 2003.
Concorso nazionale di poesia e pittura "Trofeo città di Lecce" Lecce 08 maggio 2004.
Attestato di "pittori contemporanei" Equi Terme, La Spezia 11 luglio 2004.
Attestato di partecipazione "Contro la biennale di Venezia" Venezia chiesetta di S.Gallo 20 settembre 2004.