Benvenut@ nel mio sito

Premessa
Picasso sosteneva che "i bambini sono veri artisti".
Di conseguenza bisogna dedurne che da grandi non lo si è più perché, crescendo, si perde l'"innocenza" dell'arte. Per cui al massimo si può diventare, col crescere, dei buoni manovali o discreti maestri o professionisti dell'arte, che è cosa ben diversa dall'essere dei "veri artisti". Casomai più si cresce nella scala delle professioni dell'arte e più ci si allontana dall'arte vera, intesa come profonda espressione dell'animo umano. Si può affermare, quindi, e a maggior ragione oggi, che la vera arte è inversamente proporzionale alla crescita professionale nel settore, visto che la speculazione del mercato l'ha contaminato così profondamente da dominarlo con la complicità della critica.

_____________________________________________________________________________________________________________

Il ciclo dell' "albero dell'arte".

Ognuno possiede dentro di sé il "seme" dell'arte. Questo seme, attraverso la linfa vitale dello spirito profuso in noi con abbondanza, produrrà il "germoglio" che, se curato con lo studio e l'esercizio, svilupperà nel grande "albero" dell'arte.
Quando questo ciclo vitale viene interrotto, l'arte è negata!

Siccome, per tante ragioni, il ciclo vitale viene quasi sempre interrotto l' "arte negata" è quantitativamente di gran lunga superiore all' "arte affermata". Ovviamente essendo difficile, se non proprio impossibile, ritrovarla tutta si potrebbe, tuttavia, tentare di farne riemergere e recuperarne un poco.
Per cui in questo spazio, oltre a voler dare un contributo per aiutare a far germogliare il seme dell'arte che è in ognuno di noi, sperando che crescendo diventi un vero albero, si vuole stimolare, in chi lo desideri, il recupero, seppur minimo, della propria arte negata e repressa nel proprio io.
Fosse anche un solo seme che diventasse albero, oppure un sol momento di ispirazione si trasformasse in segno concreto, l'impegno profuso non sarà stato inutile.

Ma quella repressa nell'animo, non è l'unica arte negata!

Vi è anche quella negata per incuria, negligenza, sopraffazione, sfregio. Oltre a quella negata perché chiusa nelle casseforti di chi la utilizza per speculazione economica o la tiene segregata per il solo piacere di possederla solo per sé, negando agli altri il piacere della sua visione.

E qui si tenterà di occuparci anche di questo tipo di arte negata, stimolando e sperando anche nel contributo di chi ama l'arte. Infatti sono tanti gli esempi di "arte negata", basti pensare al nostro patrimonio artistico-paesaggistico sfregiato ogni giorno da abusi, incuria e abbandono.
=============================================================================================================
Chi vuole può inviare delle immagini, che saranno pubblicate in questo sito in una sezione apposita, all'indirizzo e-mail: artenegata@virgilio.it
=============================================================================================================

_____________________________________________________________________________________________________________



AVVISO
Le sezioni del sito sono in fase di preparazione e quindi al momento non sono tutte visibili o complete.



ISTRUZIONI per l'esplorazione del sito.
Il sito è diviso in più sezioni selezionabili con il mouse sulla barra del menù, di colore grigio, presente qui sopra in alto.



Per comunicazioni dirette utilizzare l'indirizzo e-mail: artenegata@virgilio.it
Url del sito: www.gigarte.com/artenegata




============================================================================================================= L'ARTE NEGATA DI:
=============================================================================================================

- GIUSEPPE LARIZZA, giostraio e pittore (per vedere clicca su "Sezioni in evidenza" in alto a destra)

Leggi tutto»

Nuove notizie
leggi tutte»
nasce-il-sito-dell-artenegata
Nasce il sito dell'ArteNegata.
E' in fase di costruzione ma già si accettano commenti e suggerimenti.

Scritto il 23/11/2010 - Premessa Picasso sosteneva che "i bambini sono veri artisti". Di conseguenza bisogna dedurne che da grandi non lo si è più perché, crescendo, si perde l'"innocenza" dell'arte. Per cui al massimo si può diventare, col crescere, dei buoni manovali o discreti maestri o professionisti dell'arte, che è cosa ben diversa dall'essere dei "veri artisti". Casomai p [...] Leggi tutto»