Biografia


ITA: 108 (Alessandria 1978) ha iniziato a disegnare giovanissimo e durante gli anni ‘90 è passato dal graffitismo tradizionale alla pittura di grandi figure astratte che invadevano gli spazi pubblici. Influenzato dalle avanguardie del ‘900 per frequentare il politecnico si trasferisce a Milano, dove per primo decide di cambiare il proprio nome con un numero. Nei primi anni 2000 è uno dei pionieri del “Graffitismo Astratto” europeo e inizia ad essere chiamato ad esporre in musei e gallerie. Nel 2004 è a Parigi per Nusigm, la prima grande mostra sul post-graffitismo in Europa e nel 2007 partecipa alla Biennale di Venezia dove viene invitato con JR e Daim per Walls, organizzato all’Arsenale dalla Fondazione Bevilacqua La Masa... nel 2013 la Yale University pubblica “L’Atlante mondiale di Street Art e Graffiti” di Rafael Schacter in cui ben quattro pagine sono dedicate al lavoro di 108.

Tematiche

Graffitismo astratto, astrattismo.

Tecniche

idropittura, acrilico, matita e china.

Valutazione artistica

coefficiente 2