Biografia

Formazione artistica

Nella mia formazione artigiana e cultural-pittorica, ho cercato il rigore accademico, privilegiando la forma la tecnica la composizione il colore.
Ritengo fondamentali gli scritti di Gregorio Sciltian.
Credo che la pittura sia cosa distinta dall'arte, per di più non ho ancora molto chiaro cosa sia l'arte.
(D'altronde si parla d'arte da 3000 anni e non si è ancora d'accordo sulla sua definizione)Se poi per arte si intende quella brutta produzione "pittorica" del 900 non voglio nemmeno sforzarmi per avvicinarmi a tale arte.

Tematiche

Le tematiche da me preferite sono di carattere sociale o intimista e simbolico, non mi dispiace però la natura morta e il paesaggio che carico di contenuti surreali e fantastici, impregnati di realtà onirica.

Tecniche

Prediligo la tecnica classica del colore a olio su tela molte volte preparata da me come facevano i pittori del sei/settecento

Bibliografia

Claudio Brogliera è nato in Piemonte, ed ha frequentato a Torino gli atelier dei pittori: Alfredo Grassino, Tito Salomoni ecc; dove ha potuto apprendere le tecniche più raffinate della pittura
Successivamente ha fondato con altri giovani artisti il gruppo dei “Templari”, noto nel panorama delle avanguardie torinesi e che fu attivo nei primi anni settanta sulla riva sinistra del Po, che operava presso la Galleria “Il Torchio”e in una sala nel borgo del castello medioevale al parco del Valentino; luogo in cui oltre ad esporre si svolgevano altri eventi culturali.
I suoi lavori sono stati presentati in varie mostre personali e collettive presso prestigiose gallerie d’arte in Italia e all’estero suscitando l’interesse ed il favore del pubblico e della critica.
E' stato pubblicato sui migliori cataloghi d'arte (Bolaffi Arte, Gente nostra, ecc).
Claudio Brogliera è presente in molte collezioni private con le opere più significative della sua produzione.
La sua capacità tecnica unita alla sensibilità cromatica gli permette di dominare la tavolozza, compenetrando il segreto del colore, affrontando agevolmente qualunque genere pittorico ma raggiungendo i più alti livelli, nella pittura ad olio.
Rinchiudere in una definizione la pittura è limitativo; ma possiamo collocare il suo prodotto nella sfera di un verismo fantastico, e di un surrealismo lirico che sconfina a volte nel metafisico e affonda le proprie radici nelle tematiche epiche, mitologiche e psicologiche care ai Maestri della pittura dell'antichità, interpretando tali tematiche in chiave attuale.
Talvolta quando si limita a “inventare” il sogno, gli oggetti sembrano vivere di vita propria, subendo metamorfosi che narrano le loro più intime storie, emergendo dalla tela per diventare simboli di un inconscio collettivo e/o personale.
In questi ultimi tempi la sua attività pittorica ha ritrovato una forte vena creativa.
Claudio Brogliera vive e lavora a Viareggio.

Cell 320 2595793 Tel. / Fax. 0584 962273

claudiobroglier@gmail.com

www.premioceleste.it/claudiobrogliera

www.facebook.com/ClaudioBrogliera