Biografia

Tematiche

La materia è il cuore della produzione artistica di Demattè; Pollock, Fontana e Burri i suoi padri ispiratori.

L’artista sperimenta con toccante disinvoltura spazi figurativi di varie ampiezze e simbolismi allegorici modellati nella materia scelta, sia essa carta, legno o metallo.

Demattè imprime le proprie sensazioni nei materiali; spesso li riveste di tela grezza portata in rilievo, anticipando la fase più compiuta della tridimensionalità, e li dipinge di colori vividi che paiono smalti.

Le sue opere sono forme dell'anima; lo spettatore percepisce la sensibilità profonda e lineare che le ha concepite accogliendo ogni creazione con caldo entusiasmo.

Bibliografia

Personalità estroversa, ma capace di grande introspezione, Mirko Demattè si avvicina al mondo dell’arte dopo una maturazione interiore che lo porta a viaggiare alla ricerca delle proprie radici famigliari. Al rientro dagli Stati Uniti, nella villa cinquecentesca che diventerà il suo atelier, abbozza i primi quadri che hanno molto della veemenza dell’Action painting.

Attestati / Premi

Nel 2009 una sua opera premia la maglia rosa del Giro d’Italia e nello stesso anno Demattè espone alla Feltrinelli di Parma.

Il 2011 si apre con una prestigiosa mostra nella sala espositiva dell’UBS Banca di Lugano; nell’ottobre successivo una sua scultura, plasmata con il materiale innovativo Woodn, viene esposta al Made Expo di Milano, la fiera di settore più visitata d’Italia.