Recensioni

4 recensioni trovate
L'ombrellino rosso
Mira Carboni, Critico d'Arte

" Guido Ferrari (Doc) l’espressione dell’io nella solitudine della natura e nella frammentazione Bianchi e candidi paesaggi, popolati da figure solitarie, ma anche luoghi onirici, surreali, dalle forme geometrizzanti campite da un’esplosione scintillante di colori; questo e altro troviamo nelle originali opere dell’artista emiliano Guido Ferrari. Leggi tutto»

Jazz Quintet
prof.Franco Canova, Critico d'Arte

" Vedo che funziona la distribuzione spaziale di losanghe e trapezoidi, che restituiscono una spazialità abnorme e dilatata alle figure. Il contrasto delle loro immobilità-dinamismo, corredate anche qui dal binomio vista/udito, musica e silenzio, ossimoriche presenze invisibili nel dipinto, lo amplificano nella sfera dell'immaginario 'sensitivo' e visivo. Il citazionismo è superato da una personale [...] Leggi tutto»

Alba2
Emanuele Filini, Critico d'Arte

" Luce e colore descrivono la realtà. L'artista dipinge l'immagine che gli è rimasta dentro, la realtà che sente, piuttosto di quella che vede.Quando inizia a dipingere segue la traccia di un progetto che ha in mente, che prende forma in via di realizzazione. Se poi dipinge ad acquarello, l'elaborazione del soggetto deve prima subire un ben preciso processo di sintesi , perché le l [...] Leggi tutto»

La mia Reggio35
prof.Giuseppe Berti, Critico d'Arte

" La mia Reggio35 – acquerello su carta Guido Ferrari presenta in questa sua veduta di Reggio uno dei suoi tipici acquerelli tutti intessuti di delicata liricità: con pochi tratti essenziali, e ricorrendo ad una tavolozza di chiara luminosità, l’autore delinea qui una visione quasi fantasmatica di una piazza cittadina: si tratta di un’immagine di estrema levità che sembra affior [...] Leggi tutto»