Biografia

"La pittura della Ducu è fusione di due tendenze fondamentali dell’arte contemporanea, quali l’astrattismo e l’informale, perchè va ad incidere in chiave trasfigurante sulle immagini come nelle più note tendenze dell’arte del novecento europeo."

Renata Mavalesi Genevini
Giornalista – Critico d’arte


“Una gestualità segnica e coloristica, capace di creare composizioni delicate ma forti al tempo stesso, caratterizza le opere di Elena Ducu, dal Ciclone, vortice di colore in movimento, ai suoi tramonti, investiti da una luce che riscalda l'anima e la fa gioire attraverso le sensazioni che la bellezza della Natura è in grado di infondere in noi. Il colore si manifesta sulla tela attraverso colature che, unendosi e fondendosi, creano le composizioni stesse. Nel Riflesso di un'anima al tramonto i tasselli di luce e colore della vita ad una composizione vibrante, in perenne movimento che costringe il nostro occhio a dirigersi da una parte all'altra della tela. Il sole infuocato investe con il suo calore le delicate spighe in Tramonto su un campo di grano o colora di un giallo intenso Piazza San Pietro o ancora trasforma la superficie di un lago in una esplosione di luce.”

Critico d’arte Cinzia Folcarelli


“Questa poetessa della luce e del colore, sfuggente e irriassumibile, sa esprimere una esuberante energia, incentrata sull'isola interiore estremizzata, rispecchiante un inconscio visionario. Di fronte alla maestà dell'infinito, del segreto mistero che abita ogni cosa, all'essenzialità di essa, la pittrice è protesa a cogliere l’immanenza di un respiro unitario, che ella avverte e trasferisce sulla tela, con quel senso vivo, lacerante della scoperta, dello stupore e anche dello sgomento. Pittura dell'illimitato, ricerca ansiosa di assoluto. L’estrazione del visibile nell’astrazione del sensibile è una inafferrabile cifra espressiva che investe il paesaggio e che Elena Ducu sa modulare nella sua essenza mobile, con pennellate che fissano momenti e visioni restituiti in intensi cromatismi sapientemente variati, dove prospettive e volumi si risolvono in un equilibrio armonico che risuona di tonalità calde e brividanti.”

Critico d’arte Salvo Sequenzia

Formazione artistica

Accademia di Belle Arti

Tematiche

scenografia, scultura, pittura, grafica, fotografia, ilustrazioni de libri, videoinstalazioni, etc..

Tecniche

varie

Valutazione artistica

108/110

Bibliografia

Laurea di I Livello in Scenografia e Regia, con tesi in Regia dal titolo : “L’interruzione del silenzio- Due cortometraggi”.
Votazione: 108/110.

Attestati / Premi

E’ nata a Craiova (Romania) nel 1977. Fin dall’infanzia evidenzia una innata passione per i colori, la luce, i particolari della natura e la loro riproduzione. Inizia così la propria personale ricerca della tecnica che le permetta di imprigionare sui materiali le emozioni dei tramonti. Per sviluppare il suo talento si trasferisce in Italia, dove compie gli studi accademici. Pittrice astratta, fotografa e scultrice, realizza anche istallazioni. Viene scelta tra i giovani emergenti per esibire i suoi lavori nella prestigiosa location della Reggia di Caserta. Da allora, prende parte regolarmente a mostre collettive e in rassegne d’arte di carattere nazionale e internazionale. Ha esposto di recente a Napoli (Castel dell’Ovo), a Siracusa (Galleria Roma), a Firenze (Le Giubbe Rosse), alla Biennale di Roma 2012 ed ancora in Belgio, a Bruges (Jan Garemijn Hall), in Olanda, ad Utrecht (Grachten Gallerie), a Parigi (Galerie Tuillier) e a Londra (ROA Gallery) con entusiasmanti successi di critica e di pubblico. La sua continua ricerca la porta a riconoscimenti oggettivi, quali la quotazione in asta delle sue opere, che rappresentano tuttavia per lei solo lo sprone per progetti sempre più ambiziosi, che la porteranno nel prossimo futuro a collaborazioni con prestigiose gallerie negli USA ed in Australia. Vive e opera a Roma, dove presiede il Movimento Culturale ARS, impegnato nello sviluppo e diffusione dell’arte contemporanea. Ha scritto di lei il critico Salvo Sequenzia: “Questa poetessa della luce e del colore, sfuggente e irriassumibile, sa esprimere una esuberante energia, incentrata sull'isola interiore estremizzata, rispecchiante un inconscio visionario. Di fronte alla maestà dell'infinito, del segreto mistero che abita ogni cosa, all'essenzialità di essa, la pittrice è protesa a cogliere l’immanenza di un respiro unitario, che ella avverte e trasferisce sulla tela, con quel senso vivo, lacerante della scoperta, dello stupore e anche dello sgomento”.

“Una gestualità segnica e coloristica, capace di creare composizioni delicate ma forti al tempo stesso, caratterizza le opere di Elena Ducu, dal Ciclone, vortice di colore in movimento, ai suoi tramonti, investiti da una luce che riscalda l'anima e la fa gioire attraverso le sensazioni che la bellezza della Natura è in grado di infondere in noi. Il colore si manifesta sulla tela attraverso colature che, unendosi e fondendosi, creano le composizioni stesse. Nel Riflesso di un'anima al tramonto i tasselli di luce e colore della vita ad una composizione vibrante, in perenne movimento che costringe il nostro occhio a dirigersi da una parte all'altra della tela. Il sole infuocato investe con il suo calore le delicate spighe in Tramonto su un campo di grano o colora di un giallo intenso Piazza San Pietro o ancora trasforma la superficie di un lago in una esplosione di luce.” Critico d’arte Cinzia Folcarelli


Born In Craiova (Rumania) in 1977, Elena Ducu showed since early age a profound passion for colors, light and the reproduction of nature in its details. From that moment she started her path towards her art and technique, and the ability to capture the emotion of a sunset. To further her studies she enrolled in Italy in the Academy of Art of ????. Abstract painting, sculpture, installations and photography are her media. Her work has been chosen for an exhibition in the prestigious ‘’Reggia di Caserta’’. Her paintings are shown regularly in International group exhibitions. Recent exhibition saw her in Naples (Castel dell’Ovo), Siracusa (Galleria Roma), Florence (Le Giubbe Rosse), Roma ‘’Biennale di Roma 2012’’, in Bruges - Belgium (Jan Garemijn Hall), in Holland - Utrecht (Grachten Gallerie), Paris (Galerie Tuillierand) and in London (ROA Gallery). She is currently in contact with galleries in the US and Australia for future exhibitions. Her works have been auctioned. Elena Ducu lives and works in Rome. She is President of ARS – Cultural Movement, an association, which deals with development and circulation of contemporary art.
Some critical reviews:
‘’This artist of light and colors, subtle and intangible, can express, with exuberant energy, the extreme intimate movements of a visionary subconscious. Before the majesty of the infinite, of the secret mystery essential in every detail of life and nature, the painter is able to capture the immanence of the unitary breath. She can transport it on her canvas with vibrant, ripping sense of wonder, discovery and also dismay.‘’
(Salvo Sequienza, art critic)
‘’The work of Elena Ducu is characterized by the gesture. A gesture made of colors and signs, able to create delicate and strong compositions, from ‘’Ciclone’’, a colorful vortex in movement to her series of sunsets, suffused with a heart-warming light. Her use of the light is able to capture those fleeting feelings that the contemplation of Nature infuses in the human being. Color manifests itself on her canvas through dripping and dribbling, which fuse together and create the compositions of her works. In ‘’ Riflesso di un'anima al tramonto’’ light and colors tiles give life to a vibrant composition, in perennial movement, which brings our eyes to graze the canvas in every direction. Elena Ducu, in her canvas, aims to capture the strength of the blazing sun, for instance in depicting the delicate spikes of ‘’Tramonto su un campo di grano’’ or when she infuses ‘’Piazza San Pietro’’ of an intense yellow hue, or also by transforming the surface of a lake in an explosion of light.’’
(Cinzia Folcarelli, art critic)
‘’Elena Ducu can transform in reflections the impulses of the soul. Light and transparency represent a path through spirit, inside the lost soul of humankind. Those of Elena Ducu are painting of intense emotions vibrant in space, luminescent contrails, harmonious rhythms, in which we can recognize a warm chromatic hue. Reality is transfigured through sensibility and imagination, reaching moments of delicate poetry. The artist can indeed be moved and palpitate before the morning rising sun. Gesture, fantasy, imagination, emotions are intertwined in Elena Ducu’s paintings. Her view is rich of personal and original perspectives. Her style expanded the borders of personal expression. Her works of art transport the viewer in the land of memories, of glimpses of landscapes, of fragments of life and personal histories.‘’
(Renata Mavalesi Genevini – journalist and art critic)


Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. L. 30 giugno 2003 n. 196