Biografia

Ernesto Ponsiglione è nato a Napoli nel 1945 ma vive, ormai da molti anni, a Roma dove continua a coltivare il suo straordinario amore per l’arte dedicandosi con passione e solerte impegno alla sua pittura di matrice figurativa.

Un’attrazione antica per l’arte giacché, ancora adolescente, gli capitava ogni tanto di marinare la scuola per tornare più volte ad ammirare i capolavori della scultura greca e romana al Museo Archeologico Nazionale di Napoli o le meravigliose raccolte di dipinti della Pinacoteca del Museo di Capodimonte o del Museo di San Martino. E proprio in quegli stessi anni, accompagnando il padre nelle frequenti visite che questi soleva fare ai suoi tanti amici letterati, poeti ed artisti, Ernesto Ponsiglione ebbe modo di incontrare, conoscere e frequentare numerosi pittori, tra i più rappresentativi esponenti della scuola napoletana del Novecento. Più volte egli ebbe la fortunata occasione di osservare grandi maestri del colore, come Leon Giuseppe Buono, Giovanni Panza, Gennaro Bottiglieri, Amerigo Tamburrini, Placido Errico, Vincenzo Barbato ed altri, mentre dipingevano i loro stupendi quadri, restando tanto affascinato dalla loro maestria da sviluppare uno straordinario desiderio di imitarli. Ma poiché la pittura non rientrava tra le professioni di famiglia egli dovette rivolgersi a percorrere altre vie.

Dopo gli studi liceali classici svolti con lusinghieri risultati, Ernesto Ponsiglione decise di cambiare orizzonte frequentando il corso di laurea in chimica all’Università di Napoli dove, negli anni seguenti, continuò la sua attività di ricercatore all’Istituto di Chimica Organica prima ed all’Università di Aberdeen in Scozia poi. E fu proprio durante gli anni dell’università che egli iniziò, da autodidatta, a fare le sue prime esperienze di pittura, studiando e copiando i grandi maestri del vedutismo italiano del passato, specialmente quelli di scuola napoletana.

A partire dal 1974, lasciata la carriera universitaria che gli sembrava troppo lenta e tortuosa rispetto alle sue smaniose aspirazioni professionali, Ernesto Ponsiglione iniziò a lavorare nell’industria privata dove, negli anni, dapprima raggiunse i vertici dirigenziali di grandi aziende nazionali ed estere e, successivamente, si dedicò all’attività di consulente d’azienda e di docente all’Università della Tuscia.

Nonostante questa sua intensa attività professionale di manager, consulente e docente universitario Ernesto Ponsiglione è, però, riuscito a mantenere sempre viva la sua passione per la pittura che più recentemente, a partire dal 2005, è riemersa prepotentemente portandolo a dipingere con nuova lena e fervore e spingendolo a partecipare a svariate mostre, concorsi e pubblicazioni.

Nei suoi dipinti, d’impronta sostanzialmente post-impressionista, che si ispirano di preferenza al paesaggio, sia naturale che industriale, e più occasionalmente ad animali e nature morte, Ernesto Ponsiglione riesce in qualche modo a ritrarre il tempo: “il tempo del ricordo” che, come ha scritto il critico d’arte Paolo Levi, “…viene in superficie dalle profondità di un percorso interiore, attuandosi in tenui cromatismi e in un uso suggestivo della luce che porta l’osservatore a una felice condivisione di sentimenti nostalgici…”.

Formazione artistica

Autodidatta

Tematiche

Paesaggi, naturali e industriali, animali e nature morte.

Tecniche

Olio su tela o cartone telato

Bibliografia

1. P. Levi Dialogo tra forme, pagg. 66-67, Ed. G. Mondadori (2009).
2. AA.VV. Catalogo dell’Arte Moderna, n. 45, pag. 337, Ed. G. Mondadori (2009).
3. AA.VV. Catalogo dell’Arte Moderna, n. 45, pag. 448, Ed. G. Mondadori (2009).
4. AA.VV. Colorazione, pag. 117, Ed. Centro d’Arte Moderna (2009)
5. AA.VV. Arte, pag 147, N.ro 440, Ed. G. Mondadori (2010)
6. P. Levi Monreale, pagg. 72-73, Ed. Centro Diffusione Arte (2010)
7. R. Puviani Catalogo delle Quotazioni, pag. 81, Editrice Alba (2010)
8. AA.VV. Boè, pag. 160, Anno, VIII, n. 1, Ed. Centro Diffusione Arte (2011)
9. AA.VV. Boè, pag 43, Anno VIII, n. 2, Ed. Centro Diffusione Arte (2011)
10. D. Marasà Effetto Arte, pag 195, Anno I, n. 2, Ed. Centro Diffusione Arte (2011)
11. AA.VV. Effetto Arte, pag 10, Anno I, n. 5, Ed. Centro Diffusione Arte (2011)
12. AA.VV. Boè, pag 43, Anno VIII, n. 2, Ed. Centro Diffusione Arte (2011)
13. AA.VV. Boè, pag 240, Anno VIII, n. 4, Ed. Centro Diffusione Arte (2011)
14. AA.VV. Avanguardie Artistiche 2011, pag 371, Ed. Centro Diffusione Arte
15. AA.VV. Effetto Arte, pag 83, Anno II, n. 2, EA Editore (2012)
16. AA.VV. Catalogo Intern. d’Arte Moderna MDS, n. 12, pag. 285, Ed. CIDA (2012)
17. AA.VV. Effetto Arte, pag 143, Anno III, n.1, EA Editore (2013)