Biografia

Esplosioni di colore attraversano la tela, diramandosi in giochi di luci e ombre che catturano lo sguardo in un vortice di pura energia. Impossibile non innamorarsi delle sue opere

Un percorso artistico di tutto rispetto quello di Fabio Maddalo, che affonda le radici nella sperimentazione della contaminazione fra stili e si fregia di numerosi riconoscimenti, premi nazionali e internazionali, pubblicazioni su riviste specializzate.

Tutto è luce, tutto è energia nei dipinti dell’artista salentino. Energia che travolge e immerge lo spettatore in un universo dirompente, dove quel che a prima vista appare, nasconde ulteriori possibilità espressive. Si intrecciano pensieri e rami nelle composizioni astratte e figurative, che sembrano voler uscire dai confini definiti del quadro per emergere, prepotenti e pulsanti di vita, nella realtà, quasi ad imporre la loro presenza viva, palpitante, mai scontata o banale, ebbra di quell’energia vitale che permea ogni tratto tracciato sulla tela.

Nelle opere di Fabio Maddalo si nascondono profili di volti, che appaiono solo agli occhi in grado di spostarsi dal piano delle impressioni apparenti a quello dell’essenza, un piano che vive nelle pieghe dell’anima, nella capacità di vedere oltre i confini di un mondo che spesso si limita ad apparire, nascondendo quel che in realtà è. E anche quando le atmosfere si fanno cupe, le energie cromatiche esplodono nella loro intensità divergente, nel loro essere specchio del sentire dell’artista, del suo modo passionale di leggere il mondo, della sua ricerca dei nessi tra le cose, nessi che a volte sfuggono, rappresentando la rottura e la ricerca di senso della sensibilità estetica contemporanea.

Passione, intensità, energia, tutto questo è Fabio Maddalo nella sua espressione artistica. Nessuna sfumatura delicata. Nessuna indecisione. Il colore esplode, frantuma le certezze, costringe lo sguardo a indagare, a perdersi nei tramonti accesi e nei rami che si protendono al cielo, oltre la cornice, al di là dei limiti, per poi tornare alla stabilità delle radici, ai giochi espressivi, ai volti finalmente visibili, che sono lì a ricordarci quanto dietro le apparenze sensibili, possano esserci infinite possibilità.

“Energie Cromatiche” attraversano l’anima, ramificano nelle vene, esplodono in pulsazioni di luce e si fermano lì, tra il cuore e un respiro, solo per il tempo di un battito, un battito di pura passione, un battito intenso di vita.

Formazione artistica

Fabio Maddalo, nato nel 1964, da sempre interessato all’arte, inizia la sua attività nel 1989 frequentando numerosi corsi sulla creazione di mosaici e decorazione di terracotta e ceramica. Nel 1995 intraprende il percorso alle arti figurative e assimila nel corso degli anni una profonda conoscenza delle diverse tecniche artistiche. Nelle sue opere i colori vengono sovrapposti e sapientemente combinati, dando origine a particolari sfondi che sono il risultato di una profonda esternazione di energia e spontaneità. L’artista fonde figure ben delineate e definite ad altre appena tratteggiate che si confondono nello sfondo in un risultato di sicuro effetto visivo. Utilizza solitamente la tecnica a colori acrilici ma non manca a utilizzare materiali vari come sabbia, tela di juta e filo di nylon in una continua sperimentazione.

Valutazione artistica

Rivista Euro Arte marzo 2014
Fabio Maddalo, filtra la realtà attraverso l’astrattismo dei suoi lavori, materializza emozioni che appaiono a coloro che le osservano in un agglomerato di colori, sempre ben dosati e ben accostati con sapiente maestria, nulla è lasciato al caso. Il vedere e non vedere è quello che il fruitore percepisce nei lavori dell’artista, sfumature di emozioni e di ricordi, appagamenti personali di visioni oniriche, rimembranze antiche che si amalgamano attraverso la contemporaneità e si materializzano su quei pochi centimetri quadrati di tela per formare quei piccoli “fotogrammi” che visti in sequenza danno la sensazione di guardare un film: quello personale, già vissuto. I lavori di Fabio Maddalo si strutturano con fondi di puro astrattismo e simbologie di tendenza classica, in comune hanno un costrutto di colori accesi; la sua forza interiore è rappresentata con l’uso del colore e della gestualità istintiva di un bravo artista che con maestria usa e gestisce, con colature e pennellate, il giusto dosaggio di colore.

Attestati / Premi

* 24 Maggio 2014 - XVIII Concorso Nazionale di Poesia e Pittura "Trofeo Città di Lecce" Menzione d'Onore della Giuria
* 31 Agosto 2014 - 3° Edizione Festival Stelle Del Mediterraneo - Premiazione Artistica
8 Agosto - Premio Levante - Villaggio Conca Specchiulla - Otranto (Le)
* 21 Dicembre 2014 - Premio Città di New York 2014
* 28 Marzo 2015 - Premio Lupiae 2015
* Premio D'Onore "Fascino Barocco" Teatro Paisiello - 15 Ottobre 2015 Lecce