Biografia

Flavio Pellegrini è nato a Brescia nel 1960.
Ha una formazione tecnica, ma questo non limita la sua estrosa e florida fantasia.
Inizia dal 1999 un percorso misto fatto di tecnicismi e armonie, di studi e sperimentazioni.
Adotta il legno come materia modellabile caratterizzandolo di volta in volta con elementi geometrici.
Al tratto istintivo ed estemporaneo predilige algoritmi matematici.
La sua ricerca prosegue in maniera continua attraverso l’evoluzione dei propri metodi e traendo ispirazione da metodologie studiate da matematici del XVIII secolo.
Trova e mette a punto metodi personali per generare grafie e forme e dare profondità alle sue composizioni.
La matematica armonica così applicata alla scultura riesce a sintonizzare la percezione visiva e tattile dell'osservatore all’ordine che la governa

Applica la modulazione dei riflessi per esercitare una continua variazione delle visioni prospettiche
I suoi lavori sono caratterizzati, in un primo impatto, da un forte mistero per poi, con una visione più attenta, svelarsi in intriganti ed eleganti Forme d’ordine

Lavora, studia, ricerca e sperimenta a Flero (Brescia)

Formazione artistica

Ricerca e sperimenta dal 1999 nuove tecniche scultoree.
Approfondisce lo studio con riferimenti informatici-tecnologici
Studia il dinamismo delle opere legate alla luce.
La matematica armonica è alla base delle sue ricerche.

Nel 2014 la sua prima mostra personale: Forme d’ordine.

Tematiche

Astratto geometrico

La superficie modulata, che catturata e riflette la luce,
deve far sorgere spontaneo il desiderio di ricercare nuove visuali e di accarezzarla

Tecniche

Utilizza il legno come materia dominante per le sue opere.
Predilige il nero
Scultura programmata

Bibliografia

catalogo PREMIO Ghidoni 2015
catalogo Tendenze armoniche AAC 2016



Attestati / Premi

in finale al Premio Ghidoni 2015