Biografia

Franco Spaccia è nato a Capranica, un paesino di circa 5000 abitanti, in provincia di Viterbo, il 25 novembre 1955.

Fin dai primissimi anni dimostrò una eccezionale predisposizione per la pittura e un grandissimo amore per l'arte in modo tale da attirare l'attenzione di tutti coloro che ebbero l'occasione di conoscerlo. Furono queste doti che gli permisero di essere accettato quale allievo nello studio del pittore E. Francois, dove rimase dal 1972 al 1978 perfezionandosi in disegno e studiando vane tecniche.

Più tardi l'artista formò la propria cultura di autodidatta, studiando particolarmente i maestri dell'impressionismo francese e dell'espressionismo soprattutto tedesco, seguendone tutti gli sviluppi fino alle tendenze moderne.

Nel 1972 la prima Mostra personale allestita presso lo studio d'arte C.I.P.A. di Napoli, con larghi consensi presso la critica e da moltissimi collezionisti. Nello stesso anno riceve la coppa d'argento del segretario regionale campano della Federazione. Inoltre viene iscritto nell'albo europeo degli Artisti.

Nel 1973 vince la medaglia d'oro al concorso internazionale "Pittori d'oggi" a Napoli. Seconda personale allo studio d'arte C.I.P.A. Soggiorna per circa un anno a Parigi.

1974 - Mostra presso la Galleria Europa di Roma (coppa). Membro accademico Guglielmo Marconi.

1975 - Si trasferisce a Campagnano di Roma, dopo il suo matrimonio con "Carima", dalla quale avrà due figli, Erika e Valentino. Inizia una carriera di dirigente presso un importante azienda commerciale. Personale alla galleria "Due Leoni" di Roma.

1976 - Espone alla Galleria Europa di Roma. Vìnce la medaglia d'oro al concorso Pittori romani. Collettive a Parigi, Nizza, Montecarlo. Personale alla galleria "La Tavolozza" di Latina.

1977 - Importante personale al Circolo dei Medici di Napoli, mercanti d'arte iniziano ad interessarsi delle sue opere. Medaglia d'oro "1"' biennale d'arte contemporanea". Targa d'argento a menzione speciale della giuria "Nuova Figurazione" Roma. Soggiorna per un breve periodo in Svizzera.

1978 - Personale presso la galleria "La Tavolozza" di Latina. Con il patrocinio del Comune espone presso il Palazzo Comunale di Campagnano di Roma. Inizia a collaborare con l'Associazione Culturale di Campagnano come scenografo per carri allegorici e scenografie teatrali. Si ricorda in particolare il bellissimo carro "Dragonda" ispirato al Marco Polo televisivo. Autore per quattro anni del Palio, primo premio per la contrada vincitnce, in occasione della festa di Sant'Antonio Abate.

1979 - Personale alla galleria "Nuova Figurazione" di Roma. Collettive a Napoli, Bari, Bologna, Milano. Legion d'oro dell'unione del comitato italiano O.N.G. presso le nazioni unite.

1980 - Espone di nuovo al Circolo dei Medici di Napoli. Cavaliere dell'ordine militare di S. Brigida di Svezia. Collettive a Roma, Napoli e Milano.

1981 - Personale alla galleria "Nuova Figurazione" di Roma. Inizia ad occuparsi anche di fotografia e collabora ad alcuni servizi giornalistici e cinematografici. Un breve viaggio a Parigi rafforza la sua partecipazione ad alcuni gruppi artistici.

1982 - 83 - Acquista una casa a Roma e vi si trasferisce con la famiglia. Conosce e frequenta pittori noti e meno noti della Capitale ed entra a far parte di diversi gruppi culturali, che lo vedono protagonista nel bene e nel male, assumersi la fama di pittore polemico. Ma Spaccia, (ermo nei suoi principi e saldo sugli scopi ai quali ogni vero artista ed associazione non possono sottrarsi, abbandona ben presto l'ambiente.

1984 - Collettive "Galleria Colonna , primavera e autunno romano. Alcuni suoi disegni vengono pubblicati da riviste specializzate.

1985 - Fiera internazionale "N'alale oggi' a Roma. Collettive a Roma. Lascia il posto di dirigente per dedicarsi completamente alla pittura. Muore il padre.

1986 - Partecipa, su invito, al concorso Palombmi a Roma. Gli viene conferita una targa di riconoscimento dall'Associazione "De Angelis" per l'opera svolta al servizio de] paese di Campagnano. Riceve il premio San Giovanni (3° posto). Collettive a Roma, Chianciano, Fiuggi.

1987 - E fondatore di "Naturalia arte cultura e ambiente", ed organizza varie collettive tra cui "Natale Insieme" a Largo Arenula con la collaborazione dei commercianti del posto. Premio oscar della pittura (ospite).

1988 - Mostra Antologica al Palazzo Comunale di Campagnano di Roma. Personale alla galleria Valle Giulia di Roma. Estemporanea di pittura "Naturaha' a via dei Giubbonan. Premio simpatia (ospite). Conosce il pittore Ennio Calabria di cui diviene amico e dal quale riceve consigli ed incoraggiamento al proseguo della sua ricerca artistica.

1989 - Mostre a Taormina, Giardini Naxos. Collettive a Roma, Parigi, Bologna. Premio "Orsa Maggiore e Minore" (Invitato). Apre la Galleria d'Arte "Immagina" per un esposizione permanente delle sue opere.

1990 - Si separa dalla moglie" Carima". Inizia ad interessarsi di restauri d'Arte, collaborando a Roma con noti restauratori. Premio Calice d'oro 1990 di Firenze. Collettiva alla Galleria Centro Storico di Firenze a fianco dei maestri Brindisi, Fiume, Cassinari e Guttuso (alla memoria). Premio Èrcole d'oro 30° anniversario (ospite). Personale Galleria Alba di Ferrara. Arte Expo 90 Bologna. Entra a far parte del Circolo Artistico di Bologna. 1° premio Istituto Beni Artistici e Culturali di Lucca con l'opera "Espressioni". Collabora a diverse riviste d'arte. Tevere Expo 1990.

1991 - Conosce Angela, che sposerà qualche tempo dopo. Ospite d'onore al Premio Leonardo da Vinci per il Giornalismo, sue litografie sono donate all'Arma dei Carabinieri e ad innumerevoli direttori e giornalisti di quotidiani. Si trasferisce a Sacrolano vicino Roma, per stare più vicino ai suoi due figli. Mostre nei palazzi comunali di Sacrolano, Formello. Collettive a Roma. Importante Mostra a Gerace (RC). Mostra a Calcata (VT).

1992 - Muore la madre. Decide di ritornare a vivere a Capranica e condividere le proprie emozioni con la sua gente. Il Comune gli organizza una Mostra presso il Palazzo Comunale. Importante mostra nei saloni dello storico Caffè Schenardi di Viterbo. La Stampa del luogo si interessa di lui con notevole risalto, personalità politiche e culturali ne apprezzano il lavoro.

1993 - Inizia la produzione di Ceramiche. Mostre a Viterbo, Sonano nel Cimino, Canepina, Sutn, Gradoli, Grotte di Castro, Monteromano, Caprarola, Manziana.

1994 - Premio per il trentennale della fondazione della Cassa Rurale ed Artigiana di Barbarano Romano. Dato il successo ottenuto ripete con una mostra itinerante le località del viterbese dell'anno precedente.

1995 - Collettive a Firenze, Bologna, Parigi. Personale tra il verde dei vivai "Spazio Aperto Nicolini" Capranica. Dopo una breve parentesi politica, inizia la collaborazione in una affermata azienda di televendite, che lascerà l'anno successivo.

1996 - Sue opere sono richieste sul mercato. Riprende a pieno ritmo a dipingere, riprendendo le tematiche della sua terra "La Tuscia".

Dal 1997, si è ritirato in Calabria, terra di sua moglie, dove ha aperto un'altra galleria a Gerace, sulla costa ionica. Una città monumentale e ricca di storia.


HANNO SCRITTO DI LUI:

F. Andreotti, G. Cosatto, O. Nucciatelli, G. Di Mattia, G.V. Pallai, E. Costantino, V. Luciani, A. Cerri, P. De Angelis, E. Francois, E. Vosa, E. Calabria, G. Liguon, G. Mancini, M. Cassinelli, E. Giovanlorte, G. Pampallona, A. Socciarelli, F. Paglia, N. Santocchi, M. Bonatesta, V. Àbrami ed altri...

GIORNALI E RIVISTE:

Il Tempo, II Messaggero, Paese Sera, L'Unità, II Semaforo, II Giornale d'Italia, Master Magazine, La Riviera di Napoli, II Mattino, II Corriere di Roma, L'Osservatore Romano, Galleria Veneta, Incontri d'Arte, Edizioni Eur, La Repubblica, II Corriere di Viterbo, II Corriere Adriatico, Grandangolo, Piramide In, Abitare, Teleuropa, Allò Proposte, Interarte, Annuario dati sull'Equitazione 1989, Porta Portese, Catalogo d'Arie Annuario Comed, Edizioni il Quadraro, L'Elite selezione artisti italiani, F^nciclopedia Arte Italiana Celii, Catalogo dell'arte Moderna Italiana n. 25 Mondadori, I Grandi Maestri del XX Secolo, ecc... Partecipazioni e servizi a riprese televisive da canali privati e dalla RAI.

Formazione artistica

Franco Spaccia è nato a Capranica, un paesino di circa 5000 abitanti, in provincia di Viterbo, nel 1955. Fin dai primissimi anni dimostrò una eccezionale predisposizione per la pittura e un grandissimo amore per l'arte in modo tale da attirare l'attenzione di tutti coloro che ebbero l'occasione di conoscerlo. Per queste doti è stato accettato quale allievo nello studio del pittore Eduard Francois, dove rimase dal 1972 al 1978 perfezionandosi in disegno e studiando varie tecniche. Più tardi formò la propria cultura, studiando particolarmente i maestri dell'impressionismo francese e dell'espressionismo soprattutto tedesco, seguendone tutti gli sviluppi fino alle tendenze moderne. Nel 1972 la prima mostra personale allestita presso lo studio d'arte c.i.p.a. di Napoli, con larghi consensi presso la critica e da moltissimi collezionisti. Da allora un susseguirsi di mostre personali sia in Italia che all'estero, riscotendo ovunque consensi, premi e riconoscimenti. Spesso è ospite d'onore nelle manifestazioni artistiche a fianco di grandi maestri, tra cui E. Calabria di cui diviene amico e dal quale riceve consigli ed incoraggiamento al proseguo della sua ricerca artistica. Dopo la morte dei suoi genitori, trascorre un lungo periodo in giro per l'Europa. E’ di nuovo a Roma nel 1990, dove si dedica all'insegnamento, conoscendo tra gli altri Angela, sua allieva, che sposa qualche tempo dopo. Conosce così più da vicino la Calabria, terra natia della moglie, da cui rimane affascinato e comincia a dipingerla in tutte le sue sfumature, al punto di aprire una galleria d'arte a Gerace, paese monumentale e ricco di storia. Oggi è un pittore molto apprezzato. Le sue quotazioni sono in costante ascesa. francospaccia@tiscali.it

Valutazione artistica

I prezzi dei dipinti sono:
Olio (o acrilico) su tela di dimensioni 50x60 cm, euro 600/700;
Olio (o acrilico) su tela di dimensioni 50x70 cm, euro 800/1000;
Olio (o acrilico) su tela di dimensioni 70x100 cm, euro 1300;
Acquarello o tecnica mista su carta di dimensioni 30x40 cm, euro 200.