Biografia

Marco Donati (IMISTICOIMPERFETTO) Tel.3398839259 .
Email fochista67@tiscali.it,
nato a Campi Bisenzio il 6 Gennaio 1967. Lavoro nel tessile sono un Conduttore di Generatori di Vapore PATENTATO 2°. La passione per l'arte e il suo mondo mi ha sempre affascinato,piace eseguire disegni a china,ma la passione vera e propria l'ho scoperta nel 2007 nello scolpire il legno trovato lungo i sentieri dell' Appennino Tosco-Emiliano.Eseguo scultura e incisione a punta di coltello.

Formazione artistica

Autodidatta, è nata cosi per caso questa passione,giorno dopo giorno coltivo dentro esibendo in pubblico le mie opere, con mostre collettive e personali.

Tematiche

Il legno caldo e sempre vivo. Raccolgo pezzi trovati che giaciono a terra,ascolto e traggo ciò che sentono le mani,il pensiero,l'anima del tocco ligneo. Ciò che ne esce è ciò che esso vuole,semplice mantenendo l'anima pura nelle sue nervature.

Tecniche

Uso attrezzatura manuale - Sgorbie,Scalpelli,Raspe,Menarola,Carta vetrata per rifinire, finendo con protezione di Cera d'api naturale per nutrire e lucidare il legno e mantenere i sui colori e le venature che ha in natura.

Valutazione artistica

MARCO DONATI

Lo scultore Marco Donati ha trovato un modo
espressivo,semplice,originale e personale che gli
permette di dare alle sue opere quell'impronta di unicità che è alla base di fare arte.
Da sempre affascinato dal naturale,grande amante del bosco,trascorre li buona parte del suo tempo
libero e a contatto diretto con la natura ricerca la sua esatta dimensione.
La scelta del materiale gli si è rivelata dalla vista di un grande e vecchio castagno che,sebbene apparentemente morto e secco,riusciva ancora a generare germogli e ramoscelli,in una sorta di ostinato attaccamento alla vita,cosa che tutt'oggi,è ritenuta peculiarità esclusiva del genere umano.
l'intaglio del legno e le pitture rupestri sono state fra le prime espressioni artistico-artigianali dell'uomo e da sempre materiale per la sua duttilità è stato privilegiato per la creazione di statue e suppellettili. Si potrebbero citare decine e decine di esempi ma io ritengo di doverlo accostare all'Objet Trouvè dadaista di Hans Arp in quanto noto una convergenza concettuale più ispirata al bioformismo che al meccanoformismo.
Proprio in ossequio alla suggestione primaria ricevuta,per la realizzazione delle sue opere,raccoglie i rami morti che trova sul terreno evitando di segarli dalla pianta perchè non fa parte della sua filosofia creare distruggendo ma opera con convinzione che ogni forma di vita vada rispettata,offrendo,cosi,anche un forte messaggio di natura ecologico-ambientalista.
Prima di scolpire studia attentamente il pezzo grezzo lasciandosi ispirare dalle sue forme bizzarre,cercando di adattare il più possibile il modellato alle sinuosità naturali del ramo. Quindi andando per sottrazione cerca la sua opera eseguendola per termini armonici e non provocatori.
Nasce cosi una produzione di opere dalle forme zoomorfe,antropomorfe e di genere fantastico come un vero e proprio bestiario di stampo medioevale popolato da mostri fra i quali alcuni ripresi dai doccioni della cattedrali gotiche.
Marco,a volte,è costretto ad intervenire più drasticamente sul pezzo trovato in natura perchè sta alla sua sensibilità capire quanto togliere per raggiungere la forma compiuta,internamente sentita, infatti per esigenze espressive e di modellato deve segare,riassemblare ed innestare sempre però tenendo d'occhio la fluidità compositiva dell'opera.
Rimanendo fedele alla sua filosofia artistica,unisce le necessarie appendici al corpo primario con perni e viti rigorosamente lignei in quanto restio a contaminare il suo materiale con corpi estranei che violerebbero l'unicità monomaterica. Marco,raggiunta la formacercata,non lascia l'opera grezza ma la unifica lisciando e levigando tutte le impurità dell'intaglio,ottenendo una superficie levigatissima che successivamente lucida con gomma lacca e cera d'api.
Questa operazione, a mio parere,ha un triplice funzione: rende l'opera più leggera e più librata nello spazio facendole perdere quella parte di peso specifico che l'avrebbe tenuta troppo ancorata a terra. Rende la forma più astratta ( abstractus = tratto fuori) perchè,appunto,la traggono fuori dal contesto reale mostrandocela in tutto il suo armonico andamento modulare e facendola apprezzare in tutta la sua essenzialità.
Infine questa finitura fa perdere all'opera la marezzatura chiaroscurale data dalle asperità e dalle tonalità lignee liberandola dallo status di casualità transitoria in favore dell'eternizzazione, in quanto l'artista,nella sua opera,non cerca la transitorietà e la coducità delle cose ma la loro solidità ed immortalità.
Esorto Marco a continuare sulla strada intrapresa consigliandolo di non abbandonare la continua ricerca artistica,perchè,come nella vita,proprio attraverso la costante curiosità si riesce a crescere.


ENRICO GUARNIERI

Bibliografia

PENSIERI TRA LE MANI

Come farfalle volano i pensieri, catturati dalle mani

lasciano il segno su te umile, sovrano legno.

L'emozione, il mio stato d'animo prende forma in

quell'istante fermando un momento della vita,

del pensiero di un periodo nel tempo fissato.

Marco Donati

Vedere l'arte,vivere l'arte ,qualsiasi essa sia, è una fantasia racchiusa dall'artista, dal suo pensiero in un periodo della propria vita.
Le emozioni provate sono immense,il sentimento sfogato su un ceppo lascia libertà di movimento alle dita, alle mani, colpi di sgorbia, tirar fuori qualcosa che ancor prima di cominciare non sai cosa sia, non sei sicuro cosa possa essere,cosa può diventare
e.................... dopo..............................................................
Come per incanto inizia il pensiero, vedere una sfocata forma, forse imprigionata all'interno del legno,all'interno di quel particolare ceppo che pian piano si materializza e il sogno diventa realtà.
Le forme smussate danno vita, il profumo che sprigiona prende cuore e anima.
Le venature con forme circolari geometriche giocano con la visuale,come pezzi di mosaico rappresentano uno vicino l'altro un momento della vita,
un attimo di fantasia, di istanti composti …
…...cosi semplicemente in ….......................


“ Pensieri tra le mani “




Marco Donati Tel.3398839259
Email fochista67@tiscali.it

Attestati / Premi

Marco Donati. Tel.3398839259 .
Email fochista67@tiscali.it

MOSTRE ESEGUITE

Mostra collettiva con l'Associazione Culturale Stenterello, in occasione della 35 festa dei SS. Patroni,
5° appuntamento con l'arte,
dal 22 Giugno 2009, al 3 luglio 2009.
Presso il teatro del Circolo MCL “Il Gorinello”,
via del Santo,3 Località San Piero a Ponti (FI).

Mostra personale “Pensieri tra le mani”,con il Patrocinio del Comune di Campi Bisenzio, presso “Le Freack c'est Chic”, a Campi Bisenzio dal 25 Luglio 2009, al 31 Agosto 2009.

Mostra collettiva “UOMINI,dolce e forte”con il Patrocinio del Comune di Campi Bisenzio,presso “Le Freack c'est Chic”,a Campi Bisenzio dal 1 Settembre 2009, al 19 Settembre 2009.




Articolo su “Metropoli” ,in data 19 Giugno 2009 venerdì,
OPERARTE , uomini,dolce e forte.


Mostra collettiva “ Arte nel parco, incontri d'arte” con il Patrocinio del Comune di Campi Bisenzio,presso Limonaia villa Montalvo, incontro con l'associazione Oltrarte di Canneto Pavese, inaugurazione con le Autorità Amministrative,
dal 12 Settembre 2009, al 13 Settembre 2009.


Mostra collettiva circolo A.R.C.I. Salone rinascita Sezione Cultura Sesto Fiorentino via Matteotti 18, inaugurazione con le Autorità Amministrative,
Dal 12 Settembre 2009, al 20 Settembre 2009


Villa Rucellai, adesione alla “MARCIA MONDIALE PER LA PACE E LA NONVIOLENZA”
“La Città VISIBILE – Meeting dell’Inclusione”
mostra collettiva a tema di arti visive (scultura,grafica, pittura, arti plastiche), con il Patrocinio del Comune di Campi Bisenzio, venerdì 2 ottobre 2009 , giovedì 12 novembre 2009.Inaugurazione con il Sindaco del Comune di Campi Bisenzio,l'Autorità amministrative,intervento Televisivo Regionale “TVR” con intervista .



Villa Montalvo -1 Gennaio 2010 presentazione brochure riguardante opere e biografie degli artisti che hanno partecipato alla mostra
“MARCIA MONDIALE PER LA PACE E LA NONVIOLENZA”
“La Città VISIBILE – Meeting dell’Inclusione”
mostra collettiva a tema di arti visive (scultura,grafica, pittura, arti plastiche), con il Patrocinio del Comune di Campi Bisenzio, eseguita venerdì 2 ottobre 2009.
Articolo su “Metropoli”


PARTECIPAZIONE mostra 16 Aprile2010
Associazione Culturale Operarte - Monklands Art Club
presentano – present
“Gemellaggio Artistico” - “Art Twinning”
il 16 aprile 2010 si tiene ad Airdrie, Scotland l’inaugurazione di una mostra
collettiva di pittura che vedrà la partecipazione dei seguenti artisti:
on 16 April in Airdrie will take place the opening of the collective art
exhibition by the following artists :
Associazione Culturale OPERARTE - Campi Bisenzio:
Maria Cristina Bautista, Rolando Benvenuti, Eliana Stefania Bonacchi, Edward Butler,
Maria Antonietta Canalini, Rita Checcherini. Samantha Cianchi, Marco Donati, Alessandro Fedeli,
Brunella Fontani, Simonetta Fontani, Martino Golini, Vladimiro Landini, Anna Maria Maremmi,
Bruna Mazzanti, Daniela Papucci,
Monklands Art Club - Airdrie, Scotland
John Conner, Archie Fallow, Kathleen Fallow, Irene Laird, Jim McKenzie,
Jan Mills, Allan Mullen, Robert Mullen, Barbara Scott, Adele Stephen, Gordon Waddell, May Woods.
Gli artisti italiani donano agli amici artisti scozzesi le tele a tema unico
“Profumi e Colori della Toscana”
The artists give away to their Scottish friends all the paintings on
"Colours and scents of Tuscany".
Campi Bisenzio si è gemellata con Monklands, ora North Lanarkshire Council, in Scozia, il
6 ottobre 1988; la cerimonia solenne fu celebrata il 20 ottobre dello stesso anno.
Campi bisenzio is twinned with Monklands, now NorthLanarkshire, since 6 October 1988; the official
ceremony took place on 20 October of the same year.