Biografia

Formazione artistica

Maurizio Azzoguidi nasce a Vercelli il 3 maggio del 1960 e risiede in Ancona.
Appassionato di disegno e pittura sin da ragazzo, viene instradato all’uso dell’olio dal compianto pittore anconetano Reno Fabretti (1905-1983) il quale rafforza nel giovane Maurizio la passione per la pittura figurativa, in particolare per quella di paesaggio, eseguita anche e soprattutto en plain air.
All’età di 14 anni partecipa cosi all’estemporanea Riviera del Conero dove guadagna il terzo posto per la sezione giovani.
Gli impegni lavorativi lo distolgono per lungo tempo dalla pratica pittorica che rimane però sempre una sua grande passione.
Nel 2006 M.A. si è riavvicinato in modo continuo all’arte figurativa sia con la tecnica del pastello che dell’olio, e partecipando a mostre collettive (per lo più Marguttiane organizzate dall’associazione Archivivi di Ancona) e ad estemporanee. E’ del 2008 l’assegnazione del 1° premio in occasione dell’estemporanea organizzata dal Comune di Agugliano (AN), e l’inserimento tra gli artisti segnalati del Premio Artemisia.

Tematiche

La pittura di M.A. trae insegnamento dalle correnti pittoriche che hanno caratterizzato i periodo a cavallo tra il XIX e XX sec. in Europa ed America, ponendo maggior attenzione alle suggestioni offerte dalla poetica Impressionista, dai Macchiaioli e dall’americano E. Hopper.
La prerogativa della sua opera è infatti la ricerca della luce e del colore capace di rendere queste suggestioni luministiche; e così che la scelta del soggetto ricade non tanto sulla forma , quanto sui contrasti di luce ed ombra, o sulla predilezione di situazioni atmosferiche che illuminano l’oggetto investendolo di luce particolare, capace, in qualche modo, di renderlo carico di poesia e di fascino. La tecnica di rappresentazione pur rispettosa della realtà, si propone di essere il più possibile asciutta e sintetica per mantenere la freschezza e la spontaneità dell’impressione.