Biografia

Mejo nasce il 29 agosto del 1982 a Padova (Italy), amante dell’arte in tutta la sua totalità, curioso osservatore del quotidiano, di ciò che vive e che gli da emozioni.
Musicista e Pittore inizia il suo percorso artistico da autodidatta studiando alcuni libri di anatomia tra i quali Burne Hogarth, Gray, Kimber, Pozza regalati dalla sorella anch’essa pittrice e insegnante di educazione artistica.


Per lui l'importante è vivere tutto, ogni situazione e quindi sperimentare e sperimentarsi in varie mansioni non fanno che aumentare la propria conoscenza, capire realmente anche la durezza della vita, la vita di tutti i giorni.

Il suo amore per l arte, tutta, è infinito, vive in essa e respira ogni sua divergenza così da cogliere il suo fascino quel motivo di vita che lo rende felice…dalla musica (ex batterista degli Amniotica, Il parco dei Tigli, attualmente batterista e cantante dei Wornout), alla pittura.

Un amore per l'arte trasmessogli dalla sorella, la quale lo accompagna spesso a varie mostre girando varie città italiane come Roma, Venezia, Bologna ecc…

Per lui l'arte è dentro chiunque sia sensibile, chiunque si emozioni in positivo e anche in negativo, l'arte è riuscire poi ad esporre "all'altro" l'emozione vissuta il dolore assorbito e/o la denuncia verso un qualcosa nel suo caso la società, tutto questo tramite un mezzo che sia esso pittura, musica, scultura poesia ecc...ognuno sa dove far defluire al meglio questa fuga di passione e concetto.

La sua pittura è essenziale, minimale, quasi grezza, gestuale,decisa e istintiva con un approccio alla figura volutamente quasi infantile, deformante questo per affrontare le sue tematiche espresse nella maniera più cruda possibile! Non esistono “modi migliori” per lui per esprimere quello che vede e che vuole protestare tramite le sue opere!

Una sorta di urlo liberatorio…della sua rabbia interiore.
La sua scuola è la strada, l esperienza, la crescita, il “vivere” appieno tutto!
Le sue influenze artistiche derivano da tutti quegli artisti considerati "astrattisti concettuali" tra i più importanti: Jean Micheal Basquiat, J.Pollock, A. Warhol, K. Haring, J.Dubuffet ecc..

Pittura collage-style su tela e cartone pressato:

"Cerco di esprimere quello che vivo e sento tutti i giorni nel quotidiano, per strada....raccogliendo l'emozione che mi penetra per poi spalmarla sulla tela o anche su altri materiali (cartoni ecc..) in maniera minimale, quasi grezza, in un movimento gestuale e istintivo.

Come disse Jackson Pollock per me è lo stesso: "Non dipingo sul cavalletto. Preferisco fissare le tele sul muro o sul pavimento. Ho bisogno dell'opposizione che mi dà una superficie dura. Sul pavimento mi trovo più a mio agio. Mi sento più vicino al dipinto, quasi come fossi parte di lui, perché in questo modo posso camminarci attorno, lavorarci da tutti e quattro i lati ed essere letteralmente "dentro" al dipinto."


Lo strumento che uso è principalmente la spatola per poi spaziare con spugne,frattoni, carboncino, bastoncini e altri oggetti."


Attualmente vive e lavora a Padova.

Formazione artistica

street

Valutazione artistica

Espone in svariate location e gallerie tra i quali:
- Barcellona in "Dimensiones abstractas 2012" presso la Crisolart Galleries
- New York USA in Abstract dimensions and real figures IV edition presso la Crisolart Galleries
- Collettiva "Lirica Materia" presso la Galleria Emma Infante (Torino)
- Galleria Accorsi arte (Torino)
- Zoom Zoom Festival (Pd)
- 6A Biennale internazionale d'arte contemporanea di Ferrara
- Viareggio Art Project Mostra D'Arte Contemporanea 2012 Musei Civici Villa Paolina Bonaparte - Viareggio.
- RASSEGNA GIOVANI ARTISTI - SpalmARTE - Monselice (Pd)
- Artist Wanted (www.artistswanted.org) partecipazione 18 giugno 2012 evento a Times Square, Broadway and 43rd Street (USA).
- Esposizione presso Museo civico di Striano (Napoli).IMAGINE 2012 concorso internazionale di arte contemporanea.
- MontegranART! 2012 Montegranaro (FM)
- ARTE PADOVA 2012
- Personale presso Donna Irene (Pd)
- Personale presso La Casana (Pd)
- Personale presso Peppotto (Pd)

Attestati / Premi

Testo critico d’Arte delle opere di Alberto Meggiorin Mejo

È sorprendente la stesura e la combinazione cromatica che Mejo riesce ad imprimere sulle tele
uno sfondo che sembra deciso da una equipe di esperti della pittura fresca e luminosissima , su cui lui decide di disegnare stilizzati al limite della sintesi , personaggi e animali ,
come in una calcomania metropolitana evoca graffiti preisto
rici in chiave moderna che desiderano essere compresi da chiunque .
Mejo è genio di un genere modernissimo ed avanzato , in grado di attrarre i più grandi esperti di arte e quelli meno -
Le sue opere funzionano da ingrediente mancante che offre alla società del secondo millennio il vero Nuovo -
Mejo ama le sue opere, gioca con le severe regole del vero artista e in pieno dimostra che non scherza -
Padova, città di Mejo , lì dove nasce e vive, sembra possedere una gigantesca lente di ingrandimento che gli permette di comprendere la modernità e la esigenza dell’arte odierna ,
Mejo pittore del mondo, dal linguaggio Giapponese - Tedesco - Russo - Americano.
Ovunque nel mondo una sua opera sia appesa sarà in grado di comunicare telepaticamente con l’attento osservatore .
Le più complicate tracce di un simbolismo apparentemente semplice sono in grado di far discutere un sicuro e potenziale avanguardista sul perfetto binario del traguardo .
Mejo espone in moltissime gallerie italiane ed estere ( Crisolart Galleries di Barcellona e New York Usa ) e molte altre.
Mejo giovane artista è sicura promessa di successo.

Dott.ssa Daniela Accorsi