Biografia

Paola Rago,artista dall'animo irrequieto,ha una personalità forte e ricca di sfaccetature spesso di difficile comprensione.Attraverso le sue opere riesce ad esternare quello che è il tormento del suo animo rendendolo la migliore espressione di se...
Autodidatta,dopo il diploma,si iscrive a diversi corsi per soddisfare la sua creatività;si interessa di cinema,pubblicità,giornalismo e,non solo,collabora con associazioni socio-culturali e ambientaliste come il gruppo d'appoggio di GREENPEACE di Salerno.Eventi tragici le sconvolgono l'esistenza ed è costretta ad abbandonare tutto e chiudersi in un profondo isolamento.Nei primi anni '90 sente l'esigenza di usare il colore come terapia e si avvicina alla pittura informale,incominciano gli esperimenti e gli accostamenti dei materiali più svariati su differenti superfici:impasta,incolla,brucia,taglia,distrugge e ricostruisce pezzi di memoria...ed è così che il suo dolore sembra placarsi.La sua carriera espositiva inizia nel 1994 con il CENTRO ARTISTI SALERNITANI e da allora ha partecipato a diverse mostre collettive nazionali ed internazionali.Nel 2000 aderisce al movimento artistico-culturale:ESASPERATISMO LOGOS & BIDONE,fondato dal professor Adolfo Giuliani (info)www.esasperatismo.org;www.ilbidone.it
Negli ultimi anni ha ripreso a collaborare con diverse associazioni socio-artistico-culturali che operano sul suo territorio:LABORATORIO ZEZA,SPAZI ESPOSITIVI,ARGONAUTA,TIAL,COMITATO RINASCITA,AUT AUT,per citarne qualcuna.Si vede spesso promotrice,inoltre,di progetti in cui sono protagoniste le diverse espressioni artistiche,avvalendosi della collaborazione di musicisti,ballerini,attori,performer ecc. sia italiani che stranieri.
www.paolarago.it

Formazione artistica

AUTODIDATTA,diplomatasi nel 1986 all'istituto magistrale di Campagna (SA),frequenta corsi di vario genere,interessandosi di pubblicità,cinema,giornalismo per soddisfare la sua esigenza creativa...Nei primi anni '90 si avvicina alla pittura informale usando il colore come terapia al suo mal di vivere.

Tecniche

Sperimenta materiali diversi su superfici differenti:impasta,incolla,brucia,taglia,distrugge e ricostruisce pezzi di memoria...ed è così che il suo dolore sembra placarsi.