Biografia

Gianluca Petrini
Nato a Cagliari il 2 luglio 1970.
Ho frequentato la scuola orafa artigiana di Bruno Busonera in Cagliari.
Ho conseguito la specializzazione di artigiano orafo filigranista.
Attualmente si dedica prevalentemente alla pittura, passione di sempre, senza mai trascurare la pratica della sua specializzazione.

Formazione artistica

Gianluca Petrini
Nato a Cagliari il 2 luglio 1970.
Ho frequentato la scuola orafa artigiana di Bruno Busonera in Cagliari.
Ho conseguito la specializzazione di artigiano orafo filigranista.
Attualmente mi dedico prevalentemente alla pittura, passione di sempre, senza mai trascurare la pratica della mia specializzazione.

Tematiche

Io cerco sempre di spiegare attraverso i miei quadri l'animo, i tormenti e le miserie del genere umano.
A volte ci riesco bene, a volte un po' meno.
Il risultato dipende dallo stato d'animo in cui mi trovo immerso nel momento.
Non sono un pessimista.
I miei personaggi, infatti, hanno sempre la luce negli occhi.
La mia pittura è fatta di personaggi buffi, nasoni, arrabbiati, gioiosi.
Disegno individui deformati perché, in realtà, è così che siamo.
I miei personaggi non si nascondono mai.
Non indossano una maschera. Vogliono apparire come sono, con tutti i loro difetti.
Mi piacerebbe che tutte le persone fossero così! Sei libero di amarli per quello che sono, oppure no.
Sono convinto che la parte di bambino che c'è in ognuno di noi, non svanisca mai e sia solo soffocata.
Ci insegnano così, per diventare grandi.
Diventare "grandi" non sempre è una cosa buona.
Ho sempre guardato con ammirazione i disegni dei bambini, sono di una bellezza straordinaria: riescono a spiegare gioie e dolori, stravolgendo tutte le regole della fisica e della prospettiva. Vi sembrerà banale e folle ma considero i disegni dei bambini un'arte bella, sincera ed assoluta.
Un bambino, quando disegna, va incoraggiato affinché il bambino di oggi possa diventare il bambino di domani.

Valutazione artistica

Alla pittura di Gianluca Petrini ci si avvicina piano. Si comincia con un sorriso, c'è aria di divertimento...aria giocosa...ma poi si diventa seri, catturati da tutta l'opera armonica nel suo equilibrio cromatico e compositivo. Ciò che ci aveva fatto sorridere scopriamo essere il caleidoscopio abito ironico del disagio di vivere che l'artista mette al suo panorama pittorico. Sono rappresentati anche episodi della sua vita, raccontati con la forza del segno e del colore e ognuno di noi vi riscopre una certa appartenenza. Ogni sua tela è un racconto che si legge con curiosità e ci si sente catturati e coinvolti dalla storia iconica rileggendola più volte, cercando con interesse qualche particolare sfuggito alla prima lettura dell'opera. L'artista si rivela a tutto tondo, padrone del linguaggio visivo, sia grafico che pittorico, con grande abilità, grazie allo studio profondo dei canoni del disegno e della teoria del colore, che con la sua fine sensibilità adatta alle sue interpretazioni artistiche rendendole comprensibili a tutti. L.I. INSEGNANTE TECNICHE ARTISTICHE.


"....sono solo un giullare con i pennelli in mano, non perché non possa fare altro, semplicemente perché mi sento bene ad esprimermi così......tutto quello che disegno è frutto della memoria visiva....." Così ama definirsi Gianluca, un artista pieno, le cui opere, all'occhio limitato del profano, possono apparire in una dimensione ben lontana da quello che è l'enorme valore intrinseco che posseggono.E' la sua umiltà a velare quella singolare dote, riuscendo egli a "narrare" anche nella più piccola delle sue opere, in cui nasute figurine si affaccendano, in un modo semplicemente geniale. Forte di una lunga esperienza nella ricerca della buona arte, Gigarte presenta e pone Gianluca Petrini in quel ristretto numero di pittori che in un futuro non molto lontano farà parlare artisticamente di sé, e invita i collezionisti a guardare le sue opere con molta più attenzione di quanto abbiano fatto sinora e a farci quel pensierino che, al momento, è ancora alla portata di tutti e che presto potrebbe risultare quella buona opportunità mancata. GIGARTE


Ecco un gran simpatico artista, che dire, Bravo?Grande? Fantastico? con i suoi mezzi espressivi da gran maestro del fumetto. Ho conosciuto l'Uomo, l'Artista, il Genio di Benito Jacovitti, e credo che lui sarebbe entusiasta dei suoi lavori. MAESTRO AURELIO VILLANOVA


Gianluca Petrini, con sottile ed intelligente trasposizione pittorica, sottolinea vari aspetti della società contemporanea cogliendone i più significativi. Lo fa con garbo, con tratto allegorico, senza chiasso ma con quella forza d'animo che caratterizza l'artista quale egli è. Le sue opere sono un messaggio su cui è necessario riflettere e che ben esprimono il ruolo sociale che l'arte deve avere. BENIAMINO AGUS(AMPSICORA)


Profondi significati palesi e reconditi che vengono evidenziati da PETRINI Gianluca rendono i suoi dipinti un punto di riferimento sociologico molto importante che fa scuola quantomeno di vita comportamentale. Essi sono chiari messaggi densi di saggezza, valori umani, amore per la vita e per la natura, che aldilà delle fattezze di forma, tecnica e quant'altro, invitano tutti ad un comportamento degno e più consono dell'umano vivere. MARIO E. D'IPPOLITO (MEDART)


Aldilà dell'ovvio, per continuare a stupirci. Sei grande. LEONARDO AMARO


Mi hai restituito al sogno, con i tuoi colori e la grazia delle tue immagini.Non perderti d'animo.Vali. RAFFAELA CANCEDDA


Le tue opere nella loro apparente semplicità, nascondono, in realtà, contenuti sociali notevoli. Esse raccontano con sorprendente ironia la vita di tutti i giorni ed assumono un fascino particolare per l'attenta composizione, la sapienza del colore e per il messaggio altamente positivo che sprigionano. NINO SANTOMARCO


La tua arte è oltre la figura, molto comunicativa e attuale nei problemi che ci circondano. ROBERTO MUSCAS "ROBERTOIL"

Quando velocemente e molto di fretta avevo visto i tuoi lavori, devo essere sincera avevo pensato "Ma non è un po' infantile questo genere simile al fumettistico grottesco?" Non avevo capito niente! E' un genere unico: il metaforistico umoristico irriverente, altro che infantile! Le palle che girano intorno all'Italia, le situazioni più disperate rese con un senso di umoristica tristezza e rassegnazione. La coppietta nella panchina con quel tizio fiorato! Troppo belli i tuoi capolavori. Se dovessi scrivere un libro, vorrei le tue immagini ad arricchirlo! Speriamo che presto per te si aprano nuove strade! PAOLA LA MONICA


La pittura di Gianluca Petrini, le figure sedute su pavimenti, in barca a cavalcioni, mettono l'osservatore di fronte a una curiosa visione di immagini popolari. Con tecnica fumettistica e colori duri ed armonici,i suoi lavori affrontano temi sociali. Le sue figure sono anonime e diverse, come se il pittore volesse sottolineare l'isolamento tra uomo e uomo, aldilà della vicinanza fisica. Un vagabondo, forse lo stesso autore, riempie gli interni dei suoi dipinti. Il personaggio da cartone animato è stato ritratto con deliberata ingenuità, con tocchi vigorosi di colori base. La pienezza chiassosa dei colori trasmette una forte carica emotiva. Gianluca si serve solo del colore per costruire l'immagine e darle forza emotiva: in questo sta l'importanza dei suoi dipinti. Ma qualunque cosa faccia o comunque usi, nella loro immagine è sempre presente uno spiccato umorismo e un deliberato cattivo gusto che ne ridicolizza le pretese narcisistiche. I dipinti sono ironici commenti su scene di vita dei quartieri del popolino, raccontano storie sulla vita quotidiana. Dopo attenta osservazione, mi viene difficile collocare le opere di Gianluca Petrini in un movimento artistico particolare, per quanto colori vistosi,le dimensioni dei lavori e la smitizzazione dei tradizionali valori storico-artistici, li rendano in qualche misura affini alla pop-art. I miei più sinceri auguri, Gianluca. 07 - 02 - 2010 LORENZO GASSI LORIS


Gianluca Petrini mi ha sempre ricordato un misto tra Andrea Pazienza e Benito Jacovitti... Scusa Loris se mi accodo alla tua "lettura critica" ma era da tempo che notavo questa similitudine che scaturisce in me guardando i lavori di Gianluca. VARANO


FORTISSIMO !!! Stupenda idea, stupendi i temi , il genere di pittura ( che prediligo fra pochi altri generi ), la carica che esce fuori sia dai dipinti presi singolarmente che dal video così com'è stato impostato , la scelta del brano !! , l'impegno sociale, morale che è dentro a tutto ciò....... bello, mi piace proprio !! Pittura, disegno, allegoria, dialogo utile, proposte !! Sì, .. forse è perché amo il senso del colore vivo e ... la "rottura" !! Gabriella Ciaooo


Buona sera, mi scusi non sono interessato all'acquisto ma volevo comunque esprimerle il mio apprezzamento per il suo lavoro e per quello da lei scritto. Troppo giusto... grazie per l'attenzione e mi scusi per la mia intromissione Andrea. ANDREA FONTANI


Ciao Gianluca, solo due minuti per salutarti e complimentarmi dei lavori che stai realizzando. Da persona (critica), oserei dire che le pagine odierne di Gianluca Petrini si aprono come fogli di giornali trascinati e spiaccicati dal vento sulle mura della città, coprendo tutto lo scempio che l'uomo ha realizzato. Viva la pittura che colora e porta tanta felicità. Un caloroso e affettuoso saluto. RENZO CARBONI collezionista


Le armi di Gianluca Petrini sono il pennino ed il pennello o altri strumenti come una boccetta di china e un foglio di cartoncino, scrive i titoli, stende i chiaroscuri, prepara i colori, fa tutto da solo. Inizia a riempire il cartoncino o la tela dal basso a sinistra verso l'alto, senza sapere con precisione quello che sarebbe potuto succedere, va a braccio . Ha in mente l'idea di una storia, e poi la storia si realizza mentre viene disegnata. Contro la tradizione che predica la progressione forzata soggetto - sceneggiatura -matita - china, lui aggredisce il cartoncino o la tela direttamente con il pennino e con il pennello, con il tratto, senza ripensamenti, proprio di chi sa fare, ma soprattutto di chi vuol fare. Petrini sembra percorrere le strade iniziate da Esher, Bosch e da Jacovitti . Un maestro dell'assurdo, un estremista di centro, che sempre dimostra grande libertà e indipendenza dal potere, principale oggetto dei suoi sberleffi. Un aggressivo burlone capace di scherzare su tutto e su tutti. Un disegnatore e un pittore che gioca come un bambino che prende a martellate il trenino nuovo che gli ha appena regalato papà. Un funambolo in equilibrio sul pennello. Maestro dell'arte onirica, interprete della follia universale, del nonsenso, della libertà negata, della sommessa anarchia, della vacuità dell'essere. Creatore di un universo fantastico, originale e irripetibile dove tutto è possibile. I suoi personaggi vivono in un mondo parallelo che spesso interseca con le vicende della vita reale rendendo l'immagine parlante. Il suo mondo fisico è grande pochi metri quadri, di fatto il suo laboratorio, ma il suo mondo interiore è immenso oltre i limiti dell'universo. DOTTOR GIAN PIERO MAGRINI


Non avevo dubbi!Sei grande! CATERINA ALESSANDRI
collezionista


Mi piace moltissimo questa poesia del fanciullo invecchiato, con i sogni rosa di bimbo e le rughe delle disillusioni. Gianluca Petrini è un tesoro italiano. VINCENZO GROSSI



ARTISTA Carissimo Gianluca, mentre riguardavo (tra il divertito e l'amareggiato) "natura incontaMINATA", mi son detto: "Oltre al discorso degli illustratori, perchèénon proporre a Gianluca anche la strada del vignettista su qualche quotidiano?" Sei vincente rispetto a tantissimi che "riempiono" soltanto spazi vuoti su pagine da completare: 1. riesci sempre a centrare l'obiettivo: senza perderti in fronzoli ed orpelli inutili, arrivi immediatamente a focalizzare l'argomento; 2. lo fai divertendo in maniera intelligente (spesso con bellissimi giochi di parole); 3. sei incisivo con un'ironia che colpisce subito; 4. lo fai con lo stile di chi ha capito che la semplicità è sinonimo di schiettezza, genuinità e, soprattutto, di chi sa perfettamente quale sia il vero senso della vita!!! Un abbraccio, Giovanni. GIOVANNI MANSUETO artista


Aver avuto l'opportunità, nel breve viaggio a Cagliari, di conoscere di persona Gianluca Petrini mi ha sinceramente colpito. La sua semplicità, la sua accoglienza, il suo "tenero" modo di illustrarti le sue opere, la sua gentile signora, l'ottimo caffè fanno di lui l'artista con la "A" maiuscola. Vedere e poter apprezzare da vicino le sue grandi opere ti fanno sentire bene. Ecco, io sto bene. Grazie Gianluca e signora con la speranza di rivedervi al più presto. In bocca al lupo e ancora GRAZIE. Renzo Renzo Carboni collezionista ps: E' stato un piacere anche per me,sono felice di conoscerti....alla prossima!!


Sono felice di scoprire un pittore umile e talentuoso, osserverò con curiosità le tue opere e finalmente mi son decisa a prender contatto con te. Te lo ripeto di nuovo .Sei bravo! ;-) Eva


Gianluca Petrini col suo mondo d'immagini congegnate con meccanismi emozionali, con una mano che conosce bravure molteplici, tali da mozzare il fiato. L'Artista sembra inoltrarsi in un mondo d'irresistibili significazioni pieno di dolci ma crudeli armonie dove la pittura diventa una prova dell'anima. Mario Rossi pittore


Ciao Gianluca. Vorrei dirti che sei di una originalità unica!!! Sei troppo bravo. Ti auguro tanta fortuna! Buon lavoro. Monica Martins artista Alternativo è un semplice eufemismo. x noi sei un Artista( anche come orafo). Mi piace il tuo rispetto x la Cosiddetta PAZZIA!!!! Che poi è la camuffata normalità. Ma molti non se ne rendono conto. Bruno e Rita manunta


Guardando le tue opere mi viene in mente l'ironia jacovittiana... in ogni opera un messaggio chiaro che viene appreso con un sorriso ma anche con grande ammirazione per il tuo stile! Complimenti! Ziz@ artista


Muchas gracias, Gianluca!!...Adoro la historia del Principito...es un clásico imaginativo... ¡Pero que cuadro tan FANTÁSTICO ♥!! Me encanta!!...Muchísimas gracias por compartir tu ARTE!!...Tus cuadros tienen una belleza original 100%: me gus...tan todos los que veo en tu galería :-D!! Enhorabuena! Inma García


Le "quattro mani" che hanno realizzato l'opera erano guidate, sicuramente, da un'unica testa. Binomio perfetto!!!! Ben s'intonano, i personaggi ed i colori, con tutto il contesto. Complimenti vivissimi. Renzo Carboni collezionista



Ciao Gianluca..mi sono aggiudicata "la ragazza con gli orecchini di perla" ..era da un po' che lo vedevo, per caso sono capitata su ebay e....sono riuscita a prenderlo! Ho visto la GIOCONDA a Parigi varie volte, ho visitato gli impressionisti...varie volte, sono rimasta a bocca aperta per quei dipinti ma se li avessi in casa e gli passassi davanti..non mi comunicherebbero il sorriso, il sorriso che avrò passando davanti..al tuo dipinto.
Caterina Alessandri ferrara





Caro Gianluca, osservando l'ultimo mio acquisto "La giostra Italia" da te magicamente eseguito, ho potuto notare quanto riesci a dire e far capire a tutti noi, che si può fare satira, anche pungente, e restare sempre nei canoni civili. Ecco, tu in questo riesci molto bene, pungi sempre senza mai uccidere. Speriamo che colgano appieno quanto tu denunci con l'arte e sappiano ascoltarti. Sicuramente si vivrebbe molto meglio. Auguri ancora ed un forte in bocca al lupo.
Renzo Carboni collezionista ROMA



La realtà che ci sovrasta, con i suoi sandalini, le gambe verdi, le decorazioni hawaiane, con falso smagliante sorriso gnignoso e il bastoncino da passeggio, ma in realtà sostenuta da tutti noi! In fondo, basterebbe darle una spintarella dal piedistallo per riportarla a misura d'uomo.
Sempre geniale nelle tue allegoriche rappresentazioni!
ANONIMO



Ringrazio tutti coloro che anche con messaggi anonimi manifestano il loro apprezzamento.
Gianluca Petrini.


Si potrebbe cominciare con il pagare in maniera equa L'opera! Anche a me piace sognare! Se avessi denaro in quantità, Gianluca Petrini non dovrebbe fare la guardia giurata per vivere! Solo un' utopica questione etica! Il talento va alimentato! In italia non c'è abbastanza cultura per questo!
PAOLA LA MONICA
ARTISTA (Palermo)


Ti ho portato in Argentina con tre tuoi quadri : Fiori nei cannoni, essere o non essere, G 8 ed altri . Fra qualche giorno saranno esposti presso il Museo di Buenos Aires ove interverrà anche l'Ambasciata Italiana .......
DOTT. CORRADO CALO'


Un artista unico, nel quale lo stile è l'uomo stesso. Umano, semplice, imparagonabile. Bravo!
Enrica Toffoli "artista"


Grazie.. è un po' che volevo dirtelo.. belle le tue opere.. una fantasia da far invidia a un bambino!!!
Dott.Stefano Santo


" I tuoi lavori sono sempre magnifici. Sei un Maestro dell'Arte Semplice e perciò ineguagliabile. Con sincera stima."
Enrica Toffoli Artista


Si potrebbe cominciare con il pagare in maniera equa L'opera! Anche a me piace sognare! Se avessi denaro in quantità, Gianluca Petrini non dovrebbe fare la guardia giurata per vivere!Solo un utopica questione etica!Il talento va alimentato!In italia non c'è abbastanza cultura per questo!
Paola La Monica pittrice

I tuoi lavori sono sempre una grande scoperta dai mille colori e particolari ...Il tuo stile inconfondibile ti contraddistingue x la tua fine arguzia nel dimostrare situazioni fatti o persone nella quotidianità che interessa tutti noi da vicino...A te la mia stima e grande rispetto x la persona x l'amico.
Angelo Rossino
artista pirografista


l'interpretazione giocosa della realtà nella tua arte, l'espressività delle figure arriva diretta per ciò che intendi trasmettere mi piace.
Lella Sanna


Il superamento delle etichette di figurativo, astratto, che parlano degli stilemi ma non degli eventuali contenuti programmatici.
C'è p.es. un altro artista notevole, Gianluca Petrini, che utilizza una sua personale e piacevolissima ricerca cromatica e formale per una urgenza comunicativo-espressiva filosofico-politica. E' il linguaggio allegorico usatissimo nell'arte di tutti i tempi e che, secondo il mio tentativo di polarizzazione, protenderebbe più verso il polo espressivo, pur essendo pittoricamente accattivante e piacevole:
"L'Italia e gli italiani"
Vincenzo Grossi


Ciao Gianluca.Strana cosa l'essere artista. Nottate passate a cercare di trovare la giusta descrizione di ciò che si ha dentro. Cercare un linguaggio di traduzione che sia musica, disegno o parole stesse, per poi non esserne mai completamente soddisfatti. Ecco.. È parlare una lingua che molti interpretano ma pochi capiscono o si sforzano di capire.Grazie.
DOTT. Piero Podda


Commento di Franca Masserelli sul quadro poesia " E fù subito luce
Il corpo leggero
Il viso piccolo tra i capelli ricci
Gli occhi sognanti
Persi nel vento
Il piacere del mattino
Credere nell’impossibile
Uno spazio eterno fatto
Non di oggetti superflui
Non di interessi inutili
Non di stanchi o mediocri rapporti
Non di parole ripetute

Sorridi
Come sorrideresti ad una anima volante
Che si posa accanto ad un tuo sogno
Nessun altro amore
Sarà in grado di guarirti
Ma sorridile

Quella sua mano
Che si allunga verso di te
Che ti sfiora leggera
Con il timore di toccarti
Lascia che ti resti un poco accanto
ti sfiorerà
ti toccherà
E per un attimo
Quel sostegno sarà il giorno

Franca Masserelli

Bibliografia

2006 vernissage al Barcellona cafe' CAGLIARI
2007 esposizione alla Cittadella dei musei CAGLIARI
2008 esposizione allo Spazio Vetreria PIRRI CAGLIARI
2010 2° classificato al concorso Il volo di Melusina ROMA
2010 esposizione Museo d'arte Quartissimo QUARTU SANT'ELENA CAGLIARI
2010 esposizione a BURGOS SASSARI
2010 vernissage al Barcellona cafe' CAGLIARI
2010 esposizione alla fonderia delle arti ROMA
2011 esposizione al castello Svevo BARLETTA
2011 esposizione al museo Maguncia BUENOS AIRES
2012 esposizione Art projet CASTELSARDO SASSARI
2012 esposizione alla galleria Il colore CAGLIARI
2014 vernissage caffe La posta PONSACCO PISA
2014 collettiva dal titolo arte in musica presso la galleria Spazio 61 in via Genovesi CAGLIARI
2014 mostra collettiva 5°rassegna Città del mobile PONSACCO PISA. Ricevuto premio speciale della giuria.
2015 mostra dal titolo: piccolo formato dal 01-08 al 31-08 Galleria salotto dell' arte CAGLIARI
2015 fino al 31 dicembre mostra presso la galleria Carpentiero NAPOLI
2015 mostra collettiva " il sole in faccia " dal 15-09 al 24-09 presso la galleria salotto dell' arte CAGLIARI
2015 mostra personale Gianluca Petrini dal 27-11 al 07-01-2016 presso associazione culturale TERRA BATTUTA via San Domenico n 10 CAGLIARI
2015 mostra collettiva " l' incanto dell'arcano svelato " dal 5-12-15 al 12-12-15 presso la galleria salotto dell' arte CAGLIARI

Attestati / Premi

Ho partecipato a moltissime mostre collettive, ho fatto qualche personale. L'unico premio ricevuto è stato l'apprezzamento per quello che faccio da parte dei tanti collezionisti ed appassionati di pittura. Ho realizzato centinaia di lavori che hanno trovato collocazione in molte parti dell'Italia.