Biografia

Raffaele MAZZA
Nasce a Lamezia Terme (CZ) il 24 luglio del 1977, appassionato d'arte sin da piccolo è entusiasmato dalle opere dello Zio materno, pittore e scultore lametino, è da Lui che cerca di apprendere il più possibile; inizia così ad emulare la capacità rappresentativa dello Zio , ma questo non gli basta! è assetato di originalità di unicità di stile di ciò che crea, cerca così di Maturare dimestichezza nell’uso dei “materiali”, intraprende un percorso di studio personale, analizzando le movenze di ciò che lo circonda, razionalizza nuove ipotesi artistiche; contraddistinguendo tra le righe quello che libera il suo “IO”. E’ da questa continua sperimentazione e originalità che nasce il suo stile, affermato in modo particolare nelle sculture. Ama scoprire valutare e scandagliare nuove tecniche artistiche, molte delle quali fuori gli schemi canonici e dalla metodica realizzativa. Nulla è programmato, perché dal suo punto di vista “l'originalità con cui è fatta un'opera, dona all'opera stessa la capacità di esprimersi”.
E’ particolarmente attratto dal “Sacro”, dove trova la sua maggiore ispirazione.
Autodidatta, crea opere su qualsiasi supporto: argilla, pietra, ferro, piombo, vetro, legno, tela o qualsiasi altro elemento stuzzica il suo ingegno.
Nelle sue creazioni spesso sceglie e sposa diversi elementi, valorizzandone il meglio di ciascuno, incastonandoli in un linguaggio armonioso.
Capo saldo nel suo “stile” è l’idealismo artistico, l’ispirazione del momento, considerando la materia come qualcosa di secondario nei confronti dell’idea cioè della sostanza spirituale che può esprimere.
Acquista notorietà grazie alla moglie Paola, la quale si fa promotrice della sua arte, convinta del talento espresso nelle sue opere, insiste nel renderle pubbliche e nonostante il parere “contrario” dell’Artista, a qualsivoglia forma mediatica, la sua perseveranza viene premiata con la partecipazione alla prima manifestazione artistica, una mostra collettiva dal titolo “Angoli D’arte” ad Angoli (CZ) il 09 agosto del 2012, e proprio in questa occasione che si conferma la convinzione di Paola difatti, conquista il plauso del pubblico ricevendo lusinghieri apprezzamenti.
Seguono una lunga serie di manifestazioni pubbliche con grandi soddisfazioni tra cui la sua prima estemporanea Il 09 settembre 2012 con tema “L’alterità”, nella Città di Paola vincendo il “Premio alla Critica”;
 Conclude l’anno 2012 con l’assegnazione del Premio “Ermes VERCILLO” al MUSEO del Presente a Rende e con la donazione di una scultura alla Questura di Catanzaro rappresentante il "Crocifisso". A luglio del 2013 riceve una “Critica D’Arte” da parte dell’Associazione “Proiezione Calabria” con il patrocinio della Città di Cosenza, in occasione di una mostra collettiva dal titolo “Inchiostro a colori”, presso il Chiostro “San Domenico” a Cosenza; Nel 2014 si classifica al 2° posto al 1° Concorso Nazionale d’Arte Contemporanea con tema “I popoli che resistono” con l’opera dal titolo “Il coraggio della scelta”; Conclude il 2014 con la sua prima “Personale” organizzata nella Chiesa dell’Immacolata Concezione di Migliuso (CZ). A maggio 2015 Partecipa nell’ambito di un convegno sul Centro Storico di Cosenza con una mostra di pittura e scultura. Il 23 maggio 2015, Vince il 1° concorso di estemporanea di pittura a Cosenza, conquistando il 1° posto assoluto per prospettiva innovazione e creatività, con l’opera “In bocca al Lupo”. A dicembre 2015 è selezionato per partecipare alla rassegna "People & Art" presso L'atelier della Stilista Elena Vera Stella; il 24 dicembre 2015 la “Vigilia di Natale”, inaspettatamente è onorato della Visita presso l'Atelier del Vescovo Di Lamezia Terme Sua Eccellenza Luigi CANTAFORA, appositamente venuto ad ammirare le Sue opere, proprio in questa occasione L’artista donerà alla Diocesi di Lamezia Terme una delle opere più importanti, ossia un Crocefisso di 2,5 mt di altezza, realizzato in ulivo, vite e grano; che si potrà presto ammirare presso il MUSEO Diocesano di Lamezia Terme, che per l’appunto accetterà la “Sfida del contemporaneo”. A marzo 2016 è selezionato all’edizione di “Condivisi 3”, che poi lo porterà a partecipare al “Fuori Salone di Milano” che definiscono la Milano Design Week, l’appuntamento più importante al Mondo per Design Addicted. A maggio 2016 riceve il Premio “Marc CHAGALL” per meriti artistici, presso il MUSEO di Villa Breda di Padova. Il 18 giugno 2016 il sogno più grande, l’incontro personale con PAPA FRANCESCO sul sagrato della Basilica di San Pietro in Roma, in questa occasione donerà personalmente a Sua Santità l’opera dal titolo “LA PASSIONE” rappresentante il Cristo Crocifisso. A settembre 2016 vince il Premio “San MARCO” Città di Venezia a Palazzo Albizzi Capello-Cannaregio, sede di cultura Italo-Tedesca, esponendo per l’occasione alla Biennale di Venezia. Il 06 ottobre dona al 2° Rgt “Sirio” di Lamezia Terme un Monumento ai Caduti, in occasione del ventennale del reparto dal titolo “Angeli in Volo”; qualche settimana dopo a Savona nella Sala Nervi del Palazzo della Provincia in occasione della collettiva d’Arte “Freeling” gli è assegnato il Premio “Varazze Arte” per il contributo culturale che contenuto nel suo progetto artistico ha elevato il ruolo della Città nel campo dell’arte. Il 25 ottobre 2016 donerà al Comune di Lamezia Terme una scultura di circa 3,00mt di altezza, in memoria del Suocero, Caduto nell’adempimento del Dovere. Un altro evento importante, lo vedrà protagonista a novembre di quest’anno e riguarderà la Biennale Nazionale -Città di Asolo- Fornace dell’Innovazione.

Formazione artistica

autodidatta

Tecniche

sperimentali

Bibliografia

Autodidatta, realizza opere su qualsiasi supporto: argilla, pietra, ferro, piombo, vetro, legno, tela e qualsiasi materiale stuzzica il suo ingegno

Attestati / Premi

- Premio Ermes VERCILLO;
- CRITICA D'ARTE Città di Cosenza-"Proiezione Calabria";
- Premio alla Critica Città di Paola;
- 2° classificato al 1° Concorso Nazionale d'Arte contemporanea;
- 1° classificato al 1° concorso di estemporanea di Pittura a Cosenza;
- Premio "Marc CHAGALL";
- Premio "SAN MARCO" Città di Venezia;
- Premio Varazze Arte" .