Biografia

Silvia Campione è nata a Palermo il 03 Marzo 1976.
Vive ed opera a Palermo e qui consegue la maturità artistica.
Nell'anno 1994 - 1995 frequenta l'Accademia di Belle Arti di Palermo, sezione di pittura.Allieva, a Partinico (prov. PA) del Maestro Vito Mollisi.
Specializzata in dipinti:
Olio su tela, decorazioni su corredo e stoffa, vetro (anche su commissione).
Di Lei si sono interessati diversi critici d'arte tra cui Prof. Francesco Carbone, Prof. Cancilla Giuseppe..

Formazione artistica

Pittrice, diplomata al liceo artistico di Palermo, con laurea all'accademia belle arti di Palermo sezione pittura..vari attestati di qualifica professionale di pittura ..

Tematiche

Mi è sempre piaciuto trasmettere alle persone la mia voglia di dipingere..

Tecniche

Dipingo la maggior parte delle volte ad olio su tela, ma dipingo anche ad acquerello, tempera, acrilici su qualsiasi tipo di supporto, dalla tela al cartone e ai più svariati tipi di carta, anche su legno stoffa e vetro.


Bibliografia

Silvia Campione è nata a Palermo il 03 Marzo 1976.
Vive ed opera a Palermo e qui consegue la maturità artistica.
Nell'anno 1994 - 1995 frequenta l'Accademia di Belle Arti di Palermo, sezione di pittura.Allieva, a Partinico (prov. PA) del Maestro Vito Mollisi.
Specializzata in dipinti:
Olio su tela, decorazioni su corredo e stoffa, vetro (anche su commissione).
Di Lei si sono interessati diversi critici d'arte..
Recenzioni:
(...L'animo umano, nella sua complessità, riesce a manifestarsi attraverso le più svariate connotazioni espressive.L'arte pittorica di Silvia Campione tende ad esternare quanto di più profondo, spontaneo, genuino ci sia nella sua esistenza di giovane donna. Nelle sue opere, l'alchimia dei colori e l'affollarsi delle forme, danno voce alla sua complessa vitalità. Le variazioni tematiche, le soluzioni pittoriche, così articolate, esprimono quel grande slancio, quella voglia di "fermare" sulla tela i variegati aspetti della sua personalità. Così si sviluppa e si articola l'itinerario artistico, tra alberi e fiori che si intrecciano vistosamente, tra animali e virgulti che determinano il moto, tra paesaggi e colonne, memorie del tempo... segni sulla terra.La tempesta degli elementi compositivi testimonia il desiderio di aprirsi all'immensità della vita, da vivere con forte carica emotiva: ecco che la moltitudine di pulsioni interiori determina le innumerevoli infinite pennellate.L'esplosione del colore è lo specchio dell'anima di Silvia Campione, che nel suo prossimo divenire saprà sicuramente rivelarci e regalarci emozioni nuove e significative...) Giuseppe Cancilla (C. D’Arte)

(...Le sue opere ricche di tensione emotiva, poiché in esse interagiscono fantasia e realtà, comunicazione ed espressione, dando vita ad un tessuto cromatico denso di umori. I paesaggi cromaticamente studiati per meglio veicolare le profondità del proprio animo ed esaltare la natura stessa...) G. Bona’ (E. C. D’Arte)

(...Le opere di Sivia Campione non sono una ricerca spasmodica del perfezionismo, dell'iperreale, del classico ma sono il frutto del suo istinto spontaneo che si avvicina al naif. I colori sono forti ed aggressivi ma sono colori "caldi" e colpiscono per la forza espressiva e per l'impatto visivo. Definirei Silvia come un'artista alla ricerca del suo stile mentre per la personalità è già sufficentemente riconoscibile dalle altre. Credo che Silvia non possa far altro che migliorare e personalizzare sempre di piu' la sua voglia di colore. Quale artista siciliana poi, ha la classica mescolanza tra l'istinto femminile (floreale) e la forza dei colri del sud. I miei migliori auguri per un proseguo e per un maggiore e sempre piu' attento confronto con gli altri..) Vincenzo Conciatori (C. D’Arte)

(.. presa visione delle opere mi premuto ad esprimere il mio parere sul tuo modo artistico.I tuoi dipinti narrano con evidenza un sentire l’arte come espressione poetica a descrivere una natura rigogliosa e ricca di tonalità vivaci, ma non invadenti ne chiassose, tutte le tue opere contengono gioia di vivere ed un pizzico di tristezza nel raffigurare alberi, fiori e avvenimenti che, un tempo, erano la normalità, la certezza di una esistenza che garantiva un futuro di gioia e benessere spirituale.Tu hai il pregio di fissare sulla tela quello che l’uomo sta relegando in un lontano ricordo. Continua a dipingere con gioia in modo che le immagini dei tuoi quadri rimangano fisse nella memoria di coloro che verranno dopo di noi nella speranza di un ravvedimento miracoloso, in fin dei conti l’arte, comunque espressa, non è altro che uno scrigno di messaggi preziosi, in loro assenza anche l’arte è vuota, forviante e fine a se stessa. Claudio (C. D’Arte)


Attestati / Premi

Aprile 1998: Estemporanea "Palazzo Butera" di Palermo 1° premio, con il quadro "Il giardino delle Palme",Settembre 1999: Estemporanea di Arti figurative a Monreale(prov. PA) Menzione speciale e targa con il quadro "Il Chiostro" varie qualifiche di pittura e vari premi..