Biografia

Formazione artistica

Nicolas Tarantino nasce a Rho ,fin da piccolo la passione per la pitttura e il disegno lo coinvolge completamente, vince il 6° premio alla mostra del Pomero di Rho.Successivamente si forma nell’ambiente milanese degli anni 90’. La passione per l'immagine ha stimolato la ricerca pittorica accompagnandomi, prima sotto la giuda del maestro Fossà e successivamente del maestro Santarelli, nel percorso artistico. L'avventura si è concretizzata in una scelta tematica e tecnica piuttosto complessa, a cavallo tra l'astratto, l'informale impressionista e il concettuale. La scommessa più ambiziosa che ricerco in ogni mia tela, è quella di vincere la banalità e far convergere in un unico obiettivo l'esperienza astratta. Dal 2001 ad oggi dipingo continuando la sperimentazione di materiali e di nuove tecniche espressive, usando materiali con caratteristiche diverse fra loro.. Intanto la pittura evolve e matura passando dal figurativo formale al figurativo informale ed all’astratto concettuale. Il mio lavoro è stato sempre incentrato su un uso diversificato dei materiali e delle tecniche pittoriche. Una sperimentazione continua tesa a sollecitare le potenzialità espressive della materia del segno e del colore non in rapporto o sensazione ma unica (forse) forma di vita. Come se sentissi l'esigenza di mettermi a completa disposizione della pittura, tramite della sua espressività. Per certi aspetti è il quadro stesso che mi guida, che mi suggerisce le varianti del suo divenire, che mi dà l'idea di un altro quadro e di un altro ancora. Lo scopo principale è valorizzare la cultura Contemporanea. La volontà di artista è stata quella di segnare un confine tra il reale e l'immaginario creando una nuova dimensione, un gioco metaforico per trasformare e deformare la tranquilla visione dell'opera carica di simboli e messaggi non chiari . Il motivo per cui in questi quadri non troviamo oggetti è che gli oggetti costringono lo spettatore a mettere a fuoco in un certo modo, a guardare l'insieme della composizione in relazione all'oggetto dipinto. L'intenzione è proprio quella di non dire, di non spiegare, ma di creare e di spostare la comunicazione su altri piani ..
2006 collettiva museo dell’industria Saronno
Saronno 2007 artisti per challans 2008collettiva festa di primavera Saronno 2009 collettiva associazione fare arte,collettiva Ceriano Laghetto,Galleria New Ars Italica collettiva "La danza de Broglie" ,Symposium art collettiva ,Mostra d'arte "Test di Turing" Your Voice S.P.A .Collettiva spazio art "Against all the walls",collettiva sala Nevera Saronno CRART "espressioni ed emozioni" di confine,concorso e collettiva Bruno Buozzi “il coraggio delle idee”Hotel Aran Mantegna Roma, collettiva Statten bad Berlino, concorso" il volo di Melusina" Roma Milano.2010 concorso VideoArt Roma Europa webFactory,Symposium art esposizione I colori dell'anima "Deep Inside", mostra espositiva Spazio XXI "Smoke" selezione Premio Arte X 2010,Mostra internazionale arte Holotropica,concorso arte contemporanea Comune Sarezzo,mostra dei fi concorso arte contemporanea" Il Segno"galleria Zamenhof, mostra "Dal silenzio alle forme espressive" Chiostro di Voltorre Varese, Biennale Ferrara "Ut poesi pictura",Agora Gallery New York, Stattbad Berlino.