Biografia

Formazione artistica

Pittrice autodidatta, Valeria Cagnoli in arte Valérie, nasce nella Lorena, una regione francese del Nord-Est dove rimarrà fino all’età di 19 anni per poi trasferirsi nella città dell’Aquila ove risiede attualmente.
Laureatasi in Lingue e Letterature Straniere e pur non frequentando scuole e ambienti artistici, è stata attratta, sin dall’infanzia, dai colori molto densi che coloravano la sua città nativa, Hayange, definita all’epoca “culla della siderurgia”. I forni fusori, in continua attività, disegnavano ombre multiformi e fuochi variopinti che apparivano fatati ed affascinanti agli occhi della piccola pittrice.
La vera passione per la pittura si dichiarerà solo molto più tardi quando, spinta dal bisogno di dare vita propria alle sue percezioni, ai suoi sogni e alla sua fantasia, si incamminerà verso la ricerca di un "io artistico" desideroso di dipingere tutto ciò che le viene dal cuore.
Tra i temi prediletti troviamo le pattinatrici sul ghiaccio, le manifestazioni della natura e lo spazio celeste. Tutto è esaltato con delicatezza ed energia mediante una combinazione di colori molto intensi e vivaci, inaspettatamente accostati alle tonalità più scure per farle risplendere.
Predilige un’arte figurativa personalizzata che si fonde con scenari surreali, spesso protettivi e idilliaci, dando così origine ad atmosfere incantate e magiche appartenenti ad un mondo parallelo che si pone in antagonismo con le brutture della vita per fare regnare paesaggi armoniosi, pacifici e pieni di speranza.