Biografia

L'arte è un'insieme di capacità tecniche e creatività pura mescolate con le esperienze di vita, culturali e psicologiche, da ciò si possono analizzare le varie fasi passate dall'artista: dagli anni 1970 fino alla fine degli anni 1980 ha sperimentato l'uso di vari materiali e con l'acrilico ha creato opere del genere pop-art, dalla fine anni 1980 fino al 1993 è attirata dal geometrismo e si diletta a dipingere colline e gruppi di casette e formazioni geometriche. Dal 1994 in seguito all'esperienza psicoanalitica e sotto la guida del maestro Sergio Albano la pittura prende la strada dell'espressionismo figurativo e dei colori Fauves, l'energia creativa è esplosa in colori accesi , contrastanti e pennellate libere da cui viene fuori tutta la vitalità e l'energia dell'artista.
La formazione universitaria e la passione per i viaggi l’ha indirizzata ai temi antropologici culturali e sociali, con soggetti ispirati alle religioni orientali, alla vita quotidiana e alle sofferenze del mondo in via di sviluppo.
Non vengono tralasciate la ricerca sul corpo umano e la passione per la danza.
In questi ultimi anni sta sperimentato la tecnica a spatola che ha portato a brillanti risultati e a lavori di notevole suggestione coloristica e di libertà espressiva. Recentemente la sua inquietudine ed il desiderio di sperimentare strade nuove l’ha avvicinata al simbolismo ,all’alchimia e alla tradizione esoterica e sta realizzando in grandi dimensioni l’intero mazzo delle 74 carte dei tarocchi.

Esposizioni a: Palermo,Cairo,Alessandria d’Egitto,Londra, New York, Philadelphia ,Cardiff, Parigi, Città del Messico, Puebla, Sant Miguel, Tula, Monterey, Buenos Aires, Montreal, Nice,Eze,Epinal ,Habana, Cairo ,Salisburgo, Roma, Torino, Parma, Cremona,Firenze, Napoli,Venezia, Padova , Palermo, Alassio, Chieri Settimo Torinese, Pino Torinese. Bergamo

Formazione artistica


La formazione universitaria e la passione per la scoperta delle culture del mondo a fatto sì che l'artista fosse attratta dai temi antropologici, culturali, sociali e spirituali, sono nati soggetti ispirati alle religioni, alla vita quotidiana, al lavoro e alle sofferenze del mondo in via di sviluppo.
Non vengono tralasciate la ricerca sul corpo umano e la passione per la danza.

Ha sviluppato anche una ricerca sulla tecnica a spatola che ha portato a brillanti risultati e a lavori di notevole suggestione coloristica e di libertà espressiva.

Negli ultimi tempi ha sviluppato una ricerca sui temi dell’alchimia, la mitologia, esoterismo ed i tarocchi orientandosi su lavori simbolisti e sta realizzando l’intero mazzo delle 78 carte dei tarocchi.











La formazione artistica scolastica di Susanna Viale è cominciata già nelle scuole medie inferiori con il professore Jean-Louis Mattana, che ha stimolato in lei in modo incisivo la creatività e la sperimentazione di nuove tecniche, per poi continuare al Liceo Artistico e all'Accademia di Belle Arti di Torino.


L'esperienza tecnica e la libertà di espressione si sono notevolmente evolute in seguito agli stimoli e agli insegnamenti dell’artista Sergio Albano



La vita artistica di Susanna Viale si è mescolata con gli studi infermieristici e quelli universitari di Scienze Politiche e Sociologia, acquisendo delle competenze ed una cultura incentrata sulle dinamiche sociali ed antropologiche, senza tralasciare l'interesse per la medicina con lo studio della cromoterapia e della psicologia.



Amante dell’avventura e dei viaggi ha trovato ispirazione creativa attraverso le varie esperienze e le foto scattate in tutti i continenti.


L'arte è un'insieme di capacità tecniche e creatività pura, mescolate con le esperienze di vita, culturali e psicologiche.

Possiamo analizzare le varie fasi dello sviluppo artistico e creativo dell'artista:



- inizialmente dagli anni ‘70 fino alla fine degli anni ’80, dopo aver partecipato attivamente alla vita politica e sociale dei movimenti giovanili extraparlamentari dell’epoca, incentrati sul cambiamento sociale e culturale, ha sperimentato l'uso di vari materiali e con l'acrilico ha creato opere del genere pop-art e arte psichedelica;

- dalla fine degli anni ‘80 fino al 1993 è attratta dal geometrismo e dal figurativo e si diletta a dipingere colline e gruppi di casette;



- dal 1994, in seguito all'esperienza psicoanalitica freudiana e sotto la guida di Sergio Albano, la pittura prende la strada dell'espressionismo figurativo e dei colori Fauves, l'energia creativa, prima compressa, si esprimeva timidamente, ma dopo un grosso cambiamento personale e psicologico è esplosa in colori accesi, contrastanti e pennellate libere, da cui viene fuori tutta la vitalità e l'energia dell'artista. L’esperienza umana e sociale acquisita nel lavoro come Assistente Sanitaria presso il reparto oncologico dell’Ospedale Sant’Anna di Torino ha lasciato una forte impronta nella sua arte. Spesso nei suoi soggetti tratta il dolore e la sofferenza, sia nella malattia e nell’handicap che nel disagio economico, sociale e razziale. La formazione universitaria e la passione per la scoperta delle culture del mondo hanno fatto sì che l'artista fosse attratta dai temi antropologici, culturali, sociali e spirituali da cui sono nati soggetti ispirati alle religioni, alla vita quotidiana, al lavoro e alle sofferenze del mondo in via di sviluppo, non vengono tralasciate la ricerca sul corpo umano e la passione per la danza. Ha sviluppato anche una ricerca sulla tecnica a spatola che ha portato a lavori di notevole suggestione coloristica e di libertà espressiva;



- dal 2007 dopo una lunga ricerca che ha toccato il buddismo, lo yoga, il reiki, lo sciamanesimo, il taichi…., è cominciato lo studio della simbologia legato ad un percorso di evoluzione spirituale e di conoscenza dei misteri dell’insegnamento universale nella scuola del “Lectorium Rosicrucianum“ ed ha sviluppato lavori sui temi dell’alchimia, della mitologia, dell’ esoterismo……… inoltre ha realizzato ad olio su grosse tele tutti i 78 arcani dei tarocchi, poi pubblicati in un mazzo di carte allegate al libro di Maurizio Cusani ”Tarocchi psicologici” edito dalla casa editrice la Nuova Ipsa.



L’artista ha cominciato a partecipare ad eventi ed esposizioni artistiche fin dagli anni del liceo artistico ed ha esposto frequentemente fuori dall’Italia, inoltre è stata invitata a simposi artistici ed ha realizzato vari tipi di progetti legati all’arte.





















Tematiche

L’esperienza umana e sociale acquisita nel lavoro come Assistente Sanitaria presso l’oncologia dell’Ospedale Sant’Anna di Torino le ha lasciato una forte impronta nella sua arte. Spesso nei suoi soggetti tratta il dolore e la sofferenza sia nella malattia e nell’handicap che nel disagio economico sociale e razziale.

In alcuni suoi volti si legge tutta l’esistenza di povertà fatica e spesso rassegnazione di molti popoli dei paesi invia di sviluppo.
Non vengono tralasciate la ricerca sul corpo umano e la passione per la danza.
Negli ultimi tempi ha sviluppato una ricerca sui temi dell’alchimia , essoterismo , tarocchi orientandosi su lavori simbolisti.

Tecniche

Ha sviluppata anche una ricerca sulla tecnica a spatola che ha portato a brillanti risultati e a lavori di notevole suggestione coloristica e di libertà espressiva.
Lavora anche ad olio ed acrilico con i pennelli.

Valutazione artistica

Articoli su:

La Stampa,Corriere di Rimini,San Mauro,Gazzetta di Parma,La città del Secondo Rinascimento,La Cronaca di Cremona, La Provincia, Arte Oggi,Corriere di Chieri, Corriere dell’Arte, Vignettopoli, Arte e Dintorni,L’Agorà, La Nuova, Il Resto del Carlino, Le Petite Nicoise, Nice Matin, Metropoli-Firenze, L’Attenzione,Il Venerdì d’Arte, Iride, Corriere Italiano di Montreal, Terzo Millennio, Paese, La Voce, In Collina, Cento Torri,El Financiero, Unidad Hidalguense, El Sol de Hidalgo, Arte in , Arte, Flash Art, Il Giornale, La Repubblica, La Sentinella del Canadese, l’Unità ed altri.

La pittrice è presente nelle pagine web di numerosi siti.

Bibliografia

L'artista ha lavorato molto all'estero :

in Francia un suo quadro "Festa a Trinidad" è stato usato come simbolo del”
Festival Latino Americano “della Costa Azzurra da diversi anni, il Comune di
Nizza nel 2002 e di Eze nel 2002 hanno organizzato mostre personali. A Parigi nel 2003 la famosa Galleria Miromesnil che ha l'esclusiva delle opere di Salvator Dalì e tratta altri artisti come Matisse, Chagall, le ha organizzato una mostra personale e coinvolta in varie mostre collettive.
Epinal-2007-Salon indipendent-Accademie d'Arts Plastiques 'Epinal-Maison du Bailli Esposizione collettiva "Piquant”

In Svizzera nel 2005 ha partecipato a Ginevra all’Expoart e a Meisterschwanden ad una esposizione sul piccolo formato.

In Gran Bretagna la galleria "La Mostra Gallery" di Cardiff , ha organizzato nel 2004 una personale”The Colours of Life” e collettive in permanenza nella galleria.
A Londra nel 2006 ha esposto alla “Biennale di Londra” e si è esibita in una performance pittorica.

Negli Stati Uniti ha partecipato ad esposizioni collettive e personali nelle gallerie:”Perspective on life” Agora Gallery e Fine Art Gallery,di New York, in seguito ha firmato un contratto di esclusiva con "Artitaly"e oltre alla personale e alle collettive nello Show Room di New York ,è stata presentata nelle esposizioni dell' Expo di New York del 2003 e del 2004 , nell'Expo Philadelphia del 2003 e a Greenville nella "City Art Gallery".

In Canada a Montreal ha partecipato al Salone Internazionale di Belle Arti
di Montreal negli anni 2000-2001-2002 ,vincendo la medaglia d'argento nel premio artistico del SAIBAM del 2002 .


In Argentina nel 2003 a Buenos Aires è stata invitata ad esporre alla” Conferenza Internazionale delle Donne Artiste” e come rappresentante dell’
Italia a partecipare ad un dibattito sulla Situazione dell’Arte Internazionale.


In Messico è stata invitata a selezionare artisti italiani e a partecipare all’Università di Tula-Tepeji alla formazione di un Gruppo Internazionale di pittori di murales che hanno lo scopo di portare la pittura murales pubblica nel mondo, si è concepito per la prima volta il” murales viaggiante”,cioè un murales che segue la gente ,la quale non deve andare in un luogo fisso per ammirarlo, ma è il murales che si sposta.
Si è svolto a giugno 2004 il Festival “Lucero de Alba” in cui è inserito “La Ruta de Quetzacoatl en los Metros del Mundo”, il gruppo di pittori hanno realizzato un murales su pannello di legno sul tema “Quetzacoatl” che verrano esposti in tutto il mondo, nei metro e nelle Università.
L’iniziativa è stata concepita e coordinata dall’ Università Tecnologica di Tula, Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico e dal Sistema di Trasporto Collettivo Metro di Città del Messico.
Sono stati esposti (2004)nella Galleria Iztapalapa dell’ Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico e per tre mesi alla stazione San Lazaro della Metropolitana di Città del Messico .
Collettiva di pittura: "Entre Ciudades" presso la Città di Puebla - Centro Cultural - Centro Galeria "El Tunel"dal 30 marzo al 19 aprile 2007 ed nella
Città di San Miguel Allende –presso Galeria Casa de la Cultura dal 26 aprile all'11 maggio 2007


Cuba- Nel 2005 all’ Habana-Municipalità di Marianao, con il patrocinio dell’Università di Torino, Comitato Uni-Cuba, Municipalità di Marianao ,l’esposizione personale “La expressividad Humana y su encuentro con lo social” presso la Casa Comunitaria de Pogolotti, sub-sede Biblioteca Municipal “Enrique j.Varona”.

Egitto- Cairo – Nel 2006 presso la Galleria d’Arte del Teatro dell’Opera – esposizione d’arte italo-egiziana “Popoli in viaggio” con il patrocinio della Regione Piemonte e Regione Qalyubiya
Alessandria d’Egitto-Nel 2007 presso la Biblioteca Internazionale – esposizione Piemonte-Paesi Arabi dal tema “Piemonte in Egitto per la pace”
Promossa dalla Regione Piemonte, Regione di Alessandria d’Egitto, Regione Qalyubiya e Biblioteca di Alessandia d’Egitto nell’ambito del progetto “Paesi del Mediterraneo”

Finlandia- Hauho- House Art Centre Hovinkartano-International "Everdrean" 12 Art Symposium- Esposizione collettiva presso Hauho.Hilmanhovi-gallery

Romania- Faget- Simposo Internazionale d'Arte-Esposizione collettiva presso Pinacoteca del Comune di Faget -


Inoltre: ha partecipato all’Expo di Salisburgo, all’Expo di Montecarlo, ad una collettiva "Luces y Colores Mediterraneos"in Spagna a El Puerto de Santa Maria (2001)

In Italia ha partecipato a numerose esposizioni personali e collettive organizzare da Enti, Associazioni, Università o Gallerie dal 1984.
Tra le più recenti :

2008-Bergamo-Museo storico di Bergamo-Convento di San Francesco ,esposizione “Garibaldi ..uomo della libertà,uomo dell’umanità..”
2007 Chieri a Palazzo Opesso ,esposizione personale”Spiritualità nel sociale”
A Napoli nel 2006 presso Villa D’Oria D’Angri-“Folate Iridescenti” promossa dall’ Università degli Studi di Napoli “Parthenope”.
Al Castello di Magliano Alfieri nel 2006 esposizione “RGB Castle”.
Nel 2006 “Cent’anni di lavoro-15 pittori interpretano un secolo di fatica”presso il Politecnico di Torino, Ospedale Molinette di Torino, Camera del Lavoro di Torino e presso la Galleria Calandra.
Nel 2005 a Torino presso il Cenacolo di Felice Casorati-“Segni”.
A Napoli nel 2005 in occasione del Maggio dei Monumenti presso l’Orto Botanico, Esposizione Internazionale “Stracci al Vento” promossa dall’ Istituto Fernando Santi,Università Federico II,Università Tecnologica de Tula-Tepeji,Hidalgo Mexico
Curatrice della esposizione internazionale “Città Nascosta”,sulle problematiche legate al rapporto carcere-società. organizzata dal Comune di Ivrea e “Associazione Tempo Reale”, patrocinio Provincia di Torino,Regione Piemonte ,Università di Torino
A Roma nella galleria World Wide Artists Gallery è presente in permanenza.