Analisii della pittura di Giuseppe Bossa

Giuseppe Bossa è un pittore che trasporta sulle tele le sue sensazioni, le sue impressioni, i suoi stati d’animo. Nei suoi dipinti prevale un volto di fanciulla, dalla cui espressione si comprende il “momento” dell’artista, sia esso pacato o tumultuoso. La pittura di Bossa, che ha una base realistica, dalle Natività, dalle Crocifissioni, dalle maschere passa a una figurazione surreale nelle opere dove sono rappresentate le bandiere delle nazioni, in quelle con enormi mani , nelle altre con i diavoletti o con i teschi, tanto per citarne alcune. Quasi tutte le opere di Giuseppe Bossa sono frutto di fantasia; in esse si vedono i momenti in cui l’artista si estranea dal mondo che lo circonda, anche se , come detto innanzi, un volto di fanciulla dal tratto accademico è quasi sempre presente. L’artista vaga con la mente nei “sentieri” del subconscio, dove trova le visioni che riporta, con buona pennellata, sulle tele immacolate. Bossa è un’artista che ha una fonte inesauribile di ispirazioni; la sua tematica è la strada scelta per dire ai posteri il suo credo, i suoi sentimenti, le sue sensazioni. Anche le comuni bottiglie di vetro, da lui dipinte a tutto tondo, offrono all’osservatore la visione di una serie di figure surreali. Certo, Giuseppe Bossa non tornerà indietro per dipingere nature morte o sconfinate marine; egli sa quali traguardi vuole raggiungere, quindi è un ‘artista su cui contare.

di A.di Santospirito
giornalista
1995

  • Pubblicazione:Giuseppe Bossa:i colori dell'arte, editrice Pubblitaf; Corriere Partenopeo
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Giuseppe Bossa) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio