Contemporanei nella città degli Uffizi

Estatici e ieratici personaggi senza volto sono i protagonisti dei dipinti di Luigina Massaria che nascondono così la loro personalità ed essenza, rivelando il proprio messaggio solo a pochi eletti. Una narrazione criptica ed enigmatica ma allo stesso tempo immediata ed efficace, che incuriosisce lo spettatore portandolo a porsi interrogativi esistenziali. Valida ricercatrice, si esprime attraverso un linguaggio figurativo originale di sicuro impatto emotivo. I lavori di Luigina Massaria sono colti, complessi e dissacranti: figure appena abbozzate appaiono diafane nella chiarezza dei corpi, quasi presenze ignote provenienti da un mondo metafisico parallelo. Racconti che sembrano uscire dalla bottega di un alchimista, che modella con maestria gli elementi per ottenere lo svelamento finale di un universo alieno. Questi lavori sono stimolanti e affascinanti: benché legata al figurativo, ella tende volentieri al surreale e al metafisico lasciandosi piacevolmente influenzare da onirismi cromatici di pregiata fattura

di Sandro Serradifalco
Critico d'Arte
2016

  • Pubblicazione:Effetto d'Arte
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Luigina Massaria) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio