POESIA: "LA LAMPADA DI SALGEMMA" (di Roberto Zaoner)

2018

Vorrei vivere con te altri cent'anni,
e altri cento ancora. E nell'alcova
accarezzarti e guardarti a lungo.
Poggio le mie gote sulle tue.

Tepore che emana il tuo corpo
riscalda il mio, e le mie mani fredde
cercano i tuoi seni. Anelo a baciarti,
ma sei voltata e tocco i tuoi ricciuti
capelli scuri.

E una lampada di salgemma, con
una piacevole luce soffusa e pacata,
emana particelle benefiche nell'aria
di questa nostra stanza.

Ho freddo, mi stringo a te, e
avvinghiato al tuo corpo ormai
stanco e addormentato, spero di
sognarti, per vivere con te anche
nel sogno.

Precipito nella braccia di Morfeo.
La notte lunga si stringe intorno a noi.
E solo quella lampada rimane desta
per compiere il suo dovere, così tutte
le notti, con la sua luce confortevole
e rassicurante.

La mattina mi svegli ed è un altro giorno.
Con te il tempo ha le ali, ma non importa.
Siamo insieme, e insieme resteremo.
Per sempre.

11/02/2018.
Roberto Zaoner.

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA158746
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Roberto Zaoner) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Codice:GA158746
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:febbraio 2018
  • Archiviata il:domenica 19 gennaio 2020