POESIA: "PENNELLATE DI UNA SOGNATRICE" (DEDICATA ALLA PITTRICE MARISA FALBO, di Roberto Zaoner)

2018

(dedicata alla mia amica pittrice Marisa Falbo)


Seduti su quella spiaggia di bianco colore e fine,
guardavi distrattamente quell’azzurro intenso
mare all’orizzonte e verde-azzurrino come un
prezioso berillo più in riva al mare.


Luccicanti, sotto i raggi del sole, eran chiare e
limpide acque di quel mite mare d’agosto,
vicino alla nostra città. Pensavi e riflettevi
su come trovare nuove tecniche d’arte di
pittura che sempre ha ricompensato le tue
esplosioni di passione.


E io ti guardavo e sorridevo sicuro che non
ti saresti spenta alla prima asperità per
questa tua nuova avventura che volevi
sperimentare, amica mia. Ero fiducioso.


E un leggero e strano zefiro ci investiva
con improvvise folate. Ma il tuo sguardo
era fisso all’orizzonte. Parlavi di questa
tua passione per la pittura, ma sapevo già.


Ed ero sempre più consapevole che avresti
superato il varco. Il tuo talento era la mia
convinzione. Un bianco gabbiano planò
su quella battigia. Era un benevolo presagio
che non avresti trovato barriere nel tuo
cammino.


E barche a vela che facevano a gara per
raggiungere quel molo riservato a pochi
eletti. Tu saresti stata la prima in una
gara di pittura.
Un giorno mi regalasti una
litografia, che ancora tengo
appesa alla parete bianca di questa
mia stanza che divido con la mia sposa.


Sono trascorsi decenni. La guardo spesso
e i miei occhi cadono sempre su quella
dedica che mi facesti palesandomi
la tua stima. Icona dell’arte pittorica tu sei.


Hai rivoltato col tuo ingegno un sistema
di concepire il reale col surreale e ci fai
sentire a tutti noi, tuoi ammiratori,
protagonisti in contesti fantastici dei
tuoi personaggi, ed entrando nelle loro
personalità confondiamo il reale con
l’immaginario, com’è nei tuoi sogni, e ne
usciamo gaudenti da queste pseudo-realtà.


Ed ignoriamo le tue più nascoste emotività
in qual tempo esprimi quel che sei. Ammantata
d’elogi e godi di successi anche oltre
confini. Mentre dipingi ti guardo e avrei voluto
essere io il sognatore di un attimo di magia.


Regalami un’immagine, la mia immagine, e
metti accanto l’amorevole e suadente sorriso
della mia donna. Io ti ho già dipinto in queste
mie frasi di stima.


Vedi le nuvole in cielo? Questo carezzevole
zefiro trasforma pian piano le loro forme.
Una nuvola si è trasformata in un volto
sorridente: quello della mia amata.


L’altra acquista il profilo di un uomo che
le porge dolcemente il suo cuore, e sembrano
guardarsi con passione. Colora questo dipinto
che sta per nascere! Raccogli quelle immagini
che sembrano stampate in cielo, come un
tempo nell’Olimpo, e fammene un regalo
che custodirò per sempre nel mio cuore!

14/07/2018.
Roberto Zaoner
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA158823
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Roberto Zaoner) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Codice:GA158823
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:luglio 2018
  • Archiviata il:domenica 19 gennaio 2020