POESIA: "...E VEDO BIANCHI GABBIANI VOLARE NEL CIELO"

2020

…E vedo bianchi gabbiani volare nel cielo



Battiti d’ali
e prendi il volo.
O tu aliante
gabbiano,
m’insegni
a volare alto in
quest’azzurro
e terso cielo?
Planano altri
aleggianti
gabbiani e
si lasciano andare
al soffio del
vento leggero.


Volteggiando
si lasciano poi
cadere
sulle onde
spumose
di questo mare
agitato ottobrino.
Predano e fanno
razzia. Com’è
bello vederlo
allontanare
sempre più in alto
e poi avvicinarsi
a me, planando
sulla battigia di
questa spiaggia
dorata…


Garriscono
e il suono mi
rapisce. Li seguo
con attenti
miei occhi che ne
scrutano il volo
da questa spiaggia
a me cara e vorrei
volare anch’io
insieme alla mia
sposa.


E tu, mia cara zia,
a tessermi sempre
lodi, ti penso per
l’affetto che
nell’etere
mi porgi col cuor
tuo da questa
vicina città antica
e moderna nell’aurea
e un tempo fiorente
conca, e lì poco
più alto d’un clivo
e adorno di frastagli
è il monte.


M’infondi coraggio e
sicurezza, cara mia
zia, e doni nuovo
impulso al mio
immaginifico animo
che mai è sazio e
indomito.
Ridiventa ancor
più ricco di
sensazioni
e stupori, e regalo
a te queste mie
emozioni.
Questo è anche
il mio desio.


E sempre lì in alto
gabbiani, come
bianchi e candidi
messaggeri
angelicati,
scesi dal maestoso
Olimpo degli Dei.


Roberto Zaoner


(dedicata a mia zia Mariuccia e scritta in un
batter di ciglia
quest’oggi 05/10/2020)
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA170402
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Roberto Zaoner) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Codice:GA170402
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:ottobre 2020
  • Archiviata il:lunedì 05 ottobre 2020