POESIA: "RITROVARSI LA MATTINA"

2021

"RITROVARSI LA MATTINA" (poesia scritta di getto, sbozzata e rimodulata in una fredda mattina primaverile) E fitti ardori si dissolvono nella nebbia di mete oscure. Si destano e si ritrovano e sempre vivono di recondite certezze. Tu a cercarmi e io a ritrovar riposo in questa quiete che mi spinge a cullarmi nella notte onirica che rifulge di ricordi, e i tuoi passi verso di me a ridestarmi, e ritrovo conforto. Ti curi di me e mi abbracci in una mattina fredda e grigia di una piovosa primavera che fredda l’anima. E di là dalla finestra oscurata di rugiada una colomba si poggia sul davanzale in cerca di calore con tremanti battiti d’ali, ma non prende il volo. E’ libera come l’aria che respiro. Timidi raggi di luce di un sole nascente ed è un altro giorno che addormenta i sensi. Vorrebbero svegliarsi e andare incontro a nuova vita come un nascente bocciolo di odorosa rosa, dopo un inverno buio e piovoso di perduti bagliori senza conforto. La tua veste amaranto e i tuoi fitti ricciuti capelli scuri di zingara gitana a deliziarmi con una calda bevanda di prima mattina, come ogni dì. Ci ritroviamo a consumarla in questo tavolo testimone di vite vissute insieme per lunghi anni di aneliti incancellabili. La tua delicatezza e la mia ammirazione in un abbraccio senza fine, e mi dai calore che cerco come un vecchio barbuto che sbolinato e deietto e coperto da grossi cenci vive di questua, e con gli occhi cerca compassione. 10/04/2021 Roberto Zaoner
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA179629
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Roberto Zaoner) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Codice:GA179629
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:aprile 2021
  • Archiviata il:domenica 11 aprile 2021