POESIA: "LE TUE MANI TREMANO"

2021

LE TUE MANI TREMANO Le tue mani tremano. Mi vedi allontanare. I tuoi occhi si socchiudono di tremore. Non è più pace? Mi volto, ma devo andare. Non sei più mia. Cancellerò anni di passione e di momenti felici vissuti alla luce che pareva eternità d’una realtà senza tempo e irriducibile nella sua eterea magia di agognate brame che sanno stupire a chi non ha mai amato e non sa. Solo ricordi di felici verità vissute insieme con incancellabili tratti d’amore. E davanti a noi quella costa che compiacente ci guardava felici insieme, attraversando questo cupo mare agitato da fredde correnti dello Stretto. Le onde del mare ancor più scure si calmano al calar del sole dietro a quella collina dalla cima che sembrava tornita e vestita d’abiti verdi di frasche, rami fronzuti piegati dal vento caldo agostano. E abbracciata a piccoli colli di alberi e foglie, color berillo di smeraldo, ingannati dall’uomo iniquo e malvagio, gridano vendetta contro la sua mano violenta di fuoco che tutto stravolge e uccide. E la natura inebetita di dolore che attonita è percorsa dal vento africano caldo e implacabile. Vedo colline bruciare e si alzano in cielo colonne di fumi scuri, dense caligini che oscurano pure il pensiero. Quella triste visione mi percuote l’animo e rivedo bruciare anche anni d’amore. Non posso. Il mio amore è vivo. Non può bruciare come ciò che è davanti ai miei occhi. Andando via sento la mia pelle gelida in questa giornata afosa. Mi volto e non voglio più allontanarmi. Un sussulto, un brivido. Starle lontano affogo nella paura di perdere la speranza di riaverla. Torno indietro e a te mi avvicino in fretta, e i miei passi su questi ciottoli che mi invitano a calpestarli per ritornare indietro nel tempo in questa badiale spiaggia, e da lontano pare la vicina costa calabra sorridermi. Mi avvicino a te. Le tue mani ancor tremano e il tuo viso s’illumina. Hai capito. Lontano da te mai. Le tue mani tremano. Sono con te. Ho combattuto e in un attimo ho capito. Le tue mani tremano. E’ lo stupore di un amore riconquistato. Accarezzo le tue calde mani e il sole calante ancor l’illumina. E’ la certezza che mai avrei potuto lasciarti. Roberto Zaoner (14 e 15 agosto 2021)
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA184961
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Roberto Zaoner) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Codice:GA184961
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:agosto 2021
  • Archiviata il:domenica 15 agosto 2021