POESIA: "AMATA MIA TERRA"

2022

POESIA: “AMATA MIA TERRA” Vieni con me! Ti mostro un angolo di Paradiso in terra. Fu calpestata da uomini che vollero farla sua: fertile e rigogliosa, ove tutto qui è creato: mari, monti, colline, alture, laghi e vallate, coperte dalla terra lussureggiante o dalla brulla roccia. E il sole splendente riscalda. E ne fecero la sua storia. Non tutti l’amarono come meritava. Tu fiera serva e seduttrice agli occhi, ne conservi l’orgoglio del retaggio. Il prode Ulisse ne attraversò un tratto e fu preso da incantesimo al canto di sirene ammaliatrici, ma la fune non si spezzò. Terra di confine e meta di scorribande piratesche. Meta di eroi, di re, di popoli, di tiranni senza pietà. Terra di fuoco che col suo cuore ne senti la voce minacciosa e stende nell’aria lapilli e lava nella terra. Ne odi queste note musicali vaganti che emergono dal mare? Ne odi il suono delle sue onde? Ne aulisci l’odore della terra e delle piante che in primavera effondono l’effluvio di zagara? Ne senti il rumore del vento di libeccio e il calore dello scirocco? Ne avverti il colore della natura e l’azzurro del cielo nel dì e il color scarlatto all’imbrunire? Toccano le corde del cuore. Il sole ci saluta stanco nel vespero della giornata dietro l’immensità del mare, e piccole nubi l’accompagnano con rispetto all’orizzonte, che si confonde col rubicondo cielo che ravviva i miei occhi nel giorno che verrà. L’impronta di Dio è qui presente. Se fosse stata veramente amata… Solo quelli che vi nacquero e la vissero l’hanno curata con amore e hanno avuto pietà di lei. Un futuro degno di quest’isola che per lei darebbero anche la vita. Fiori in germoglio e fronde e foglie ondeggianti e sempreverdi di questo pino di fronte la mia dimora auliscono l’aria al soffio del leggero favonio di ponente. Orme indelebili di uomini su questi selciati e su queste zolle che mai nell’oblio dei giusti di lunga memoria scivoleranno, e il ricordo sarà sempre vivo e presente. Loro sono i veri siciliani, mia amata terra. “Lo suol che d’ogne parte auliva” (Dante) “Più verde e amena splende ed aulisce la terra” (Carducci) Roberto Zaoner (13/01/2022, riadattata Il 25/03/2022)
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA192101
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Roberto Zaoner) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Codice:GA192101
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:marzo 2022
  • Archiviata il:sabato 26 marzo 2022