Dubbi



Un giorno trascorso in città

Dove si ferma il tempo.

Circolarità di note

Scandite da un metronomo.

Ascolto strane voci giù in cortile.

Attesa

Preludio della fine

Morte dell'autore

Perchè?

Sono appena le undici.


Dubbi:

Meteore che sfrecciano nello spazio.

Eliminare il superfluo

Una poesia istintiva

Senza rima

Levigata

Come un pezzo di legno consumato dal mare

Do un'occhiata al posacenere:

Dio mio quanto ho fumato!

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA124058
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Salvatore D'imperio) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Codice:GA124058
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:mercoledì 13 dicembre 2017