Riflessatura

RIFLESSATURA

Il manufatto, gią cotto per due volte a 960° C, subisce una terza cottura a circa 800° C, ma stavolta in assenza di ossigeno. I fumi della combustione che ne segue vengono assorbiti dagli smalti ancora fusi, e in una reazione di ossidoriduzione i sali minerali presenti nei colori si trasformano, dando luogo a riflessi ed effetti cangianti di grandissimo pregio. La sobrietą dei toni di colore, preziosi e raffinati ma nel rispetto del rigore formale che contraddistingue tutta la nostra ricerca in ceramica, non interferisce con l'essenzialitą delle forme che si stagliano nello spazio con profili austeri e netti.

bottiglia-mater
bottiglia mater