Fori Imperiali - Roma -

Pino Musi, carta acid free Prestige Fine Art Baryta 310 g., n. 342/450

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:CDA2217
  • Artista:Pino Musi
  • Misure:60 cm x 45 cm
  • Tecnica:carta acid free Prestige Fine Art Baryta 310 g.
  • Supporto:n. 342/450
Informazioni sulla vendita
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

Stampa originale n. 342 in tiratura limitata a 450 esemplari realizzata su carta acid free Prestige Fine Art Baryta da 310 grammi nel formato 60 x 45 cm.

Autore: fotografo Pino Musi
Nato a Salerno nel 1958, vive e lavora fra Milano e Parigi. Molteplici aree di interesse hanno incrociato nel corso degli anni il suo percorso visivo: dall’antropologia all’architettura, alla produzione industriale. Il suo linguaggio fotografico si caratterizza per un uso vibrante della luce in contrappunto a ombre profonde; l’uso della camera oscura favorisce un forte legame fra l’immaginario dell’autore e ciò che nella scena reale nasconde misteroe inquietudine.
Tra le sue opere ricordiamo: Le Corbusier: Ronchamp (1997); Mario Botta Seen by Pino Musi (1997, premiato con l’Europäischer Architekturfotografie-Preis); Oxymoron (1998, premiato alla Buchmesse di Francoforte).
Nel 2003 con Libro, un viaggio fantastico nei meandri del testo scritto, Musi riceve il premio Oscar Goldoni nell’ambito di “Modena per la Fotografia” per il migliore volume fotografico edito in Italia fra il 2002 e il 2003.
Nel 2006 è uno degli artisti selezionati da Achille Bonito Oliva per il progetto delle Stazioni dell’Arte di Napoli; inoltre la sequenza di 16 opere fotografiche 100 x150 cm sugli anni Venti e Trenta viene esposta all’interno della nuova fermata Mostra d’Oltremare della Metropolitana di Napoli.
I progetti in corso sono da ricondurre ai grandi temi della contemporaneità; tra questi, i più significativi riguardano una rivisitazione dell’architettura moderna e contemporanea per cui l’artista utilizza la tecnica digitale in alta risoluzione.
Sue fotografie originali fanno parte di collezioni pubbliche e private italiane ed estere e le sue immagini sono pubblicate in numerose monografie.
Nel settembre 2010, in occasione dei 140 anni di Roma capitale d’Italia, realizza per la Casa editrice d’arte FMR, su progetto della Fondazione FMR-Marilena Ferrari, l’opera d’arte in forma di libro Roma antiqua, un unicum in cui l’idea del classico e dello splendore passato e il fascino della Città Eterna rivivono attraverso gli occhi di un maestro contemporaneo.
Ispirata all’esperienza di Lafréry (stampatore, incisore e mercante francese che, intorno al 1573, ebbe l’idea di stampare lo Speculum Romanae Magnificentiae) e alle Vedute di Roma del Piranesi, l’opera Roma antiqua è composta da una serie di 25 immagini fotografiche originali, che ritraggono il Colosseo, il Foro romano, archi trionfali e resti di colonne di templi, stampate ad una ad una dall’autore stesso nel proprio studio di Milano con un procedimento esclusivo a getto d’inchiostro, “Pigmented Fine-art Giclée”, una tecnica di cui Musi è maestro assoluto.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Gualtiero ) Commento pubblico o privato


  • Codice:CDA2217
  • Tipo:Fotografia
  • Archiviata il:luned� 23 gennaio 2012