Recensione della prof. ssa Aurora Cubicciotti

"La pittura di Lorenzo Basile mi ricorda un lirismo di idee che man mano, come per incanto, prendono forma e dimensione, spazio e colore. Così dall'inconscio dell'artista affiorano gesti pittorici innocenti, quasi primitivi, che accarezzano la superficie pittorica della tela con incontaminata forza e purezza. Basile trova nell'oblio di sè e nel rifiuto di ogni condizionamento relativo alla realtà il suo linguaggio espressivo. E in questo sta la sua grandezza.
Egli ha sempre cercato nella pittura se stesso e le ragioni primordiali del proprio essere; nessuna ricerca di semplici effetti o suggestioni, ma libertà creativa assoluta ricercata in colori saturi e ancestrali. Una strana mescolanza di presente ed infinito, di futuro e di passato pervade la sua pittura come se il suo viaggio nei colori traghettasse nell’intero ciclo della vita umana. La sua è una pittura dell’anima, sempre in bilico tra i contorni decisi del finito e nelle sfumature quasi nucleari dell’infinito, alla ricerca della propria verità interiore. Così il suo spirito sensibile si rinnova, e ogni volta plasma il colore con occhi puri, in una sorta di illuminazione primordiale.  Così che il bambino, che l’artista ha in sè, diviene saggio, la sua cromia diviene subito memoria e coscienza, così come l’infinita energia che prende vita nei suoi colori diventa improvvisamente corpo e vita. E il disordine diviene ordine. E il caos…diventa Arte. "


di Aurora Cubicciotti 


Pittrice, Insegnante e Poetessa


di Aurora Cubicciotti
Pittrice, Insegnante e Poetessa

Opera di riferimento

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Lorenzo Basile) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio