Biografia

ESPOSIZIONI ESEGUITE

2019 Oratorio S.Rocco Ponte Capriasca
vernissage "Poesia dell'anima"
presentato da Dalmazio Ambrosioni

2018 Ristorante la terrazza sul lago Morcote
vernissage "Fiori e natura"
presentato da Dalmazio Ambrosioni

2016 Oratorio S:Rocco Ponte Capriasca
vernissage "Macchie di colore"
presentato da Dalmazio Ambrosioni


2015 Casa Battaglini Cagiallo
vernissage "Vibrazioni dell'anima"
presentato da Villatora


2002 Casa dei Landfogti Rivera
vernissage "Volti e paesaggi"
presentato da Villatora

1997 Hotel Lago di Lugano Bissone
vernissage "Alberi in primavera"
presentato Monica di Marco

1993 Casa dei Landfogti Rivera
vernissage "Paesaggi e fiori"
presentato da Villatora


1992 Centrum Art Gallery Chiasso
vernissage"Fiori , paesaggi e volti*
presentato da Dalmazio Ambrosioni


1990 Boutique Cristina Lugano
vernissage mostra personale
presentato da Dalmazio Ambrosioni


1979 Banca Unione di credito Bellinzona
Vernissage "Mostra personale"


1975 Galleria d'arte al Ponte Ponte Tresa
vernissage "Mostra personale
presentato da Villatora

Formazione artistica

Autodidatta come lui stesso si definisce, senza l'assillo di dover seguire una linea precisa, esprime liberamente attraverso la pittura quello che scaturisce dalla sua anima.
Il suo cammino verso la pittura iniziò presto a sedici anni dipinse il suo primo quadro, rappresentante una scena di caccia.
Suo padre accanito cacciatore visto la predisposizione del figlio per la pittura, gli regalò una scatola di colori ad olio e una tela,chiedendogli di dipingergli un quadro di caccia.
Il suo primo quadro fu un vero successo che lo spinse a iniziare la sua carriera artistica.
Avrebbe preferito, nella sua vita intraprendere la carriera artistica, desiderio che purtroppo le circostanze non gli permisero di realizzare.
Malgrado questo egli continuò a coltivare questa passione biologica, durante il suo tempo libero,a qualunque costo; un cammino che si è svolto a tappe,ma mai abbandonato,realizzando così il suo sogno nel cassetto.
Un 'arte generosa che testimonia costantemente il piacere di dipingere unito in felice connubio alla gioia di vivere dell'artista.
I suoi quadri sono essenzialmente di stampo post impressionistico come gran parte della pittura moderna;attraverso l'effluvio di colori , ci offre attraverso le sue opere immagini numerose e variate.
Dai magnifici bouquet floreali , ai paesaggi,dai volti femminili,agli animali,ai bambini giocosi, alla drammaticità delle piaghe sociali come la droga , la fame e la guerra.
Ma in tutte le sue espressioni non vi è mai esasperazione nemmeno nelle situazioni più dolorose e angoscianti;mediata com'è dalla costante ricerca cromatica che diventa così il rassicurante tramite tra la realtà che ci circonda e le sensazioni proprie del pittore.
Il senso della pittura è quindi rintracciare nella sua innata riservatezza e nella sua giovale freschezza espressiva che si rinnovano nei singoli quadri.
Alcuni soggetti si ripetono,fiori e paesaggi sono dipinti infinite volte , ma la replica non è sinonimo di monotonia,ma piuttosto dell'invenzione di un gioco di colori armonici dalle corpose tonalità, di varietà di vedute che si alternano sulla tela.
Plasmati da diverse tecniche e dalle non esasperate sperimentazioni formali, i suoi quadri sono un tranquillizzante ,mai aggressivo o violento, di immagini distese e silenziose, che sanno ritagliare un angolo di pace in una società che ha fatto della violenza e della volgarità i suoi vessilli.
Le sue macchie di colore sono tra le cose più belle che ha prodotto ; quelle forse più condivise, più sue che gli permettono di concentrarsi su una tematica ben definita, ampliandola ad altri significati.
Questo significa che la pittura è davvero il suo modo di esprimersi e comunicare con un livello interiore che. stando alle sue opere , è di particolare ricchezza.
Dal lato psicologico tramite l'effluvio di colori esprime molto bene la gioia che la pittura riesce a trasmettere; anche se il suo pittore preferito Van Gogh per il quale sappiamo che l'arte è stata spesso un tormento.
La pittura per Fanconi è stata e continua ad essere il lato bello della vita,quello in cui diluire la sua dimensione emotiva e la sua sensibilità culturale.

Tematiche

Paesaggi, fiori, astratto, natura morta, natura, animali, ritratti,

Tecniche

olio, pastello, carboncino, tecnica mista, acquarello

Valutazione artistica

CERTIFICATO DI QUOTAZIONE D'ARTISTA EMESSO DA ARTMAJEUR

Certification 2019 : 1.200,00 € (1.261,92 CHF)
La certificazione è stata stabilita da Jacques-Armand Akoun, il 19 ago 2019.
Certificazione realizzata in collaborazione con Akoun, leader mondiale delle informazioni sul mercato dell'arte dal 1985 .
Il costo è stabilito su un formato (65x50 cm)
,

Bibliografia

Mario Fanconi nacque a Bellinzona il 23 luglio del 1912 originario di Poschiavo conseguì la maturità commerciale presso la Scuola commerciale di Bellinzona nel 1932 lavorò per diversi anni come impiegato presso una ditta metallurgica nella svizzera interna occupandosi della parte amministrativa.
Ritornò in Ticino trovò un impiego come statale, si sposò nel 1945 ed ebbe due figlie stabilendosi con la famiglia a Lugano.
Nel 1947 aprì una attività commerciale a Lugano vendendo articoli esclusivi per ben 40 anni , affiancando alla fortunata attività commerciale, l'amore per la pittura.
Nel 1990 chiuse la sua attività commerciale per ragioni di età e si concedò dalla sua affezionata clientela allestendo una mostra delle sue opere all'interno del suo negozio.
Finalmente poté dedicare il suo tempo a quelle cose che più gli stettero a cuore.
Infatti dal 1972 riprese a coltivare in maniera sistematica la pittura;
che si è tradotta in un gran numero di quadri, ,con lo stimolo di una ricerca mai conclusa e la soddisfazione di cantare con il colore una dimensione equilibratamente felice dell'esistenza.
Morì il 5 giugno 2013 a Mezzovico .

Photogallery

presentazione-del-vernissage-di-mario-fanconi