Micaela Giuseppone presenta i 7 PECCATI CAPITALI

Romart 2015 - Biennale Internazionale di Arte e Cultura

MAG 15

Quando? Terminato martedì 19 maggio 2015

Dove? Via Portuense, 1645/647, ROMA, (ROMA)
GPS: 41.8089555, 12.3320919

41.8089555, 12.3320919

COMUNICATO STAMPA
MICAELA GIUSEPPONE
presenta
I 7 PECCATI CAPITALI
”ROMART 2015 – BIENNALE INTERNAZIONALE DI ARTE E CULTURA"

Inaugurazione: venerdì 15 Maggio 2015 ore 18.00/20.00
Durata: 15 – 18 Maggio 2015
Presso: FIERA DI ROMA
Orari: 16/17 Maggio 2015 ore 10.00/ 20.00 -
18 Maggio 2015 ore 10.00/13.00
Informazioni: www.micaelagiuseppone.net - ufficiostampa@micaelagiuseppone.net www.romart.org

Micaela Giuseppone presenta I 7 PECCATI CAPITALI a ROMART 2015, prima Biennale Internazionale di Arte e Cultura di Roma. L’artista partecipa alla Biennale con cinque opere in concorso, e nello spazio a lei riservato presenterà i suoi ultimi lavori: I 7 PECCATI CAPITALI, un percorso, un riflessione sul mondo in cui viviamo, dove IRA, INVIDIA, ACCIDIA, SUPERBIA, AVARIZIA, LUSSURIA e GOLA prendono troppo spesso il sopravvento, e contribuiscono alla difficoltà di pace che l’intero mondo sta vivendo. Potremo mai farne a meno?
L'energia ed il movimento sono il tratto distintivo dell'artista, che espone in Italia e all'Estero con mostre personali e collettive. Con le sue opere vuole esprimere il suo animo, affermando come si può rappresentare se stessi ricercando nel concetto dell'essere il sinonimo dello spirito, come se fossimo in un sogno.

"L'artista italiana espone le sue opere a Casa Batllò insieme ad altri 122 artisti internazionali selezionati da Global Art Agency per l'occasione."

AISE - BARCELONA SHOWCASE
"...ricordano gradevolmente certe figure di Matisse nel suo ultimo periodo."

François L. Speranza.- ART DE LETTRES – BRUXELLES

"...L'essere umano è indagato nella sua universalità mediante un linguaggio espressivo, capace di cogliere le sfumature più sottili della comunicazione tra l'uomo e il suo contesto sociale. L'arte di Micaela Giuseppone ci richiama al senso di condivisione che l'epoca contemporanea sta perdendo"
Sabrina Falzone - GALLERIA SPAZIO MUSEALE - MILANO
"...Osservando le opere di Micaela Giuseppone ci si rende conto che la sua attività primaria è quella di "colorare la sua vita", come ama dire. Nel rendere un'emozione "colorata", atta a comunicare le esigenze, sensazioni, sentimenti, esprime il suo animo...
...Ascoltando la propria guida interiore, un atto di profonda introspezione e di attenzione verso i bisogni di chi è dinanzi ad un'opera ludica, pescando nel proprio inconscio esperienze difficilmente catalogabili chiamati sogni, che non hanno una consistenza materiale, ma utilizzano frammenti del nostro vissuto, tanto da essere sogni in presenza di ragione..."

Tiziana Todi - GALLERIA VITTORIA – ROMA


"...Nel meltin pot culturale che costituisce la base dell'arte contemporanea, esiste un nutrito gruppo di giovani artisti il cui indirizzo di ricerca si rivolge ad un impegno politico sociale di estremo rilievo e di grande successo di pubblico e critica. Tra queste voci, spesso e volentieri indirizzate verso la condanna di determinati atteggiamenti dei poteri politici o, per lo stesso motivo, degli strapoteri delle multinazionali, si può collocare anche Micaela Giuseppone."
"...si pone nei confronti della tela come se si trovasse di fronte ad uno strumento potente di comunicazione...."
"...Desiderio di comunicare quanto l'intimo ha rielaborato, le tele di Micaela divengono terreno fertile ove collocare omini stilizzati. Un richiamo a Keith Haring, artista ricercatore e propugnatore della sottocultura urbana degli Stati Uniti anni '80, le opere di Micaela Giuseppone richiamano alla memoria emozioni, ricordi e condanna civile in una particolare commistione tra ragione, sentimento, e musica."

Michele Govoni (LA NUOVA FERRARA)

"...Arte di una innocenza infantile, incantata, vive nel moto inarrestabile che non è drammatico ma vitale. Sono viaggi multicolori sulle ali del sogno, segni liberi e flessibili, magie di forme e colori iridescenti."
Prof. Mario Dal Bello

...Intensità del colore per una verità pittorica che corre sul filo dell'ironia, della leggerezza, e spesso sfiora anche gli affari di cuore. Micaela Giuseppone è attenta a divertire senza essere mai superficiale, affronta temi impegnativi come l'abuso delle donne o la crescita del "Pianeta Cina", ricorda la sua passione per il cinema in "Pellicole di Vita", nei suoi ultimi lavori racconta sogni affollati da decine di personaggi fluttuanti.

Fabiana Mendia (IL MESSAGGERO)

"...Le opere di Micaela Giuseppone negli ultimi 3 anni sono state esposte in tutto il mondo ottenendo grandi consensi negli Stati Uniti, in Spagna e in Cina. Micaela Giuseppone arriva da Roma e, oltre alla pittura, si è avventurata con successo attraverso altre forme d'arte come la poesia e la musica. Nel rappresentare favole e sogni, tiene ben salde le tradizioni della famiglia, raccontando un mondo onirico, misterioso, sempre comunque ludico."

NAZIONE - IL TIRRENO (GROSSETO)

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Micaela Giuseppone) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatagiovedì 30 aprile 2015