Premi e Articoli Correlati

Vivere Ascoli
Il Quotidiano della Città e del Territorio

Milano: terzo posto per l'ascolana Stefania Piccioni al concorso fotografico 'Mille modi di essere donna'
immagineDonne che ripercorrono i ricordi di una vita vissuta. Ragazze in altalena e bambine che giocano curiose. Giovani in dolce attesa e donne in cucina. Un obbiettivo fotografico per raccontare le diverse sfumature del mondo femminile.

Dal 9 maggio, fino a domenica 8 giugno 2014 sarà aperta al pubblico la mostra fotografica che prende il nome dal concorso “Mille Modi di Essere Donna”, progetto promosso e sviluppato da TENA, leader mondiale nella gestione dell’incontinenza. La Galleria d’Arte Contemporanea milanese Dream Factory, in Corso Garibaldi 117, ospiterà una selezione di 40 immagini, omaggio alle donne più diverse, per età, professione e origine. “Il concorso Mille Modi di Essere Donna e la sua esposizione sono parte di un progetto di TENA che ha messo al centro le persone e in special modo le donne – precisa Roberta de FABRITIIS, curatrice indipendente e membro della giuria - Donne dalle mille differenze e particolarità, donne dalle mille esigenze e aspirazioni. Tutto il materiale ricevuto esprime la loro voglia di sentirsi al meglio, libere di essere come sono, semplicemente se stesse. E in particolare le foto che abbiamo selezionato lo dimostrano ampiamente”.

In occasione della serata di inaugurazione, di giovedì 8 maggio, una giuria di esperti (composta oltre che da Roberta de Fabritiis anche da Marco Pinna, Paolo Ranzani e Chiara Oggioni Tiepolo) ha premiato gli autori delle 6 migliori fotografie, scelte accuratamente per originalità, qualità tecniche ed espressività tra le oltre 700 pervenute da tutta Italia. Per la categoria bianco e nero il primo premio è stato assegnato a Gaetano Ariti di San Giuliano Terme, autore della fotografia “Riflessioni“ che raffigura una donna anziana assorta nei suoi pensieri e ricordi. La provincia di Reggio Emilia e quella di Ascoli Piceno, festeggiano invece Annarita Mantovani e Stefania Piccioni, autrici rispettivamente di “La fornaia di Istanbul” e “Ninetta_Maria_Ada”, seconda e terza classificate.

A Treviso spetta invece il primo premio della categoria colore, aggiudicato da Giacomo Livotto con la fotografia “Lignano” che immortala due dolci signore sulla spiaggia. Secondo classificato è risultato, invece, Folco Salani, fotografo fiorentino capace di colpire la giuria con l’originale interpretazione dell’universo femminile interpretato da un gruppo di suore in riva al mare. Terzo premio per Sebastiano Bontempi, di Roma, e la sua fotografia “Il giro del mondo in 80 donne. Shangai, Cina”.

Le sei fotografie vincitrici, come le altre 34 esposte, permettono di scoprire le variegate sfaccettature dell’universo femminile, fatto di gesti e comportamenti, espressioni, colori ed emozioni, ma anche abiti, accessori, oggetti di vita quotidiana che, osservati e immortalati da un obbiettivo, svelano i mille e più modi di essere e sentirsi donna.

Un racconto per immagini che mostra non solo l’entusiasmo e la voglia di fare delle donne nei molti ruoli in cui sono quotidianamente coinvolte, ma soprattutto la forza e la personalità espresse anche quando devono fronteggiare piccoli disagi e convivere, ad esempio, con le perdite urinarie.

ninetta-maria-ada
Ninetta Maria Ada

Assegnazione Menzione speciale fotografia per "Bianco Azzurro" (Adriatico) Venti d'Arte-
In Contemporanea Porcari- Fondazione Giuseppe Lazzareschi- Porcari -Lucca