ATTENZIONE! La versione del tuo browser � obsoleta. Si consiglia un aggiornamento alla versione superiore per una migliore visualizzazione di questo e degli altri siti del web.
Portale Internazionale delle Arti Contemporanee
Benvenuto/a su Gigarte, con la nuova versione del portale l'arte e gli artisti contemporanei non sono mai stati cos� Web 2.0! ;)
Galleria delle opere donate a Gigarte dagli artisti iscritti al portale
Recensioni pubblicate dagli artisti e collezionisti iscritti su Gigarte
Libri, cataloghi, riviste suggeriti dagli artisti e collezionisti iscritti su gigArte

Informazioni

Gigarte.com, l'archivio internazionale delle arti contemporanee, indice il primo contest di fotografia per dar vita alla collettiva dal titolo "Noir Fascination" che sarà allestita il 25 maggio 2017 presso il MOA - Museum of Operation Avalanche, Eboli (SA) - in occasione del concerto del cantautore inglese Paul Armfield (folk-noir) organizzato da Revolver Concerti.

"Storie di vita in bianco e nero, a scacchi, condite con caffé e sigarette" - Questo il risultato del film di Jim Jarmusch "Coffee and cigarettes", questa l'idea che Gigarte.com propone a voi artisti per partorire i lavori di "Noir Fascination".

Programma

ADESIONI APERTE: 30 Aprile 2017

TERMINE SELEZIONE: 7 Maggio 2017

ALLESTIMENTO: 20 Maggior 2017

VERNISSAGE: 25 Maggior 2017

FINISSAGE: 4 Giugno 2017

Luogo

MOA - Museum of Operation Avalanche, Eboli, provincia di Salerno - Maggiori informazioni: www.moamuseum.it

Artisti

Alessandro Arrigo Nato a Roma dove vive e lavora nel mondo della comunicazione come grafico e creativo. Ha collaborato fra gli altri con RAI, Tin.it, Virgilio, Action Aid e con musicisti e scrittori per l'ideazione e la realizzazione delle copertine dei loro lavori. Ha esposto in mostre personali e collettive in Italia e all'estero. Nell'ultimo anno ha partecipato a una collettiva fotografica a cura di Luciano Corvaglia alla TAG durante RAW - Rome Art Week | La settimana dell'arte contemporanea a Roma e con alcune illustrazioni a matita e china è stato inserito nella collettiva di GoyArt a New York. Il "segno" pittorico negli anni ha trovato anche altre fonti d'ispirazione usando la fotografia per realizzare piccoli racconti sulle emozioni in particolare sulla presenza di un assenza. Alla base di tutto c'è sempre il desiderio di comunicare e condividere emozioni.
Alexandra Di Donato Nel 2016 ottiene il ruolo di protagonista nel videomaker di EVO festival (arti sperimentali ). Da un anno autodidatta nel campo della fotografia, intrappola ciò che gli altri non vedono dispensando ricordi.
Emanuela Calabrese Nato a Potenza nel 1983, vive a Muro Lucano. Si occupa principalmente di pittura, ma la fotografia lo appassiona per il resto del tempo in cui non dipinge. Appena ne ha l'opportunità viaggia cercando di catturare la vita che fluisce intorno a lui. Nei suoi viaggi, mai banali, è sempre alla ricerca del contatto con le nuove culture che letteralmente "esplora" e ritrae con la sua Canon. Non poche volte si è ritrovato a dover dar conto delle sue foto (sopratutto nei Paesi orientali) ma "l'emozione di fermare un attimo, ne vale ben la pena!".
Myrko Iovino Ingegnere, fin dall'adolescenza coltiva la sua passione per la fotografia e le sue potenzialità espressive. Studia da autodidatta e nel 2005 si avvicina alla fotografia come forma di racconto personale cominciando a scattare con una macchina russa a telemetro zorki 4, senza esposimetro, poi con una pentax k10d (ora k5II) e una lomo. Affascinato dall'uso di fori stenopeici e di esposizioni estremamente lunghe, nutre la sua ricerca artistica attraverso il contatto con il vivere quotidiano della provincia, fatto di piccoli gesti e grandi storie. Attivo sul territorio nazionale attraverso collaborazioni e concorsi: nel 2009 espone nella sua prima personale dal titolo La rapidità dello spirito, Campagna (SA), mentre alcuni dei suoi lavori vengono premiati e pubblicati in occasioni di manifestazioni e iniziative di carattere artistico-culturale.
Attualmente gira il mondo praticando l'hobby della filosofia d'azienda, in attesa che vengano riconosciute le sue fatiche in camera chiara.
Monica Moserle Inizia la sua ricerca nel 2011. I miei lavori descrivono un percorso interiore. Ha frequentato e si è diplomata presso l'"Accademia di Belle Arti di Verona" e ottenuto il diploma di secondo livello in "Atelier Direction". I suoi interessi sono l'Alchimia intesa come vera trasformazione interiore, la Spiritualità, il Tempo, la Filosofia, la Metafisica, il Sacro, il Simbolismo, il Misticismo.
Rachele Montoro Rachele Montoro, scrive fotografia e fotografa poesie. La sua fotografia nasce da una ricerca personale, sulla donna, il corpo e la relazione con l'altro. Per lei la fotografia è catarsi. Ha realizzato diverse mostre e per ora lavora alla pubblicazione del suo primo libro.
Paola Ottaviani Nata ad Isola del Liri (FR), dove vive e lavora come Avvocato. Si avvicina dapprima alla fotografia, frequentando corsi e laboratori teorico/pratici, con all'attivo mostre collettive, pubblicazioni ed una installazione permanete. Poi, pittrice autodidatta. Esposizioni significative : Spazio Novecento Eur – Roma (24.03.2017) / Galleria Area Contesa Arte in Via Margutta 91 - Roma (dall'08.03.2017 al 22.03.2017) / Palazzo Provinciale di Frosinone (dal 06/03/2017 al 10/03/2017). Nel mese di febbraio del 2016, la sua prima mostra personale di pittura dal titolo "E G O" ad Isola del Liri. EGO, Io, appunto. Inteso, in questo caso, come elemento fondante un percorso riflessivo intimo e complesso. Struttura psichica usata per stabilire un contatto con la realtà o, probabilmente, con il suo contrario. Da questo prende forma il pensiero ispiratore per rappresentare l'universalità del sentimento amoroso ed allo stesso tempo la contingente e non rara condizione di incomunicabilità di genere che caratterizza uno dei più famosi binomi drammaturgici, il rapporto tra uomini e donne. Successivamente realizza un progetto pittorico dal titolo "Caino&Abele". Progetto composto da cinque coppie di dipinti, in cui a farla da padrone sono le parole; parole usate in varie lingue, non solo in italiano; parole impresse sulle tele a fronteggiarsi, sfidarsi, tradirsi, commiserarsi … ma anche parole destinate a fondersi l'una con l'altra … nell'indissolubile binomio dell'universalità e dell'unicità del sentimento umano che è capace di amore e di odio, di vita e di morte, di legami tanto forti che possono trovare una fine anche drammatica. Parole che turbano nella semplicità ma che spingono a compiere un passo, innegabilmente introspettivo, teso a raggiungere quel luogo ideale dove le due essenze del sentire umano, evocate di volta in volta, possono trovare un punto di contatto... Il 05 febbraio 2017 inaugura "SUSPENSE40", lavoro composto da undici opere pittoriche, nato dall'idea di chiudere un percorso di ricerca e sperimentazione, nell'uso dei materiali e dei soggetti rappresentati nonché di indagine introspettiva iniziata con Ego e che palesa un costante sforzo a guardarsi dentro anche per affrontare paure e demoni, sogni ed illusioni che in fondo accomunano ogni individuo.

Photogallery