TESTO CRITICO

“ Non poteva che dominare lo sfarzo in un’opera che s’intitola Faraone. Maestro abile nell’utilizzare a proprio piacere e secondo la propria inventiva pietre cristalli, Raffaele Mazza lascia in una splendida cornice l’effige, appunto di un faraone. Il profilo e le venature della pietra connotato il carattere del sovrano, richiamando epoche cui la modernità ci ha sottratto. Come ci ha sottratto alla grandiosità con cui i regnanti venivano idolatrati. Ma qui non c’è ombra di venerazione, l’unico modello a cui chinare il capo è la bellezza stessa.”

di salvo nugnes

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Raffaele Mazza Artist) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio