Poesie 2

Di Renato Re

Hibiscus



Sotto le mura di pietra rosata
son fioriti gli hìbiscus aperti
alla vita di un sol giorno i petali
cadono sulla levigata selce dove
il tuo piede posa alla stanchezza
del perigrinare per le strade
di questa città catalana, tronfia
d'arte e profumi d'arance.
Ma il pensiero vaga al tuo ritorno
per dipingere i rossi hibiscus di
Barcellona, per riviverli nel tempo
memore di affascinanti sguardi.



2 Poesie 2

 





A Mony- Vimodrone 2012
1° al concorso votarti nov.2012
con più di 500 voti alla prima
votazione con 5 poesie ai primi

Poesie 2 3

L'Isola che c'è


pacchi di speranza
quanti sogni hanno occupato le notti
prima del volo per una nuova dimora
dove il vento deterge il cielo dalle
fosche nubi e il mare libera il salso
respiro ad ogni spumeggiare d'onda
Una finestra sarà la visione felice
di ogni mattino e le voci del porto
indicheranno una nuova giornata da
vivere nel sole per voi che vi amate
tanto si è presentato il paradiso.

4 Poesie 2

Desiderare




Ho voglia di annusare le resine
silvestri
sentire sulla pelle la salinità
marina nella brezza del dì che sorge
luminoso di sole
ho voglia di calde distese sabbiose
e in esse seppellire le ossa stanche
dal logorio antico, chiudere gli occhi
e sentire il mormorio della natura
lentamente placarsi nel mio sonno.

Poesie 2 5

1950 Milano


Bella la bicicletta da corsa color verde
con le ruote di legno esposta in vetrina
ma mancano i soldi per averla e io sono
senza ali per raggiungere mia madre ovunque
lei sia, se avessi la bicicletta valicherei
le montagne e impervie strade per un suo bacio
per una carezza che da più di un anno mancano
al mio cuore.
Mia zia si fa garante e indica il luogo dove
possa trovare la mia felicità perduta
e un mattino inizia la mia prima corsa verso
un destino che non conosco, cado sulla Camerlata
sbucciandomi le ginocchia,riprendo il respiro
e le mie ali planano in discesa sulla città
di Como e nei paesini rivieraschi, mi sento sempre
più vicino all'agognato traguardo dove bacerò le
lacrime di mia madre.

6 Poesie 2

 


Bella la bicicletta verde che dovrò rendere al negozio
Ghibellini con mille scuse ma non dimenticherò mai il
mio primo volo con lei nella vita.






Milano corso Como ciclista Ghibellini
Vimodrone 2014

Poesie 2 7

Cala Morell


abbracciato dall'arcobaleno apparso nel cielo
fattosi di cupo turchino dopo i rovesci d'acqua
caduti su le scoscese rupi erose dall'incessante
vento che trasfora l'incavate grotte urlando la
sua possenza adagiandosi su i bassi cespugli
d'erica di cala Morell.
I gabbiani diventano padroni della spiaggia snidando
i granchi dalle decomposte alghe e la rena si anima
d'orme e di vita selvaggia.
Nelle verdeggianti piane ergono megaliti con iscrizioni
di civiltà qui dominanti, in questa isola ancora naturale
e non contaminata da una esagerato turismo, bello poter
viverci un po' di giorni all'anno.


8 Poesie 2

 

Poesie 2 9

Vita contadina






Arde la legna nel fuoco del camino
s'arrossano le bianche pareti contadine
appese son le reste d'aglio e di cipolle
sul rustico tavolo i bicchieri rimirano
la bottiglia di vecchia spremitura, nei
piatti screziati l'affettato spande l'aroma
delle erbe colte.
mentre nei campi arati è spuntato il grano
in attesa di ammantarsi di neve nei mesi di
gelo con la promessa di un buon pane, sul
cotto dei fienili stese son le castagne.

10 Poesie 2

 


Poesie 2 11

Ombra





Compagna nei giorni di sole appari
mia fosca sembianza sui muri bianchi
di questo paese nudo di sempreverdi
con piogge torbide di umori montani
che vanno placandosi nelle braccia
dell'Eridano purificandosi nella
salinità del mare.
Immagine nera dei giorni di sole ti
muovi nel mio cammino e ascolti i muti
pensieri confidati al tuo corpo d'ombra
per poi svanire alla prima nuvola
lasciandomi solo a bagnarmi il viso
ricordando.

12 Poesie 2

 


Poesie 2 13

Luminosa polvere



Tutta una vita ti rincorre nei labirinti
arcani della memoria stanca dove i passi
calpestano l'antico cammino dei ricordi
traditi amati persi desiderati rifiutati
avuti rinnegati
Sepolti senza lasciare voce del suo misero
poco senza mai aver gridato a gli astri di
fare luminio su questo amore vero prepotente
nel dichiararlo di questo amore pianto sofferto
pur nella immensa felicità goduta.
Come l'albero spoglio al gelo piange resinose
lacrime lungo le rugose cortecce crepe
il tempo rinnoverà i rami di verdi fronde.


14 Poesie 2

 

Poesie 2 15

Mulinelli





Sorreggimi dalla vertigine che da tempo
convive nel mio minato corpo
non lasciare il pensiero libero di entrare
nelle tenebre della solitudine
offrimi ancora le tue calde labbra e la gioia
d'essere amato
e non sia vana la speranza di uscire da questo
abisso che attira ogni giorno le mie membra in
un frenetico carosello da giostra.

16 Poesie 2

Con te per sempre



Non ti ho cercata nei tanti volti conosciuti
ne tra i fiori del mio giardino e neppure fra
le pagine dei miei ideali nascosti nelle nuvole
vaganti di cieli a me stranieri di mari tormentati
da onde anomale e calchi di catrame sparsi sulla
distesa sabbia senza cuori ne castelli, non nelle
piane erbose dove il sorriso è assente nel voler
cogliere papaveri sapendo di farli morire nel mio
dolore.
Non ti ho cercata nelle notti di luna o nei sonni
di pianto, ho teso un braccio nel vuoto verso le
stelle come fosse un addio e una mano s'intrecciò
alla mia per sempre.

Poesie 2 17

 

18 Poesie 2

La pace deve vivere in noi


Son tornati i passeri sul tetto e il pruno
selvatico è fiorito nell'angolo del cortile,
le margherite s'aprano al sole nel tardo
mattino, le viole mammole chinano il capo
sotto l'ombra della gialla fortizia
il fico è ancora spoglio e tra i rami si vede
sferragliare i vagoni della metropolitana
nel cielo si sente il rombo degli aeroplani
passare sopra le nostre case a quote basse
solo la Martesana scorre silenziosa con le sue
fresche acque e a noi ci basta e non avvertiamo
più il disagio imposto dal progresso.
Sul muretto del giardino i gatti dormono nell'ora
del meriggio e altri fiori sbocceranno alla vita
domani li vedremo.

Poesie 2 19

 

20 Poesie 2

L'amore oltre la vita





Il ricordo che vaga ancora nel vento
di questo spazio, seminando le nuvole
di tanto amore asperso di lacrime felici
per baciarmi il viso mentre il mio sguardo
scruta nell'alto la sua sembianza che dal
balcone mi chiamava al pasto.
La evocai sulla cenere del suo abbandono
ma non vi fu voce di risposta,avvertii solo
battiti ad ogni mia richiesta e la mano gelò
sul suo nome, nello sgomento le chiesi un'altra
risposta e sentii forte l'amore dell'anima che
batteva per il pianto di suo figlio.

***********

Poesie 2 21

 


Non l'ho più evocata ma ho la certezza che l'anima
pulsi oltre la vita quando il sentimento è puro nel
donare l'amore.



Milano

22 Poesie 2

Non sapevo dipingere




I miei occhi guardavano il bello della vita
ma a quarantanni in un giorno si spensero
e il mio vedere fu solo memoria di colori
e di luoghi vissuti, mentre la mano esitava
sui muri e il cammino su compassionevoli
sentieri persi dove alle fragili parole
di chi mi ha amato davo loro la fede nella
speranza.
Pensavo nella solitudine della notte, vorrei
dipingere il colore del cielo con tanta luce
risorta dal buio.
I miei occhi guarirono e presi i pennelli e
mi meravigliai di saper dipingere le tele
il primo quadro furono delle rose, lo posai
sul davanzale ad asciugare la tempera e vidi

Poesie 2 23

 


i colori dell'arcobaleno nascere nella volta
del cielo dopo lunghi giorni d'incessante
pioggia.


Milano1977 Vimodrone 2013

24 Poesie 2

La danza dell'amore




Volano le farfalle nell'aria di campagna volano
nella danza d'amore
Tristi son le giovani fanciulle senza danza d'amore
tiepidi sono i loro sorrisi per un viso sconosciuto
mentre tu penetri l'incauto sguardo nell'animo mio
e confondi la mia eta con la tua acerba vita senza
futuro
Se vuoi porta la mia onestà nei tuoi ricordi ma non
tentarmi io ho già volato scegliendo la farfalla più
amabile di questa terra.




Vimodrone 2013

Poesie 2 25

 

26 Poesie 2

Non dorme il pensiero




Insonne notte non chiedermi di seguirti
nei tuoi misteriosi tragitti che portano la
mente in un vortice nebuloso , trascinando
la mia anima a tingersi di nero
rimembrando il vissuto forzatamente celato
nelle ascose selve dell'eden
e l'oblio mi aiuti a non ricordare quello che
non vorrei ricordare e chiedi al tempo
se può cancellare le mie mancanze e gli errori
del passato che da tempo io rinnego
allontanando il demone dalla sincera felicità
che la vita mi ha saputo ridare.
Notte che tu sia il mio riposo e non il mio
giudice.

Poesie 2 27

 




Vimodrone 2013




28 Poesie 2

Inconscio


Voi che vi amate ogni momento
in ogni dove e il viso vi si langue
nel sfiorare i vostri corpi audaci
di sospiri e complici di sorrisi
mentre il labbro trema con trepido
desio sull'altro e la voce resta
muta nell'intrigo degli sguardi,
le gote s'arrossano di brama
Tutto si fa velo dimentico della
presenza d'altri ma tutto traspare
e si fa impudico al giudizio della
virtù.




Poesie 2 29

 


30 Poesie 2

Io e mia figlia






Com'è trascorsa parte della nostra vita
senza parole solo il pensiero ha colmato
il vuoto del tempo perso nell'orgoglio
non bisognoso d'innocenti verità ma il
silenzio diviso è stato più tenace delle
celate lacrime, tutto il buono del trascorso
s'è chiuso in una prigione d'ipocrisia senza
finestre dove per essere amati bisogna
rinunciare a vivere la propria onesta vita.
Ma la mia mano solleva la cornetta, poche
parole di come stai e resterò in attesa forse
per anni o mai più udrò la sua voce.

Poesie 2 31

 





Vimodrone 2012

32 Poesie 2

Tra i resti delle stelle


Tu che sei ascesa al cielo diventando
luminosa stella nel firmamento ti ho
cercata posando gli occhi sulla tavola
buia della notte, per anni con vana
speranza seguivo le stelle cadenti fino
al loro spegnersi nel vortice tra i resti
di indefinibili epiloghi astrali dove si
sente solo il rumore del silenzio mentre
io come allora vorrei gridare tutto il mio
infinito dolore e nel mio cuore albergano
ancora dilanianti croci.





Poesie 2 33

 



34 Poesie 2

La neve sulle Rose




Al risveglio del mattino spuntano
dalla neve le mie rosse novembrine
rose, senza più l'anima profumata
libera di spandersi al sole
piegato è lo stelo sul diaccio suolo
lasciando petali sotto la coltre di
stelle cristalline.
Leggerai col pensiero il mio messaggio
rinascerò nel calore della tua mano.


Poesie 2 35

La Donna del mare


Donna muliebre acconcia nella velata veste
traspare l'ambrata pelle umida d'acqua
salsa, nell'attesa che la vela porti il tuo
errabondo amante ai piedi della lavica pietra
dove tu ergi nella bellezza austera
d'una solare dea
giudicante del fallace egemone, contrito
dall'incanto delle sirene.
Una bava di vento smuove il nero crino
della tua chioma come puledra selvaggia
che annaspa lo zoccolo con ira in un cuore
di sabbia.
Dal basalto cadon le tue membra nel fragore
dell'onda cercando l'oblio nel turchese mare.
Ma tu come Afrodite rinascerai ravveduta dal
tuo mondo marino e la bellezza dei tuoi occhi
languidi donerà amore a chi rispetterà la dignità

36 Poesie 2

 


che ogni donna s'aspetta.





Poesie 2 37

Tute


Svettano nel cielo le braccia ferrate
nel volo degli uccelli e più vicino al
sole dove il fruscio dell'aria porta
all'orecchio la tua canzone d'amore
per lei che sta alla finestra del tuo
ritorno.
S'è spento il canto rapito nel turbinio
del vento e come fuscello il ferro piega
il capo verso il mare e s'abbandona con
la tua anima.

38 Poesie 2

Il suo canto



Lei come l'usignolo canta alla luna
la melodia che ruba il cuore del poeta
per tanto è bella la voce che le vien
dall'animo.
E le parole si confondono dal fruscio
delle oscurate fronde e nel trasparire
di tremule stelle, nella calda notte
d'agosto.
Lei sola al centro dell'arena tinta di
luci invita col sorriso al plauso infinito
a promuovere la liricità del suo bel canto
al sentimento della vita.



Poesie 2 39

 

40 Poesie 2

Crisi





Si espande sempre più il lago del grève pianto
dove perse si son le callose mani use al martello
mentre la corda penzola dall'albero impotente
allo strazio di una bimba in ginocchio a reggerne
il peso della speranza.



Poesie 2 41

Nel mio orto



Un lungo nodoso ramo d'uva asprigna a ridosso dello
steccato fu da mani obbligato a crescere in opposta
direzione e dal suo tronco uscirono copiose lacrime
per un tempo indefinito.
Mentre lo guardavo una mantide religiosa si posò sul
mio capo, la tolsi e la posai su di un ramo ma lei
ritornò posarsi dove io la tolsi, mosse con stridore
le ali ruotando su un piccolo di merlo dal flebil pigolio
che io raccolsi e ne ebbi cura, divenne poi una merla
maculata, stette con me libera fintanto che l'istinto
scelse per lei il momento di remigar l'ale verso lo spazio
azzurro.
Nel ricordare penso alla fatalità di quel giorno, il mio è
e rimarrà un pensiero indefinito.

42 Poesie 2

 

Poesie 2 43

Pensiero puro







Rugiada che imbevi i calici fioriti dei bianchi gigli
per lavar lo sporco impuro degli intrighi occulti
posa le roride perle sui petali delle morenti rose
così che possan vivere di altri amor gli sguardi.






Vimodrone 2012
9° al concorso votarti sett. 2012

44 Poesie 2

 


con Pensiero puro
9° con 5 opere concorso artisti

Poesie 2 45

Musa ispiratrice



Sui vetri delle mie finestre rigagnoli di desertica pioggia
disegnano di rosa ramificati coralli, il sole fa capolino
dall'ultima fuggitiva nuvola specchiandosi nelle pozze
d'acqua nell'osservarlo spalanco le imposte all'aria
per liberarmi dalla passione, prigioniera oramai da un
vacillante amore che sta per finire nel silenzio.
E la luce nell'ora del vespertino e il rosso acceso del
tramonto si son fuse nel cuore come vermiglia lama
ch'esangua la vita l'amore e l'anima.
La musa che ispirava i miei componimenti d'amore,
ha perso la sua magica malia, lasciando un viatico
di spine sul mio tristo cammino e con lei forse si perderà
la mia enfasi poetica, per lasciar posto a una perpetua
malinconica nostalgia.

46 Poesie 2

 


Poesie 2 47

" "