Delirio di un ubriaco deluso

2002



Ebbro son da ubbiosi pensieri
che l'amor a me non più riposto
nolente è,e nel profondo tristo
buio baratro precipitar mi sento
anco se l'istinto spinge la mano
mia ad afferrar l'appiglio che
tu amor protendi, ma la mano tua
irta di spine è fatta che alla
presa trafitto da parte a parte
mi sento:
E senza fine l'interminabile mio
tormento.
Mi lascio cader per porre fine
a d'ogni patimento sia che sia
d'amor o d'altro con la speranza
di risorger a nuova vita non più
come uomo ma bensì come un fiore
per la precisione una pungente rosa
con tante spine da ferirti il core
Poi con un tonfo arrivo al fondo su
un letto d'acqua e io galleggio
sbracciandole d'intorno
senza riuscir de toccar le sponde
fin che le forze me fanno de difetto
e stò per affogar me poveretto
e il mio pensiero va su pel cielo
e dico proprio in un lago d'acqua
ho da fini o me tapino ?
Fosse stato almen di rosso vino!






Milano 2002

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA49341
  • Codice personale:id44129
  • Tecnica: Ebbro son da ubbiosi pensieri
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Renato Re) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA49341
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:2002
  • Archiviata il:venerd� 25 febbraio 2011

Archiviazione Certificata
by GIGARTE.com

Si certifica che l'artista Renato Re mercoled� 11 gennaio 2017 ha archiviato la foto dell'opera GA49341 dal titolo "Delirio di un ubriaco deluso"