Fremiti

2012


Si apre la terra e l'orrido serpeggia sotto il piede
titubante e attoniti occhi non la videro mai lavorata
così dal vomere.
Il giovane granturco tremola ad ogni scossa così ogni
cosa in una spirale d'interminabili risonanze distruttive
non si senton campane suonare nell'ora della preghiera
e il sole lentamente s'adagia all'orizzonte mentre le
ombre non trovano riposo nel letto che non c'è più e il
non c'è più di tutto quello che s'è perso, le palpebre
celano l'occhio e il palpito del cuore si cheta dal greve
travaglio di tutti questi giorni, sperando in un'alba
senza più fremiti.





Emilia Romagna
2012

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA65171
  • Codice personale:id44129
  • Tecnica: Si apre la terra e l'orrido serpeggia sotto il p
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Renato Re) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA65171
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:2012
  • Archiviata il:gioved� 31 maggio 2012

Archiviazione Certificata
by GIGARTE.com

Si certifica che l'artista Renato Re mercoled� 11 gennaio 2017 ha archiviato la foto dell'opera GA65171 dal titolo "Fremiti"