"Il buono, il brutto ... e la cattiva!"

Mostra d'arte di Luigi Lai, Stefano Meloni e Donatella Sechi (Dody Art)

L’associazione culturale Spazio 61 propone, dal 13 al 21 Dicembre, la mostra d’arte intitolata “Il buono, il brutto … e la cattiva!” dei pittori Luigi Lai e Donatella Sechi (Dody Art) e dello scultore Stefano Meloni.
I tre artisti, accomunati dal senso dell’ironia, hanno scelto di presentarsi insieme al pubblico con questa mostra caratterizzata dall’ampio uso del colore, dalle forme semplici ma efficaci e dai contenuti quasi canzonatori, a partire dal titolo che è un chiaro riferimento al film di Sergio Leone del 1966, riadattato al loro uso e consumo.
L’esposizione si terrà nel locale sede di Spazio 61 in via dei Genovesi 48 a Cagliari, nel quartiere di Castello, dal 13 al 21 Dicembre e potrà essere visitata dal lunedì al sabato dalle 17:30 alle 20:00 e la domenica dalle 10:00 alle 13:00.

Luigi Lai.
Artista per caso e per passione, appassionato d'arte, ho iniziato quasi per gioco nel 2012 a mettere su tela le idee che mi frullavano in testa, supportato dalla voglia di esprimere con i colori un mondo immaginario e auspicabile, dove dominano i sorrisi e la voglia di condividere con il prossimo la vita, che nelle tele viene sintetizzata quasi da un fermo immagine, che rapisce gli sguardi, le espressioni e le proietta nel tempo, regalandoci sensazioni positive e il desiderio di condividerle coi protagonisti dei quadri. Nel tempo ho variato i soggetti, in continua evoluzione, ma non lo spirito ne' i colori, colonna sonora della mia vita.
Stefano Meloni.
Porta alla luce le immagini nascoste nei materiali che sapientemente scolpisce quasi che la creazione fosse rimasta nella pietra prigioniera, nascosta e protetta nei secoli e avesse comunicato a Stefano l'ansia di voler riemergere, distaccarsi, rinascere, sbocciare. Le pietre parlano e Stefano Meloni estrae con lo scalpello quello che in esse è sepolto dal tempo. Quasi un riannodare la curva del tempo per riproporre forme quasi sempre umane alla nostra quotidiana dimenticanza. Viene istintivo toccare le opere per allargare al tatto l'esperienza quasi si volesse sfidare la freddezza del materiale a riscoprirne un inaspettato calore, percepirne la carezza del lavoro sapiente dell'artista, la levigatura, la resistenza e la determinazione di chi ha saputo liberare ciò che era nascosto.
Donatella Sechi (Dody Art).
Nata a Cagliari e diplomata al liceo artistico di Cagliari, acquisisce la tecnica e la preparazione necessaria per esprimersi con lo studio per poi definire un suo stile ispirandosi a tre correnti d'arte: cubismo, naif e pop art. Ama la luce e i colori vivi. Nelle sue opere la figura femminile è protagonista; di lei ama rappresentarne con linee e colori la sensualità e la dolcezza alterandone a volte le forme per dare risalto al linguaggio del corpo.

  • Pubblicata mercoledì 03 dicembre 2014

  • Da Spazio 61

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Spazio 61) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatamercoledì 03 dicembre 2014