Furto d'arte allo Spazio 61

Hanno scassinato l'inferriata e forzato la porta d'ingresso, poi si sono intrufolati nel locale e hanno svaligiato la sede dell'associazione culturale Spazio 61 portando via quadri, mattonelle dipinte, oggetti da collezione e un computer. È un vero e proprio furto d'arte quello messo a segno in pieno centro nella notte tra domenica e lunedì: nel mirino dei ladri l'atelier che si trova in via dei Genovesi 48, quartiere di Castello, di proprietà di Sandro Serra, presidente dell'associazione. Il furto è avvenuto di notte, probabilmente tra le due e le tre, visto che un abitante ha raccontato di avere sentito dei rumori intorno a quell'ora, quando in genere la strada è poco trafficata: uno o più malviventi sono entrati nello studio rubando 10 mattonelle dipinte a olio dal pittore Ennio Perrotti, raffiguranti donne e uomini in costume sardo, tre dipinti su tela dello stesso autore, tre quadri realizzati da Sandro Serra (nella foto uno dei quadri rubati), una scultura di Mario Dessì, parte di una collezione di bottiglie di Coca Cola e un computer. Il valore della refurtiva si aggira intorno ai seimila euro. «Sono molto dispiaciuto, non tanto per il valore economico, quanto per quello affettivo delle opere e per il contenuto della memoria del computer», racconta Sandro Serra. Forse, i ladri hanno caricato tutti quegli oggetti piuttosto voluminosi su un furgoncino o su un camion. Sul posto è intervenuta la polizia scientifica.
(L'Unione Sarda- 12.03.2011)

  • Pubblicata sabato 12 marzo 2011

  • Da Spazio 61

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Spazio 61) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatasabato 12 marzo 2011