Senza Titolo

Giancarla Frare, tecnica mista-china pigmenti naturali su caroncino, tavola, 1996

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:CDA2040
  • Artista:Giancarla Frare
  • Misure:150 cm x 142 cm x 2 cm
  • Tecnica:tecnica mista-china pigmenti naturali su caroncino
  • Supporto:tavola
Descrizione

opera esposta a Bassano nel 1997
Giancarla Frare. Opere Su Carta. Catalogo Della Mostra (belluno-bassano Del GRAPPA, 1997-1998)
Si tratta del catalogo dell'esposizione di Belluno (Palazzo Crepadona, via Ripa 2) e di Bassano del Grappa (Galleria Dieda, via Roma 19, 20 dicembre 1997 - 18 gennaio 1998). I testi del catalogo sono di Flaminio Gualdoni, Federica Di Castro e Nico Stringa. Il volume documenta i lavori più significativi della recente produzione di Giancarla Frare. Di origine veneta, Giancarla Frare è nata a Benevento nel 1950. Molto giovane si trasferisce a Napoli dove compie i suoi studi fino al diploma all'Accademia di Belle Arti nel 1972. La sua prima esposizione personale risale al 1975 nel Museo Arengario di Monza. Da quella data numerose sono state le mostre individuali e di gruppo in Italia e all'estero.
Giancarla Frare. Ricomporre il frammento
cura: Ericani, Fusco, Renzitti, Millozzi

Inizio evento: 16/04/2011 Fine evento:03/07/2012
Provincia: Vicenza
Città: Bassano del Grappa
Indirizzo: Piazza Garibaldi 34
Luogo: Museo Civico
Apertura: orari: dal martedì al sabato 9.00-18.30, domenica e festivi 10.30-13.00 / 15.00-18.00 tel. 0424.522235-523336
E-mail informazioni: info@museobassano.it


Ad aprire le mostre monografiche dedicate agli artisti vincitori della Biennale dell’Incisione Contemporanea “Città di Bassano del Grappa” è l’antologica di Giancarla Frare, curata dalla Direzione del Museo Civico di Bassano in collaborazione con l’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma. Il titolo della rassegna Ricomporre il frammento esprime la volontà dell’autrice di “mettere insieme" i pezzi della realtà, di quella stessa realtà che nelle sue opere frantuma, scandaglia, analizza per poi comunque recuperare. Il dato reale riappare sempre nelle opere di Giancarla Frare, a volte in modo chiaro ed evidente, altre volte sottotraccia… “Il frammento - rivela l’artista - è quello che rimane di un tutto. E, come traccia, può disparire o precisarsi. Lavoro sul tema della perdita, del tempo, dell'oblio. Una "messa in memoria" dei resti, di una realtà frammentata che rimanda, nella sua evidenza, ad una assenza. Ma il frammento rimane tale. L'integrità un'impossibile obiettivo”. Questo è in sintesi il percorso di questa mostra antologica che attraverso più di sessanta opere, scandite nel tempo, racconta l’opera di Giancarla Frare non limitandosi all’incisione, ma allargando lo sguardo alle sue esperienze pittoriche, agli inserti fotografici e agli interessantissimi ed inediti schizzi a china ed acquerello, appunti di viaggio e riflessione che poi ritroviamo rielaborati nelle realizzazioni finali. Nella stessa occasione sarà inaugurata la mostra dedicata alle opere selezionate in occasione della Biennale dell’Incisione Contemporanea 2011 allestita nelle sale per le mostre temporanee del Museo Remondini di Palazzo Sturm.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Risorsemicadaniente) Commento pubblico o privato


  • Codice:CDA2040
  • Tipo:Pittura
  • Creata nel:1996
  • Archiviata il:giovedì 30 giugno 2011