Recensioni

7 recensioni trovate
Pro Biennale Presentata da VITTORIO SGARBI
Pro Biennale Presentata da da VITTORIO SGARBI, CRITICO D'ARTE

" Nasce a Marzano Appio in provincia di Caserta. Giovanissimo partecipa dietro invito ad una serie di collettive e concorsi soprattutto a Napoli presso la Galleria dei Mille e il Centro Artistico Culturale Flegreo, dove gli viene assegnato il premio Nazionale Salvator Rosa, e la menzione d’onore alla IV Quadriennale Internazionale di Napoli. Nel 1973 si trasferisce a Milano dove esordisce con una [...] Leggi tutto»


Migliozzi Antonio, giornalista

" Leggi tutto»


Salvatore Russo, Critico d'Arte

" Per guardare un’opera così, ci vuole impegno, ci vuole la voglia di volerla scrutare tutta, perché un’occhiata fugace non basterebbe a coglierne l’essenza, quella vera. Uno stile, scelto dal pittore Domenico Ursillo, che induce l’astante a voler quasi esaminare ogni singolo punto del quadro, per poterlo continuare a scomporre e ricomporre una volta dopo l’altra. I colori dell’Autunno si misc [...] Leggi tutto»


Sandro Serradifalco, Critico d'Arte

" Un’opera di estremo valore artistico, come tutta la produzione artistica del maestro Domenico Ursillo. La scelta di affidarsi al puntinismo, tecnica risalente alla Francia della fine dell’800, potrebbe sembrare una scelta azzardata; si rileva invece una scelta giusta e portata a termine con grande coscienza artistica e consapevolezza stilistica. L’effetto unitario dell’opera è originale, e c [...] Leggi tutto»


Stefania Bison, Critico d'Arte

" Per quello che riguarda la suggestione del puntinismo, va dato merito all’artista di aver rinnovato la lezione post impressionista. Il momento figurale qui rappresentato rivela le doti espressive e coloristiche di un artista di tradizione, e la padronanza di una tecnica non facile e capace di esaltare luci e ombre. [...] Leggi tutto»


Paolo Levi, Critico d'Arte

" Chi dichiara la morte della pittura dovrà ricredersi di fronte a questa dimostrazione che l’utilizzo di una tecnica di tradizione è ancora funzionale a esaltare la bellezza della natura. Il modello a cui questo artista si riferisce viene dalla scuola francese della fine dell’Ottocento, che ha avuto due protagonisti, Seurat e Pissarro, uno differente dall’altro, ma qui ben coniugati dalla poetica d [...] Leggi tutto»