CRITICA DI MARIA TERESA ALIPRANDI - 2017

Fare arte vuol dire parlare di bellezza, eternità, trascendenza ... Il flusso creativo dell' artista si esprime in modo diverso, ma si basa comunque su una profonda passione per il proprio lavoro e su una illimitata dedizione allo studio di sè e della realtà circostante. Il controllo razionale-tecnico del procedimento creativo ... ad un certo punto lascia il posto al sentimento ... e l' opera si completa quasi perdendo il filo del discorso iniziale! Moja mette in mostra sè stesso con le sue opere, è diverso per preparazione e per stile, e la sua espressione figurativa si basa sulla tradizione artistica. Realizza ritratti parziali, caricaturali ed iconici. Sono quadri simbolici di una umanità difficilmente riconoscibile, perché occupata a rincorrere utopie irragiungibili o perdute. I contrasti di colore costruiscono i personaggi.

di Maria Teresa Aliprandi
Critico d' arte

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Moja) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio