Biografia

ROSA MARIA LO BUE
La selezione del suo operato in occasione di questo prestigioso progetto "Premio Internazionale Arte Milano"
attesta il valore della sua ricerca stilistica nel panorama artistico contemporaneo. la sua presenza è conferma che la creatività è una delle più' importanti forme di trasmissione del sapere.
Vittorio Sgarbi

Formazione artistica

nasce a Torino e grazie a grandi Maestri della pittura come G. Soffiantino, L. Vannella, D. Deagostino, A. Gammino ed infine A. Betta il dipingere e’ diventato parte integrante della sua vita. Il sincronismo estetico accompagna tutte le sue opere che ne dirige la scenografia con una pittura densa e pastosa, con la messa in moto di vibrazioni sottili traccia la biografia di un pensiero ancorato saldamente alle radici dell’essere.
sito web : www.rosamarialobue.com

Tematiche

Nota di Maria De Michele
“Uno stato ispirato che agisce e si sviluppa davanti ai nostri occhi.Il realismo di Rosa Maria Lo Bue vive plasmato nella società contemporanea con intuizioni immediate che si collocano in mondi virtuali, condonando ai dipinti un’aura di surrealismo rivelatrice di una inequivocabile visione della vita, più profonda, che va oltre la logica e la pura e semplice figurazione.Il sincronismo estetico accompagna tutte le opere dell’artista che ne dirige la scenografia con una pittura densa e pastosa, con la messa in moto di vibrazioni sottili traccia la biografia di un pensiero ancorato saldamente alle radici dell’essere”.

Tecniche

Nota di Silvia Ferrara
Nelle opere di Rosa Maria Lo Bue si può scorgere un percorso artistico in continua crescita e richiamante una ricerca interiore. Tale interiorizzazione non descrive spostamenti su un cammino pittorico casuale ma il suo è un percorso che definisco come la ricerca di “un’anima viva”. Sono presenti infatti tocchi artistici che evidenziano continue riflessioni su un’ “io” vitale ricco di sensibili vibrazioni.
L’artista compie un viaggio pittorico talvolta quasi iconografico. Tale iter si estrinseca in vari modi. Sussiste un passaggio che la Lo Bue compie da composizioni paesaggistiche a volti spesso raffigurati cercando un’intepretazione interiore colma di atmosfere liriche.
Tali ricerche artistiche non hanno un compimento ma sono in continua evoluzione; ciò si può notare da come i visi raffigurati con maestria e passione paiono essere un riflesso di un moto sinfonico, ricco di note dell’anima.
Gli occhi dei bambini, delle donne esprimono suggestioni tali da far estraniare il fruitore dalla personale quotidianità e immergerlo in un mondo poetico e ricco di emozioni istantanee.
Rosa Lo Bue raffigura nei visi un istante di “silenzio” donando a tale sublime momento un crogiuolo di particolari che si scorgono guardando le opere con attenzione. Dunque il suo figurativo non è una semplice espressione artistica ma si compone di percezioni importanti che divengono quasi materiali e conducono ad un realismo che incanta.
I lineamenti dei soggetti dipinti rivelano il desiderio della pittrice di compiere una continua ricerca nell’anima e ad un consolidarsi della tecnica.
Ad ogni opera la Lo Bue aggiunge talune parti romantiche, oniriche, che sono il risultato di una perpetua metamorfosi artistica: le sue immagini non appaiono eccessivamente costruite ma costituiscono il risultato di continui stravolgimenti inesauribili. Il suo viaggio artistico desidera essere un perpetuo contatto con ciò che la circonda, mettendo in risalto ogni particolare, realizzando con attenzione le molte sfumature di colori e cercando un contatto con un mondo pluridimensionale.

Bibliografia

Nota di Sandro Serradifalco
Le ricerche espressive della pittrice Rosa Maria Lo Bue si concentrano su una pittura intensa, ricca di photos, che esprime un animo sensibile e attento a raccontare visivamente il mondo che ci circonda. Eccelso l'elaborato, costruito attraverso tratti ben definiti e un uso del colore perfettamente calibrato. E' una realtà pittorica che viene rappresentata con assoluta verità e straordinaria sensibilità umana. I suoi personaggi si muovono sapientemente in un'elegante resa stilistica tra spazio, luce e colore. Una consapevolezza grafica assoluta, a dimostrazione di un linguaggio pittorico altamente incisivo e ricco di grande interiorità. Ha la capacità di spingersi oltre l'apparenza delle cose. Le sue creazioni sono traccia di un totale identificazione dell'artista con una umanità priva di orpelli e con un circuito di contemplazione ed emozione che si misura su un diapason narrativo certamente nuovo ed inatteso. Non trascura i particolari e trasporta sulla tela la gamma completa dei sentimenti che si librano nella dimensione emozionale dello spettatore.

Attestati / Premi

PREMIO INTERNAZIONALE SPOLETO FESTIVAL ART 2015 - SPOLETO

PREMIO INTERNAZIONALE ARTE MILANO - Milano 25 luglio 2017

MENZIONE D'ONORE AL PREMIO NAZIONALE GIUSEPPE CARESIO - 10 giugno 2017

Photogallery

paolo-e-francesca