1984

Ardua e quindi maggiormente meritevole di documentazione repertoriale e di schietto apprezzamento è la ricerca di , di contenuti e di tecniche compiuta in questi anni con serio impegno personale da Alberto Pirrone , ricerca pervenuta ad esiti artistici di notevole interesse e pregna di sicure proiezioni.
Colpiscono i paesaggi di località minori assolutamente non convenzionali nel loro impianto ( vi è una certa aurea toscana, dolce ed equilibrata nelle forme e nella cromìa ) e le figure umane che pur non ostentate ma quasi appena “mostrate” appaiono ragguardevoli nelle loro campiture.
Egli guarda i grandi maestri per apprendere la lezione di vita e la consapevole voglia di essere piuttosto che per trarne trasfigurate e logore citazioni mirifiche.
Gradevoli sono le tonalità non enfatizzate ed urlate ma quietamente disposte con istintiva pulsione ispirativi.
La sua pittura convince senza stravolgimenti e farneticanti cerebralismi.

Catanzaro Novembre 1984
Cesare Mulè

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Alberto Pirrone) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio